Collepardo (Fr)

Collepardo (Fr)
Collepardo (Fr)

lunedì 31 dicembre 2018

Sesto Corso-concorso "CO.A 6" - In Gazzetta il bando di concorso

Con decreto prot. n. 13722 del 18 dicembre 2018 del Prefetto responsabile della gestione dell’Albo dei segretari comunali e provinciali è indetto il concorso pubblico, per esami, per l’ammissione di 291 (duecentonovantuno) borsisti al sesto corso-concorso selettivo di formazione per il conseguimento dell’abilitazione richiesta ai fini dell’iscrizione di 224 (duecentoventiquattro) segretari comunali nella fascia iniziale dell’albo di cui all’art. 98 del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267.

In Gazzetta Ufficiale la Legge di Bilancio 2019 (L. n. 145 del 30 dicembre 2018)

Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale - Serie Generale n.302 del 31-12-2018 - Suppl. Ordinario n. 62 - la Legge n. 145 del 30 dicembre 2018 "Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2019 e bilancio pluriennale per il triennio 2019-2021".

Legge di Bilancio: Dossier del servizio Studi di Camera e Senato

Il servizio Studi di Camera e Senato ha pubblicato due dossier riguardanti la Legge di Bilancio 2019 approvata definitivamente dalla Camera dei Deputati (L. 145/2018):

Legge di Bilancio 2019: esteso l'affidamento diretto per i lavori pubblici fino a 150 mila euro

Con l’articolo 1, comma 912, della L. n. 145/2018 (pag. 159 del testo in Gazzetta) è introdotta, fino al 31 dicembre 2019 e nelle more di una complessiva revisione del Codice dei contratti pubblici, una deroga alle procedure di affidamento dei contratti pubblici di lavori, al fine di elevare la soglia prevista per l’affidamento di lavori con procedura diretta fino a 150.000 euro, e applicare la procedura negoziata, previa consultazione, ove esistenti, di almeno dieci operatori economici, per lavori da 150.000 fino a 350.000 euro.

Legge di bilancio 2019: Limite di anticipazione di tesoreria a quattro dodicesimi

Con l’articolo 1, comma 912, della L. n. 145/2018 (pag. 157 del testo in Gazzetta) il limite massimo di ricorso da parte degli enti locali ad anticipazioni di tesoreria, di cui al comma 1 dell'articolo 222 del testo unico di cui al decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267, è elevato a quattro dodicesimi per l'anno 2019.
Questo il testo della norma:

lunedì 24 dicembre 2018

Legge di bilancio 2019: Dossier del Servizio Studi illustra le modifiche approvate dal Senato della Repubblica

Pubblicato un interessante Dossier del Servizio Studi di Camera e Senato che illustra le modifiche approvate dal Senato della Repubblica alla Legge di bilancio 2019, tramite il maxiemendamento.

Legge di bilancio 2019: il quadro di sintesi degli interventi

Pubblicato un interessante Dossier del Servizio Studi di Camera e Senato che illustra il quadro di sintesi degli interventi relativi alla Legge di bilancio 2019.

domenica 23 dicembre 2018

Il Senato approva la Legge di bilancio 2019

Con 167 voti favorevoli, 68 contrari e tre astensioni, l'Assemblea ha rinnovato la fiducia al Governo approvando l'emendamento 1.9000 interamente sostitutivo dell'articolo 1 del ddl n. 981, Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2019 e bilancio pluriennale per il triennio 2019-2021.
Il testo ora torna alla Camera dei Deputati per la terza lettura.

Come è cambiata la manovra. Ecco le 28 principali misure

Il 'saldo e stralcio', ovvero il nuovo condono per chi è in difficoltà economica, la nuova clausola con gli aumenti Iva, i tagli ai fondi del reddito di cittadinanza e di quota 100 per le pensioni, la web tax, i finanziamenti e l'esercito in campo per fronteggiare l'emergenza buche a Roma e la proroga di 15 anni delle concessioni balneari.

Il Consiglio dei Ministri approva in esame preliminare un DDL contenente deleghe al Governo per il miglioramento della pubblica amministrazione

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro per la pubblica amministrazione Giulia Bongiorno, ha approvato, nella seduta del  21 dicembre 2018, in esame preliminare, un disegno di legge che delega il Governo, entro diciotto mesi dall’approvazione della delega, ad adottare uno o più decreti legislativi per il miglioramento della pubblica amministrazione.

venerdì 21 dicembre 2018

Pubblica amministrazione. Un miliardo di «tagli-ombra» ai Comuni. Lite Boeri-Bongiorno sulle assunzioni

I correttivi alla manovra tornano a scaldare il fronte della pubblica amministrazione. I Comuni trovano la conferma implicita della spending review da 563 milioni di euro avviata dal decreto Renzi del 2014 e in scadenza a fine anno. E non trovano la replica del fondo Tasi da 300 milioni che fin qui ha aiutato 1.800 enti: al suo posto, arriva una mini-replica da 190 milioni, che però saranno vincolati agli investimenti per la manutenzione straordinaria senza poter finanziare la spesa corrente a cui sono destinati finora.

Revisione testo unico enti locali, insediato al Viminale il tavolo dei lavori

Si è insediato questa mattina il tavolo tecnico-politico presieduto dal sottosegretario all’Interno Stefano Candiani che andrà, nei prossimi mesi, a tracciare le linee guida per la revisione del testo unico degli enti locali. Intorno al tavolo, il ministro per la Pubblica Amministrazione, Giulia Bongiorno, il ministro per gli Affari Regionali e Autonomie, Erika Stefani, il sottosegretario del ministero dell'Econonia e delle Finanze, Laura Castelli, il presidente di Anci, Antonio Decaro e di Upi, Achille Variati, il capo del dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali del ministero dell'Interno, Elisabetta Belgiorno, il direttore dell'Ufficio Affari Legislativi, Marco Valentini.

lunedì 17 dicembre 2018

Piano Anticorruzione - On line il XVI quaderno Anci sull’applicazione del piano per i piccoli Comuni

Disponibile il quaderno Anci dal titolo 'Aggiornamento 2018 al Piano Nazionale Anticorruzione - Le novità di interesse per gli enti locali'. Il quaderno, il sedicesimo della serie dei manuali dell’Anci per amministratori e operatori degli enti locali, vuole essere una guida per l'applicazione del Piano nazionale anticorruzione 2018, con una serie di strumenti per rendere meno gravosi gli adempimenti burocratici imposti dal sistema anticorruzione molto pesanti per gli enti di piccole dimensioni.
Nello specifico, grazie al lavoro di Anci Nazionale, sono state ottenute ulteriori semplificazioni procedurali per i Piccoli Comuni in materia di piani triennali per la prevenzione della corruzione e trasparenza.

Nota Anci sulla nomina dei commissari di gara

Pubblicata dall'Anci la nota relativa alla nomina dei commissari di gara, come previsto dagli articoli 77 e 78 del D.Lgs n. 50/2016.
Si ricorda, infatti, che dal 15 gennaio 2019 tale adempimento avverrà attraverso l'uso di un applicativo ANAC.

Il resoconto del Consiglio Nazionale dell'Unione svoltosi a Rimini il 24 ottobre

Il 24 Ottobre 2018 si è riunito il CONSIGLIO NAZIONE DELL'UNIONE NAZIONALE DEI SEGRETARI COMUNALI E PROVINCIALI in Rimini, c/o la Fiera, in via Costantino il Grande, all'interno dell'Assemblea Nazionale dell'Anci, debitamente convocato con nota del Presidente del Consiglio, Roberto Nobile, per discutere i seguenti punti:
1. Sostituzione di un componente elettivo dimissionario della Direzione Nazionale;
2. Riavvio indispensabile dei corsi di specializzazione e della formazione per i Segretari Comunali e Provinciali;
3. Riforma dello status e contratto nazionale: avvio di una stagione da protagonisti nel dibattito sull'evoluzione del ruolo e delle funzioni del Segretario degli Enti Locali;
4. Varie ed eventuali.

mercoledì 12 dicembre 2018

Il Governo approva un Decreto legge per semplificazione e sostegno per cittadini, imprese e PA

Il Consiglio dei ministri, nella seduta odierna, su proposta del Presidente Giuseppe Conte, ha approvato un decreto-legge che introduce disposizioni urgenti in materia di semplificazione e sostegno per i cittadini, le imprese e la pubblica amministrazione.

Il decreto ha l’obiettivo di fronteggiare con misure d’emergenza l’attuale situazione di sovraccarico e moltiplicazione degli adempimenti burocratico-amministrativi a carico dei cittadini, delle imprese e della stessa pubblica amministrazione, in modo da agevolare, tra l’altro, la libera iniziativa economica, nonché di assicurare un sostegno alle piccole e medie realtà imprenditoriali che vivono un momento di difficoltà. 

Deleghe al Governo per le semplificazioni, i riassetti normativi e le codificazioni di settore

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente Giuseppe Conte, nella seduta odierna, oltre ad aver approvato un decreto-legge che introduce disposizioni urgenti in materia di semplificazione e sostegno per i cittadini, le imprese e la pubblica amministrazione, su proposta dello stesso Presidente e del Ministro per la pubblica amministrazione Giulia Bongiorno, il Consiglio dei ministri ha approvato un disegno di legge di delega al Governo per le semplificazioni, i riassetti normativi e le codificazioni di settore.

Contratti Pa, per i dipendenti pubblici aumenti in vista per soli 20 euro lordi

Nella legge di Bilancio 2019 sono stati previsti 20 euro lordi per il rinnovo dei contratti dei dipendenti pubblici. Deciso no dei sindacati: «invece di dirottare tutte le risorse pubbliche su misure di assistenza riteniamo prioritario che questo governo investa nel lavoro», denunciano Massimo Battaglia e Giuseppe Carbone, segretari generali di Unsa e Fials.

martedì 11 dicembre 2018

U.N.S.C.P., CGIL, CISL e UIL richiedono un urgente di incontro al Sottosegretario al Ministero dell’Interno Sibilia

Con una nota inviata al Sottosegretario al Ministero dell’Interno On.le Carlo Sibilia, le Organizzazioni Sindacali, U.N.S.C.P., CGIL, CISL e UIL richiedono un urgente di incontro sui temi sollevati con la proclamazione dello stato di agitazione sindacale dei Segretari Comunali e Provinciali. 
Questo il testo della nota:
"Sig. Sottosegretario,
come Le è noto le scriventi Organizzazioni Sindacali, in data 2 novembre 2018, hanno proclamato lo stato di agitazione sindacale dei Segretari Comunali e Provinciali con il documento che ad ogni buon conto si allega alla presente e che riguarda argomenti essenziali per la categoria.
Con stupore e con allarme dobbiamo registrate come, a tutt’oggi, in prossimità quindi della scadenza dell’anno, non sia pervenuta alcuna notizia in ordine alla adozione di provvedimenti formali idonei ad avviare i corsi di specializzazione per l’avanzamento in carriera (Spes e Sefa), né quantomeno ad impegnare le risorse già stanziate nel bilancio 2018 che, ricordiamo, in assenza sarebbero destinate a rimanere per il secondo anno di seguito inutilizzate e devolute ad altre finalità. Né è dato conoscere quali siano i motivi di questo incomprensibile stallo che ben potrebbe essere sbloccato in occasione della Conferenza Stato - Città ed Autonomie Locali che ci consta sia prevista per i prossimi giorni, riunendo altresì il Consiglio Direttivo dell’Albo.
Le chiediamo, pertanto, di voler ricevere una nostra delegazione in un incontro da tenere con estrema urgenza, confidando che lo stesso possa essere risolutivo.
Certi della Sua condivisione sull’assoluta rilevanza ed urgenza dei temi posti alla Sua attenzione, rimaniamo in attesa di un positivo riscontro per incontrarLa a brevissimo".
Qui il link alla nota in pdf.

L'ANAC approva definitivamente l'aggiornamento 2018 al Piano Nazionale Anticorruzione

In un precedente post avevamo dato notizia che l'ANAC aveva pubblicato in consultazione fino al 15 novembre 2018 l’Aggiornamento 2018 del Piano Nazionale Anticorruzione, l’atto di indirizzo rivolto alle amministrazioni pubbliche per contrastare il rischio di fenomeni corruttivi. 

Con delibera numero 1074 del 21 novembre 2018 l'ANAC ha approvato in via definitiva l’Aggiornamento 2018 al Piano Nazionale Anticorruzione.

lunedì 10 dicembre 2018

In principio è la rotazione

Pubblicato sulla rivista Amministrativ@mente un articolo di Francesco Armenante dal titolo "In principio è la rotazione".
Questo il sommario:
1. Premesse; 2. I primi orientamenti giurisprudenziali alla luce del nuovo codice: ratio e portata applicativa del principio di rotazione degli affidamenti e degli inviti; 3. L’estensione della rotazione alle concessioni e i primi scrutini di costituzionalità; 4. Gli indirizzi “aggiornati” delle Linee guida dell’ANAC e le relative faq; 5. Questioni controverse: le procedure aperte sul mercato elettronico, la legittimazione processuale, la tutela risarcitoria dell’operatore pretermesso; 6. Riflessioni conclusive: i limiti dei mercati ristretti e l’alternativa dell’accordo-quadro.

La Corte dei conti Campania sull'accordo quadro (Delibera n. 77/2018)

Con la delibera 77/2018 la sezione di controllo per la Campania della Corte dei Conti chiarisce che l'accordo quadro (quale fattispecie disciplinata con l' articolo 54 del Codice dei contratti) non genera alcuna obbligazione di tipo finanziario/contabile non richiedendo, pertanto, l' adozione dell' impegno di spesa.

L'analisi dei piani anticorruzione nella PA in un rapporto dell’Università di Tor Vergata

Nel corso del convegno “La prevenzione della corruzione: monitoraggio e prospettive”, organizzato dall’Autorità nazionale anticorruzione, giovedì 6 dicembre, nella Sala Spadolini del Mibact (via del Collegio romano 27) sono state presentate due interessanti ricerche: un rapporto dell’Università di Tor Vergata sull’analisi dei Piani anticorruzione nella Pubblica amministrazione e uno studio dell’Università Vanvitelli sullo stato di attuazione della disciplina anticorruzione nella società in controllo pubblico. 
Il Rapporto dell’Università di Tor Vergata sull’analisi dei Piani anticorruzione nella Pubblica amministrazione si compone di due documenti:

L’attuazione della disciplina in materia di anticorruzione e trasparenza da parte delle Società in controllo pubblico

Nel corso del convegno “La prevenzione della corruzione: monitoraggio e prospettive”, organizzato dall’Autorità nazionale anticorruzione, giovedì 6 dicembre, nella Sala Spadolini del Mibact (via del Collegio romano 27) sono state presentate due interessanti ricerche: un rapporto dell’Università di Tor Vergata sull’analisi dei Piani anticorruzione nella Pubblica amministrazione e uno studio dell’Università Vanvitelli sullo stato di attuazione della disciplina anticorruzione nella società in controllo pubblico.

Spettano gli incentivi tecnici ai Segretari comunali? La Corte dei conti Liguria risponde al quesito

Un comune ha richiesto alla Corte dei conti, Sezione di controllo per la Liguria, un parere in merito all’erogabilità degli incentivi per funzioni tecniche al Segretario generale, individuato quale responsabile dei servizi scolastici in un Ente locale privo di dirigenti. La Sezione ha osservato che l’equiparazione del Segretario comunale al dirigente ai fini dell’erogazione dell’incentivo di cui all’art 113 d.lgs. 50/2016 presuppone, al pari dell’equiparazione ai fini della mobilità, la soluzione di complesse problematiche di stampo schiettamente giuslavoristico che - al pari dell’interpretazione del contratto collettivo di riferimento - sono sottratte alla cognizione di questa Corte (cfr. le Sezioni Unite della Cassazione, che con sentenza n. 786 del 19 gennaio 2016). Per le ragioni sopra esposte, la Sezione osserva che l’erogazione degli incentivi tecnici al Segretario generale che svolge le funzioni di Rup è possibile solo nella misura in cui venga esclusa l’equiparazione dello stesso, in considerazione della fascia professionale di appartenenza, al personale con qualifica dirigenziale.

La capacità assunzionale e la mobilità nel 2019

Gira voce che dal 2019 non esisteranno più vincoli alle assunzioni negli enti locali e quindi la mobilità non sarà più “neutra” ma andrà ad erodere il budget assunzionale.

sabato 8 dicembre 2018

Legge di Bilancio, approvata la fiducia

Nella seduta di venerdì 7 dicembre la Camera con 330 voti favorevoli e 219 contrari ha votato la questione di fiducia posta dal Governo sull'approvazione, senza emendamenti ed articoli aggiuntivi, dell'articolo 1 del disegno di legge: Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2019 e bilancio pluriennale per il triennio 2019-2021 2021 (A.C. 1334-A/R), nel testo predisposto dalla Commissione a seguito del rinvio deliberato dall'Assemblea.

Prosegue l'esame del provvedimento.

Legge di bilancio 2019: quadro di sintesi degli interventi

Legge di bilancio 2019: quadro di sintesi degli interventi è il dossier a cura del Servizio Studi di Camera e Senato che contiene una sintesi del contenuto delle disposizioni recate dal disegno di legge di bilancio 2019, come modificato dalla Camera dei deputati. Le disposizioni sono state raggruppate sulla base di materie e politiche omogenee con l’obiettivo di dare conto in modo organico delle più significative misure che intervengono nei singoli settori.

Affidamenti per importi inferiori ai 40.000 Euro: giurisprudenza ed ANAC fissano i principi

Non si è in presenza di un bando di gara vero e proprio, ma di un “Avviso pubblico” per la manifestazione di interesse per un appalto di servizi dal valore inferiore ad € 40.000,00, ossia un appalto che ben può essere aggiudicato direttamente (con adeguata motivazione) senza bisogno di consultare due o più ditte, ai sensi dell’articolo 36, comma 2, lettera a), del D. Lgs. n. 50/2016 e ss.mm.. Relativamente agli appalti sotto soglia e per cifre minime, dunque, la consultazione di due o più imprese diventa solo possibile e non obbligatoria per la stazione appaltante: ne consegue, pertanto, che tale procedura informale e snella non può essere inquadrata nel novero delle procedure ordinarie applicando ad essa tutte le regole previste per queste ultime, soprattutto se la stessa procedura prevede, al suo interno, clausole tese a mantenere la snellezza della stessa consentendo all’Amministrazione anche la modifica, in qualunque momento, della manifestazione stessa.

ANCI Toscana: una cassetta degli attrezzi per l'applicazione del nuovo CCNL

L'ANCI Toscana ha raccolto documenti ed elaborazioni in materia di personale e CCNL degli enti locali: aggiornamenti normativi, con le relative note di lettura, approfondimenti sui i principali temi di attualità, materiale didattico e appuntamenti formativi e conveglistici.
Anci Toscana, con l’obiettivo di supportare i Comuni nell’applicazione del CCNL e nella redazione del Contratto integrativo, ha costituito un Gruppo di lavoro, composto da funzionari e segretari comunali, responsabili regionali delle OOSS e Anci Toscana per condividere schemi, ipotesi e suggerimenti per la contrattazione decentrata. I materiali prodotti rappresentano una “cassetta degli attrezzi” per favorire il lavoro di predisposizione delle piattaforme del contratto integrativo, in particolare per i nuovi istituti introdotti o aggiornati dal nuovo CCNL e per facilitare il confronto sull’impostazione dell’integrativo e delle relazioni sindacali. La prima occasione concreta di illustrazione e condivisione del materiale sarà venerdì 14 dicembre a Pisa a cui seguiranno altre giornate di formazione nel corso del 2019.

Webinar PNA 2018: ruolo e poteri del RPCT e misure sulla gestione dei rifiuti (riprese video e slides)

Come scritto in un precedente post si è tenuto venerdì 7 dicembre il Webinar organizzato dall'IFEL in tema di "Piano Nazionale Anticorruzione 2018: ruolo e poteri del RPCT e misure sulla gestione dei rifiuti".
Relatori sono stati Daniela Bolognino, Avvocato, esperta in materia di trasparenza e anticorruzione e Massimo Di Rienzo, Esperto in materia di integrità, trasparenza, promozione dell'etica e della legalità nella Pubblica Amministrazione.
La Fondazione IFEL ha pubblicato sia il video del Webinar che le slides utilizzate dai relatori.
Qui le slides:

La funzione e la cogenza delle linee guida di ANAC

Da qualche tempo il nostro ordinamento giuridico (che vanta un passato glorioso) è stato oggetto, anch’esso, di interventi finalizzati alla omologazione con i sistemi anglosassoni. Uno di questi ha riguardato l’introduzione del “soft law”. Si tratta di un termine inglese che il dizionario Treccani definisce come “sistema di regole che si connota essenzialmente per il fatto di non essere caratterizzato dai tratti forse più tipici e ricorrenti della norma giuridica: l’essere parte di un ordinamento giuridico e l’essere dotata di una qualche forza vincolante o precettiva”, aggiungendo che “in ogni caso, le regole di s. l. non costituiscono l’esito di una formale procedura di produzione normativa attivata da un ordinamento giuridico e dunque è seriamente dubitabile che di esse possa predicarsi una qualche forma, sia pur sfumata e generica, di giuridicità, anche perché, in stretta relazione con l’estraneità a qualsiasi profilo di validazione normativa dei pur diversi sistemi di fonti del diritto, le regole in questione non impongono soluzioni vincolanti ma suggeriscono la possibile composizione di ipotetici conflitti di interessi facendo affidamento sulla spontanea adesione dei soggetti ai quali tali regole potrebbero giovare nel reperimento di una soluzione più opportuna o adeguata”.

giovedì 6 dicembre 2018

Il Senato approva il DDL Concretezza. Il testo passa all'esame della Camera

L'Assemblea di Palazzo Madama, giovedì 6 dicembre, con 138 voti favorevoli e 94 contrari, ha approvato il disegno di legge n. 920 recante interventi per la concretezza delle azioni delle pubbliche amministrazioni e la prevenzione dell'assenteismo, avviata mercoledì 5 dicembre con la relazione del sen. De Vecchis. Relazioni di minoranza sono state presentate dalle senatrici Parente e Toffanin. Il testo passa ora all'esame della Camera.

martedì 4 dicembre 2018

Legittimo il potere di avocazione del Segretario comunale (TAR Lazio, sez. II bis, sentenza n. 11296 del 21 novembre 2018)

Il potere di avocazione esercitato dal segretario comunale non è incompatibile con la gerarchia interna agli uffici amministrativi (nel caso oggetto di esame da parte del giudice amministrativo tale potere era espressamente contemplato dal regolamento di organizzazione comunale). Il sindaco, la giunta comunale e il consiglio comunale, nei limiti delle rispettive attribuzioni, sono legittimati a fissare indirizzi e direttive per orientare l’attività dell’apparato burocratico; essi non possono certamente adottare alcun provvedimento amministrativo di gestione, dovendosi rispettare il principio della distinzione tra competenze politiche e competenze gestionali (nella fattispecie il principio è stato rispettato, essendo legittimo l’operato degli organi di indirizzo politico nella misura in cui essi hanno posto al centro dell’azione amministrativa l’obiettivo di risolvere la problematica del porto turistico, oggetto, come si è visto, di un importante contenzioso nonché di lamentele da parte degli utenti di indubbia rilevanza; correttamente gli organi di indirizzo politico non hanno adottato alcun provvedimento definitivo al riguardo, limitandosi a fissare l’obiettivo di risoluzione del problema, lasciandone l’attuazione agli organi competenti).

Webinar IFEL: "Piano Nazionale Anticorruzione 2018: ruolo e poteri del RPCT e misure sulla gestione dei rifiuti"

Si terrà Venerdì 7 dicembre 2018 alle ore 12:00 il webinar organizzato dall'IFEL dedicato, nella prima parte, all'analisi del ruolo e dei poteri dei Responsabili della della prevenzione della corruzione e della trasparenza (R.P.C.T) in base a quanto previsto dal Piano Nazionale Anticorruzione pubblicato dall'A.N.A.C e attualmente in consultazione. La seconda parte propone un focus su un settore particolarmente esposto al rischio corruttivo, il ciclo di gestione dei rifiuti, a cui il Piano Nazionale Anticorruzione 2018 parte speciale dedica un apposito capitolo.
Relatori saranno Daniela Bolognino, Avvocato, esperta in materia di trasparenza e anticorruzione e Massimo Di Rienzo, Esperto in materia di integrità, trasparenza, promozione dell'etica e della legalità nella Pubblica Amministrazione.

La Corte dei conti sul fondo per la contrattazione decentrata

Divieto di superamento del tetto delle risorse destinate al salario accessorio delle posizioni organizzative nel 2017; non applicazione del vincolo al taglio del fondo per la contrattazione decentrata in caso di diminuzione del personale in servizio; deroga al tetto del fondo per gli aumenti previsti dal nuovo contratto a decorrere dallo 1.1.2019; applicazione del tetto anche alla possibilità di aumento della retribuzione delle posizioni organizzative prevista dal nuovo CCNL; gli incentivi per le funzioni tecniche per attività svolte prima dello scorso 1 gennaio e corrisposti a partire dall’anno 2018 devono essere considerati in deroga al tetto del fondo per la contrattazione decentrata; gli aumenti previsti dal contratto per i titolari di posizione organizzativa non possono essere concretizzati se determinano un aumento delle risorse destinate complessivamente al salario accessorio. Sono queste le più recenti indicazioni messe a punto dalle sezioni regionali di controllo della Corte dei Conti sulla costituzione dei fondi per la contrattazione decentrata e, in particolare, sul vincolo del rispetto del tetto di spesa di cui al D.Lg.s. n. 75/2017.

Brevi riflessioni sull'atto di ritiro delle dimissioni del sindaco

Pubblicato sulla rivista on line Contabilità pubblica un articolo di Antonio Mitrotti dal titolo Brevi riflessioni sull'atto di ritiro delle dimissioni del sindaco comunale anche alla luce dei potenziali parallelismi con gli effetti propri della questione di fiducia apponibile dal governo nazionale (note a margine “della revoca delle dimissioni irrevocabili” del sindaco del comune di Monteflacone nel Sannio).

Finanza locale. Anci, il mancato ristoro delle risorse per la fine del contributo del dl n.66/2014 è un taglio

’Anci, in una nota messa a punto insieme ad Ifel, prende posizione sulla misura prevista dal decreto-legge n. 66 del 2014 che disponeva che i Comuni assicurassero un contributo alla finanza pubblica pari a 375,6 milioni di euro per l'anno 2014 e 563,4 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2015 al 2018. La durata del taglio – evidenzia la nota - era inizialmente fissata al triennio 2014-17, ma già con la legge di stabilità per il 2015 il taglio era stato esteso al 2018. In conseguenza, la stessa norma dispone che il fondo di solidarietà comunale (FSC) sia ridotto di importi equivalenti per ciascuno degli anni dal 2014 al 2018.
Da qui l’auspicio dei Comuni che nel 2019 si attendono un incremento del FSC pari all’importo a regime del taglio, 563,4 milioni di euro, senza che debbano intervenire norme che dispongano ulteriormente tale adeguamento.

Dossier "Il Codice dei contratti pubblici. D.lgs. 18 aprile 2016, n. 50" - Novembre 2018

Pubblicato l'aggiornamento del dossier di documentazione "Nuovo Codice dei contratti pubblici. D.lgs. 18 aprile 2016, n. 50. Novembre 2018" curato dalla Biblioteca dell'Albo nazionale dei Segretari comunali e provinciali. Il dossier riporta i link ipertestuali a norme, documentazione istituzionale, dottrina e siti web.

Chiarimenti in materia di attuazione della conferenza di servizi (Circ. Funz. Pubbl. n. 4/2018)

Pubblica sul sito della Funzione pubblica la Circolare n. 4 del 2018 in materia di attuazione della conferenza di servizi al fine di fornire a tutte le pubbliche amministrazioni indirizzi univoci e di coordinamento.
(La circolare è in corso di registrazione presso la Corte dei conti).

Il piano di razionalizzazione presuppone l'analisi delle funzioni esternalizzate

In vista del piano di razionalizzazione previsto dall’articolo 20 del dlgs 175/2016 (testo unico sulle società a partecipazione pubblica) da adottarsi entro il 31 dicembre, molti enti stanno valutando i sistemi di verifica e le metodologie più appropriate per dare corso ad adempimenti che, nella maggior parte dei casi, presentano una notevole complessità.

Il 14 dicembre a Valmontone (Rm) il tradizionale pranzo per gli auguri natalizi

Come da tradizione, anche quest'anno si terrà un pranzo per lo scambio di auguri natalizi da parte dei Segretari comunali del Lazio.
Il pranzo si terrà venerdì 14 dicembre alle ore 14,00 presso il ANTICA CANTINA sito a Valmontone (Rm), Via Genazzano, 161.
Per ragioni organizzative si prega di comunicare la propria partecipazione al pranzo a Daniela Urtesi urtesidaniela@alice.it.
Qui i link agli eventi degli ultimi due anni:

lunedì 3 dicembre 2018

Contratti pubblici: dal 2019 un portale unico per pubblicità gare

Entro i primi mesi del 2019 verrà realizzato un portale unico nazionale per la pubblicità delle procedure di gara e di programmazione. La decisione è frutto di un incontro al Mit in cui è stato condiviso con le Regioni e le Province autonome sul tema un modello di “cooperazione applicativa”.
Durante l’incontro si è proposto l’obiettivo di coordinare l’interazione tra la piattaforma del “Servizio contratti pubblici” (SCP) del Mit e i Sistemi informatizzati regionali, così come disposto dal Codice dei contratti pubblici.
Proprio il sistema a rete che si andrà a definire rappresenterà il primo vero esempio di cooperazione applicativa tra amministrazioni: infatti, la Direzione generale per la regolazione e i contratti pubblici del Mit, tramite ITACA (Istituto per l’innovazione e trasparenza degli appalti e la compatibilità ambientale), ha recentemente ultimato l’innovazione tecnologica della piattaforma SCP, adeguandone i contenuti ai dettati delle nuove norme attuative del Codice dei contratti pubblici.

Relazione annuale dei RPCT. Prorogato al 31 gennaio 2019 il termine per la pubblicazione

Al fine di consentire ai Responsabili della prevenzione della corruzione e della trasparenza (RPCT) di svolgere adeguatamente tutte le attività connesse alla predisposizione dei Piani di prevenzione della corruzione e della trasparenza entro il 31 gennaio 2019, l’Autorità ha prorogato alla medesima data il termine ultimo per la predisposizione e la pubblicazione della Relazione annuale dei RPCT.

Con il Comunicato del Presidente del 21 novembre scorso si fornisce anche la ‘Scheda per la relazione annuale del RPCT 2018’ in formato xlsx 

domenica 25 novembre 2018

Nessuna responsabilità contabile per il conferimento di posizione organizzativa ai dipendenti di categoria C (Corte dei conti Basilicata n. 59/2018)

In un'interessante sentenza emessa dalla Corte dei conti, Sezione Giurisdizionale della Basilicata, viene affrontato il tema dell'eventuale responsabilità contabile per l'attribuzione della posizione organizzativa ad un dipendente di categoria C la posizione organizzativa, pur in presenza all’interno dell’ente, ma in altri settori, di dipendenti di categoria D con profili professionali differenti.
La Corte dei conti ha escluso la sussistenza della responsabilità sulla base del percorso motivazionale che può essere ricostruito nei termini che seguono.

giovedì 22 novembre 2018

In Gazzetta le Linee guida n. 12 riguardanti l'affidamento dei servizi legali

Sono state pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale - Serie Generale n. 264 del 13-11-2018 - le Linee guida dell'ANAC n. 12 riguardanti l'affidamento dei servizi legali.

Le Linee guida entrano in vigore dopo 15 giorni dalla pubblicazione in Gazzetta.
Qual'è la natura delle Linee guida in materia di affidamento dei servizi legali?
In un mio articolo pubblicato sulla Gazzetta degli enti locali si legge quanto segue.

Dossier sull'A.S. n. 920 Interventi per la concretezza delle azioni delle pubbliche amministrazioni e la prevenzione dell'assenteismo

Come scritto in un precedente post il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro per la pubblica amministrazione Giulia Bongiorno, ha approvato, in esame preliminare, un disegno di legge che introduce interventi per la concretezza delle azioni delle pubbliche amministrazioni e la prevenzione dell’assenteismo.
Il testo ha l’obiettivo di individuare soluzioni per garantire l’efficienza della pubblica amministrazione, il miglioramento dell’organizzazione amministrativa e l’incremento della qualità dei servizi forniti.

L’accesso 'difensivo' ai segreti tecnici e commerciali è subordinato alla dimostrazione della possibilità di aggiudicarsi l’appalto

Secondo il Consiglio di Stato l’accesso a fini “difensivi” alle informazioni che costituiscono segreti tecnici o commerciali è ammesso a condizione che il richiedente sia in grado di dimostrare il “nesso di strumentalità” tra le informazioni richieste in sede di accesso e le censure formulate o che intende formulare in sede di ricorso e dunque sia in grado di dimostrare la possibilità di ottenere l’aggiudicazione dell’appalto.
Con la sentenza n. 6083 del 26 ottobre 2018 la Terza Sezione del Consiglio di Stato ha dunque fornito un’interpretazione particolarmente restrittiva dell’art. 53, comma 6 del Codice dei Contratti Pubblici secondo cui in termini generali l’accesso alle parti dell’offerta che contengono segreti tecnici o commerciali è consentito solo laddove sia richiesto ai fini di “difesa in giudizio dei propri interessi in relazione alla procedura di affidamento del contratto”.

Approvate dalla Camera le norme sui reati contro la pubblica amministrazione. Il testo passa al Senato

La Camera ha approvato il disegno di legge: Misure per il contrasto dei reati contro la pubblica amministrazione, nonché in materia di prescrizione del reato e in materia di trasparenza dei partiti e movimenti politici (C. 1189-765-A). Il provvedimento passa all'esame dell'altro ramo del Parlamento.

Stato Città. Da Conferenza via libera al rinvio dei bilanci di previsione al 28 febbraio 2019

In Conferenza Stato-Città, il ministero dell’Interno ha dato il via libera alla proroga al 28 febbraio dei termini per approvare il bilancio di previsione 2019 precedentemente fissati al 31 dicembre 2018. La decisione è arrivata nella riunione odierna al Viminale cui hanno partecipato il vicepresidente Anci e sindaco di Livorno Filippo Nogarin ed il sindaco di Novara Alessandro Canelli, neo designato nella delegazione associativa per le Conferenze.

mercoledì 21 novembre 2018

Il materiale didattico del seminario organizzato dall'UNSCP Lazio sulle competenze manageriali

Si è svolto in data 20 novembre l'interessante seminario, organizzato dall'UNSCP Lazio in materia di competenze manageriali. Relatore è stato Luigi Maggi.
Con questa quarta giornata si è concluso il percorso formativo organizzato dall'Unione Nazionale Segretari comunali e provinciali - Unione Regionale del Lazio - su personale, contratti, anticorruzione e competenze manageriali. I seminari, che hanno avuto il patrocinio dell'ANCI Lazio, si sono svolti nel periodo settembre-novembre 2018.
Tutti gli incontri hanno riscontrato forte interesse ed una grande partecipazione.
Tutti i materiali dei corsi sono stati pubblicati su questo Blog.

martedì 20 novembre 2018

Quando le buone relazioni sindacali producono buone pratiche - Lo schema di CDI elaborato da UNSCP Bergamo

Il confronto tra la delegazione di parte pubblica e la delegazione di parte sindacale non è sempre collaborativo e ottimale. Talvolta i tavoli di contrattazione decentrata sono vissuti con conflitto da ambedue le parti, generando situazioni in cui a farne le spese sono talvolta i dipendenti. Per non dire di quelle situazioni in cui la contrattazione, in passato, ha generato “mostri”, poi censurati, talvolta anche producendo vittime, sia dalla Ragioneria Generale dello stato che dalla Corte dei Conti.

In questo panorama è particolarmente lodevole, e dunque meritevole di essere segnalata, l’iniziativa intrapresa dalle organizzazioni sindacali CGIL e CISL (a cui si è successivamente unita la UIL) , nelle loro rappresentanze bergamasche, che hanno chiesto ai segretari comunali un confronto collegiale sulla piattaforma di contrattazione prodotta e presentata a tutti i comuni della provincia di Bergamo.
L’interlocuzione è avvenuta direttamente tra le OO.SS e l’Unione Segretari e Provinciali (UNSCP) di Bergamo, in quanto sindacato di categoria maggiormente rappresentativo in provincia .
Si è costituito,così, un gruppo di lavoro formato dai segretari dei comuni di Scanzorosciate e Pedrengo (dott.ssa Tiziana Serlenga), Lallio e Ciserano (Dott.sa Carla Bucci), Caravaggio (Dott.ssa Annalisa Di Piazza), Alzano Lombardo e Bonate Sopra (dott.ssa Giovanna Moscato), Ponteranica e Martinengo (dott.ssa Alessandra Omboni) e Azzano san Paolo e Grassobbio (dott.ssa Daniela Sacco), che ha inizialmente prodotto un documento di “osservazioni” sui contenuti della piattaforma a cui è seguito, dopo due incontri con le OO.SS. a cui hanno partecipato diversi segretari, anche non aderenti all’Unione, una nuova bozza di CCDI che potrà essere utilizzata come base di contrattazione nei diversi tavoli locali.

UNSCP Lombardia: materiale del corso su sistema di valutazione della performance, criteri di pesatura delle P.O. e progressioni economiche

Pubblicato sul Blog UNSCP Lombardia dell' il materiale del corso tenutosi oggi a Bergamo con Andrea Antelmi su sistema di valutazione della performance, criteri di pesatura delle P.O. e progressioni economiche alla luce del CCNL 21 maggio 2018.

Le posizioni organizzative

Nel conferimento degli incarichi di posizione organizzativa i dirigenti hanno una ampia discrezionalità. Gli enti non possono incrementare le risorse destinate al finanziamento delle posizioni organizzative, neppure in presenza di circostanze peculiari. Il tetto delle somme destinate al finanziamento del salario accessorio nel 2017 è quello del bilancio 2016 e non quello delle somme effettivamente spese o di quanto necessario sulla base della struttura organizzativa. Le amministrazioni devono applicare i principi dettati dal CCNL 21.5.2018 per il conferimento, la revoca e la pesatura delle posizioni organizzative, che in caso contrario cesseranno di produrre i propri effetti al prossimo 22.5.2019, decorso cioè 1 anno dalla entrata in vigore del nuovo contratto. Sono questi i principi che derivano dalle più recenti indicazioni della Corte di Cassazione, delle sezioni regionali di controllo della Corte dei Conti e dell’Aran.

Le principali disposizioni del decreto sicurezza per la polizia locale

Ampliamento delle capacità assunzionali di vigili urbani a tempo indeterminato, possibilità di dare corso ad assunzioni a tempo determinato di vigili urbani, accesso di questi corpi alla banca dati delle forze di polizia, sperimentazione della utilizzazione da parte delle polizie locali della utilizzazione di armi ad impulso elettrico, ampliamento della possibilità per questo personale di utilizzare armi. Possono essere così sintetizzate le principali disposizioni sulla polizia locale dettate dal Decreto Legge n. 113/2018, “Disposizioni urgenti in materia di protezione internazionale e immigrazione, sicurezza pubblica, nonché misure per la funzionalità del Ministero dell'interno e l'organizzazione e il funzionamento dell'Agenzia nazionale per l'amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata. Delega al Governo in materia di riordino dei ruoli e delle carriere del personale delle Forze di polizia e delle Forze armate”, cd decreto sicurezza, nel testo approvato dal Senato e che si appresta a diventare legge.

Limiti alla natura di collegio perfetto della Commissione di concorso ( Tar Lazio, sez. III bis, 14 novembre 2018, n. 10964)

Le commissioni esaminatrici di pubblici concorsi sono colleghi perfetti allorché esplichino attività valutative discrezionali, quali correzione delle tracce, attribuzione dei punteggi, valutazioni delle prove dei candidati; non sono, invece, collegi perfetti le attività che, quantunque siano discrezionali, non sono atte a ledere la sfera giuridica dei destinatari (nella specie la neutralizzazione di un quesito della prova selettiva perché ritenuto ambiguo (1).

Una bozza di accordo annuale (Accordo decentrato "ponte" 2018)

Personalmente, l’ho detto più volte, non sono d’accordo. Però, l’ipotesi di stipulare un accordo annuale “ponte” per l’anno 2018 è sempre più concreta e tante amministrazioni ci stanno pensando seriamente.
Come sappiamo, anche l’ARAN lo ha fatto per i propri dipendenti. Quindi, chi più di loro è esperto di contrattazione? Si vede che davvero si può procedere in tale direzione…
Stimolato, quindi, da più richieste riporto di seguito quella che potrebbe essere una falsariga di accordo.

giovedì 15 novembre 2018

Il 20 novembre a Roma l'ultima giornata di formazione dell'UNSCP Lazio sulle competenze manageriali

Si svolgerà martedì 20 novembre 2018 dalle ore 9 – 17,30 a Roma, presso la SALA IFEL (Auditorium Aldo Moro con ingresso in Via Campo Marzio n. 24) l'ultima giornata del percorso di formazione organizzato dall'UNSCP Lazio.
Il tema che sarà affrontato sarà quello delle Competenze manageriali.
Questo il programma:

  • Verificare e potenziare le proprie attitudini alla leadership
  • Utilizzare efficaci modelli di 'people management'
  • Imparare a motivare e delegare con maggiore efficacia
  • Aiutare la crescita professionale dei collaboratori e l'efficacia del proprio team.
Docente sarà Luigi Maggi.

I materiali didattici della giornata di formazione dell'UNSCP Lazio sulla prevenzione della corruzione e UNI ISO 37001:2016

Come anticipato, il 9 novembre a Roma si è svolta la terza giornata di formazione del percorso di aggiornamento su personale, contratti, anticorruzione e competenze manageriali organizzato dall'UNSCP-Lazio, con il patrocinio di ANCI Lazio. 

Il tema della giornata è stato LA PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE – UNI ISO 37001:2016.

giovedì 8 novembre 2018

L'ANAC ha approvato le linee guida n. 12 riguardanti l'affidamento dei servizi legali

Il Consiglio dell’Autorità Nazionale Anticorruzione ha approvato, con la Delibera n. 907 del 24 ottobre 2018, le Linee guida n. 12 che forniscono chiarimenti sulle procedure da seguire per l’affidamento dei servizi legali alla luce della nuova disciplina contenuta nel Codice dei contratti pubblici (decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50). Le Linee guida entreranno in vigore quindici giorni dopo la loro pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.

Il Senato approva il Decreto sicurezza

Nella seduta di mercoledì 7 novembre l'Aula del Senato ha approvato, con 163 voti favorevoli, 59 contrari e 19 astensioni, l'emendamento interamente sostitutivo del ddl n. 840, di conversione del decreto-legge n. 113, in materia di protezione internazionale e immigrazione e sicurezza pubblica, sulla cui approvazione il Governo aveva posto la questione di fiducia nella seduta del 6 novembre.

La legge di stabilità interviene sul testo unico in materia di società a partecipazione pubblica

La legge di stabilità interviene in maniera chirurgica sul testo unico in materia di società a partecipazione pubblica (“TUSPP” - d.lgs. 175/2016 e s.m.i).

Il primo testo reso pubblico è poi stato a sua volta integrato.
La modifica consiste nella introduzione del comma 5 bis dell’art. 24.
Interessante l’evoluzione del testo modificato:

martedì 6 novembre 2018

Decreto Sicurezza: approvato un emendamento che inasprisce la misura interdittiva dell'incandidabilità degli amministratori locali

La Commissione Affari costituzionali del Senato ha dato mercoledì 31 ottobre il via libera al ddl di conversione del Decreto Sicurezza e Immigrazione (d.l. 4 ottobre 2018, n. 113, recante “Disposizioni urgenti in materia di protezione internazionale e immigrazione, sicurezza pubblica, nonché misure per la funzionalità del Ministero dell'interno e l'organizzazione e il funzionamento dell'Agenzia nazionale per l'amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata”), conferendo il mandato al relatore di riferire in Aula. Il provvedimento è all'esame dell'Assemblea del Senato dalla giornata di ieri, lunedì 5 novembre.
Molti gli emendamenti apportati al testo originario, tra i quali ne figura anche uno che riguarda l’art. 28 del d.l. 113/2018, norma che modifica la disciplina, dettata all’articolo 143 del TUEL, sullo scioglimento dei consigli comunali e provinciali per fenomeni di infiltrazione e di condizionamento di tipo mafioso. L’emendamento mira ad inasprire le misure interdittive dell'incandidabilità per gli amministratori locali nei casi di scioglimento dei consigli comunali e provinciali per mafia, aderendo ad una specifica indicazione avanzata dalla Commissione parlamentare di inchiesta sul fenomeno delle mafie e delle altre associazioni criminali, anche straniere, nella XVII legislatura (1).

L’anticorruzione nei Comuni è solo un adempimento formale? I risultati dell’indagine di Civico97 sull'applicazione della normativa anticorruzione nei Comuni

Lo sappiamo: uno dei principali strumenti di contrasto della corruzione è certamente la trasparenza amministrativa.

Ma come si comportano i Comuni rispetto alle disposizioni previste dalla legge anticorruzione? 
Siamo andati a verificare come viene attuata la normativa negli enti locali più importanti del Paese, i grandi comuni, poiché questi, come tutti gli enti pubblici, non solo devono approvare un loro personalissimo Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione, ma lo devono anche aggiornare costantemente (consultando la società civile... magari). 
Il Responsabile della Prevenzione (RPC) deve pubblicare, oltretutto, una Relazione entro il 15 gennaio sul sito istituzionale dell’ente riguardo le misure intraprese nell'anno precedente, i risultati ottenuti e quelli mancati. Ed è qui che entra in gioco anche la trasparenza. 
Senza pretesa di esaustività, lo studio di Civico 97 è il primo strumento italiano che riesce a darci una fotografia dello stato delle cose. In attesa del secondo report, che presumibilmente pubblicheremo a fine mese, vogliamo ricordare brevemente alcuni dei risultati dell'indagine dello scorso anno. 
Abbiamo monitorato le Relazioni di 119 Comuni, individuando cinque elementi chiave. Abbiamo inoltre ripetuto il monitoraggio a distanza di due settimane dopo la scadenza del termine, per rilevare anche i “ritardatari” e non perdere l'occasione di raccogliere le preziose informazioni contenute nelle Relazioni annuali.

Lettera aperta del Presidente dell’Anac agli autori del Rapporto “L’anticorruzione nei comuni”

Il Presidente dell’Anac, Raffaele Cantone, ha scritto una lettera aperta alle associazioni Transparency International Italia, Riparte il futuro e Civico 97 relativamente ad alcune criticità e inesattezze rilevate nel Rapporto “L’Anticorruzione nei comuni”, diffuso nei giorni scorsi.

Centrale per la progettazione delle opere pubbliche: La relazione illustrativa del Governo e i commenti delle Associazioni di professionisti

La legge di bilancio 2019 ha iniziato il suo viaggio in Parlamento e con il Disegno di legge il Governo ha, anche, inviato la Relazione illustrativa. Riportiamo, qui di seguito, il testo della relazione relativo all’articolo 17 rubricato “Centrale per la progettazione delle opere pubbliche” che è il seguente:

lunedì 5 novembre 2018

Dl fiscale Anci: “Definizione agevolata anche per gli enti locali e modifiche essenziali alla cancellazione crediti”

Estendere anche agli enti locali la definizione agevolata per le entrate tributarie e patrimoniali iscritte a ruolo, dando alle autonomie locali la facoltà di deliberare senza imposizioni di carattere nazionale. E poi misure compensative sulle cancellazioni dei crediti sotto i mille euro (dal 2000 al 2010) che peseranno soprattutto sui bilanci comunali causando tensioni in una fascia rappresentativa di enti. Inoltre un monitoraggio sull’impatto della misura, eventuali compensazioni finanziarie per mancato gettito e una riapertura del riaccertamento straordinario dei residui in modo da poterne gestirne gli effetti. Sono queste alcune tra le principali richieste formulate da Anci nel corso dell’audizione in commissione Finanze e Tesoro del Senato dove l’Associazione è stata sentita in merito al decreto fiscale.

L'UNSCP Lombardia sullo stato di agitazione: i preoccupanti dati delle sedi di segreteria nella regione

L'Unione della Lombardia condivide e appoggia pienamente la proclamazione dello stato di agitazione dei Segretari comunali e provinciali da parte delle organizzazioni sindacali UNSCP, CGIL, CISL e UIL stante la grave inerzia del Ministero dell'Interno che, anche per l'anno 2018, non ha provveduto alla calendarizzazione dei corsi di specializzazione SPES e SEFA e che MAI - dal lontano 2010 - ha provveduto a bandire concorsi per l'assunzione di nuovi Segretari comunali.

A distanza di quasi un anno (UN ANNO!) dalla deliberazione del 28.11.2017 del Comitato direttivo dell'Albo ancora non si è provveduto a bandire il corso-concorso per l'immissione in servizio di 291 nuovi segretari comunali (solo in data 09.06.2018 è avvenuta la pubblicazione in G.U. del DPCM 24 aprile 2018 di autorizzazione ad avviare le procedure concorsuali). 

venerdì 2 novembre 2018

U.N.S.C.P., CGIL, CISL e UIL dichiarano lo stato di agitazione dei Segretari comunali

Con una nota inviata al Ministero dell’Interno, al Ministero della Funzione Pubblica, all'Anci e all'Upi, le Organizzazioni Sindacali U.N.S.C.P., CGIL, CISL e UIL dichiarano lo stato di agitazione dei Segretari comunali.

Nel documento alla base della dichiarazione le citate Organizzazioni Sindacali "preso atto che:

  • nell’anno 2017 non sono stati banditi né svolti i corsi di specializzazione per l’avanzamento in carriera (Spes e Sefa) e le risorse finanziarie appositamente stanziate, ammontanti a circa 5 milioni di euro sono per tale ragione rimaste inutilizzate e devolute alle autonomie locali;
  • tale mancata attività di formazione, oltre ad impedire l’avanzamento in carriera dei Segretari, costituisce di per sè stessa un oggettivo ed incontestabile disvalore rispetto alla riconosciuta esigenza di investire sull’accrescimento delle competenze e della professionalità della dirigenza pubblica;
  • nell’anno 2018 le scriventi Organizzazioni Sindacali hanno rappresentato più volte la necessità di indire i corsi di specializzazione, evidenziando come, alla luce della mancata erogazione della formazione nel 2017, il ripetersi di tale eventualità per ben due anni di seguito sarebbe stato un fatto di ancora maggiore gravità;
  • nonostante le rassicurazioni ricevute dal Responsabile dell’Albo nell’incontro del 26.09.2018, in ordine alla riconosciuta rilevanza della questione, ad oggi non risulta né sbloccata l’indizione dei Corsi di Specializzazione in oggetto né convocato il Consiglio Direttivo dell’Albo, sede istituzionale preposta; 
  • tale fatto risulta inaccettabile ed incomprensibile tanto più che non si tratta di decisioni eccezionali ma piuttosto di attività stabili ed ordinarie rientranti nel quadro di una semplice buona gestione ordinaria dell’Albo e delle risorse formative a loro volta ordinariamente previste e stanziate;

Le modifiche alla Riforma Madia presenti nel Disegno di Legge di Bilancio 2019

Fra gli interventi previsti nel Disegno di Legge di Bilancio 2019 è stato inserito un articolo che limiterebbe gravemente l’efficacia della Riforma Madia sulle società partecipate. Questo articolo stabilisce che le disposizioni presenti in due commi fondamentali del Testo Unico sulle partecipate (quelli che determinano le tempistiche per l’alienazione delle partecipazioni e la perdita dei diritti sociali del socio pubblico nel caso in cui l’alienazione non avvenga) non debbano essere applicati fino al 31 dicembre 2021 se le partecipazioni pubbliche siano in società che abbiano registrato un risultato netto medio in utile nei tre anni precedenti. Se questo intervento dovesse essere confermato dal parlamento, si tratterebbe di un altro duro colpo alla riforma Madia. L’insieme di partecipazioni da alienare (già ridotto, a causa dell’eccessiva genericità dei criteri stabiliti nel Testo Unico) verrebbe ristretto ulteriormente, rendendo ancora più difficile il percorso di razionalizzazione delle partecipazioni pubbliche intrapreso negli anni passati.

Dipendenti pubblici, 1,1 miliardi ai contratti ma il 70% dei fondi è già bloccato. Per le trattative restano aumenti medi da 10 euro lordi

La legge di bilancio mette sul piatto del prossimo anno 1,1 miliardi per il rinnovo dei contratti del pubblico impiego. Ma il 70% di questi fondi è già «prenotato» per vincoli di legge o per destinazioni di fatto obbligate. Sul tavolo delle trattative restano insomma 330 milioni, che si tradurrebbero in un aumento medio da poco meno di 10 euro a dipendente. Difficile quindi che il confronto parta davvero. E anche per il 2020 e 2021 i binari sono stretti.

È la relazione tecnica trasmessa in Parlamento insieme alla legge di bilancio a trasformare in cifre i risultati del confronto tra la Funzione pubblica e il ministero dell’Economia sulle buste paga degli statali. Tra le voci del programma inviato a Bruxelles il rinnovo contrattuale dei dipendenti pubblici non c’era. Nella manovra è stato invece inserito un articolo, il 34, intitolato al «rinnovo contrattuale 2019-2021» dei dipendenti pubblici. Ma le tabelle della relazione tecnica svelano l’arcano.

Finanza locale, Decaro scrive a Salvini: “Erogare con urgenza le risorse mancanti del Fondo di solidarietà comunale 2018”

Erogare con urgenza ai Comuni le risorse del Fondo di solidarietà comunale 2018, come da Dpcm dello scorso 7 marzo che prevede l’assegnazione in due rate (maggio e ottobre 2018) da parte del ministero dell’Interno. E’ quanto chiede il presidente dell’Anci, Antonio Decaro, in una lettera inviata al ministro Matteo Savini.
Sulla base di questa previsione in due tranche, fa notare Decaro “i Comuni fanno affidamento sulla corresponsione della seconda rata entro ottobre” che “pur non corrispondendo per motivi tecnici al totale spettante negli anni passati è sempre stata vicina al 95%”.

Per un nuovo accesso civico generalizzato (FOIA)

Pubblicato sulla rivista on line Amministrazione in cammino un articolo di Fulvio Albanese dal titolo Per un nuovo accesso civico generalizzato (FOIA).
Questo il sommario: 
Premessa – 1. Due istituti diversi “Accesso civico” e “Accesso civico generalizzato” all’interno di un solo articolo. – 2. Impossibilità di “Accesso civico generalizzato” alle informazioni. – 3. Mancanza del termine entro cui presentare il ricorso stragiudiziale. – 4. Prevedere soltanto la via del ricorso gerarchico improprio. – 5. La Commissione per l’accesso ai documenti amministrativi. – 6. L’effetto deflattivo dell’attività stragiudiziale della Commissione. – 7. Il Difensore civico. – 8. Obbligatorietà del ricorso preventivo alla Commissione o al Difensore civico. – 9. La riscrittura degli articoli che disciplinano l’accesso civico e l’accesso civico generalizzato.

La nuova trasparenza amministrativa: un bilancio a due anni dal 'FOIA Italia'

Pubblicato sulla rivista on line Federalismi.it un articolo di Gianluca Gardini, Professore ordinario di Diritto amministrativo presso l'Università degli Studi di Ferrara, dal titolo La nuova trasparenza amministrativa: un bilancio a due anni dal 'FOIA Italia'.

Questo il sommario:

1. FOIA Italia: diritto individuale o strumento anticorruzione? 2.A chi appartengono le informazioni pubbliche? 3. Dalla trasparenza come mezzo alla trasparenza come fine; 4. Le conseguenze dell’ambigua natura dell’accesso civico; 5. L’assenza di una autorità indipendente preposta all’enforcement del FOIA; 6. Alcune questioni operative: i rimedi contro i silenzi dell’amministrazione; 7. Segue: i rimedi contro l’inottemperanza dell’amministrazione alla decisione del Difensore civico; 8. Brevi conclusioni.

giovedì 1 novembre 2018

Manovra, Mattarella ha firmato. Il Testo bollinato del Disegno di legge e la relazione tecnica

Il capo dello Stato Sergio Mattarella ha firmato l'autorizzazione alla presentazione alle Camere del disegno di legge di bilancio. Esce in extremis dalla manovra la tassa sulla pesca sportiva. Sul filo di lana sale invece sul treno del provvedimento un rifinanziamento da tre milioni per il fondo destinato alle politiche migratorie. A differenza del taglio alle pensioni d’oro, che non è riuscito a farsi largo nel testo ma che dovrebbe rientrare attraverso un emendamento nel corso dell’iter parlamentare.

Ddl concretezza - La nota di osservazioni e proposte emendative Anci-Upi allo schema di decreto presentato in Unificata

Pubblicata sul sito Anci la nota di osservazioni e proposte emendative Anci-Upi sullo schema di disegno di legge sulla concretezza delle azioni delle pubbliche amministrazioni e la prevenzione dell'assenteismo. Il ddl, collegato alla legge di bilancio, è stato approvato dal Consiglio dei Ministri nella riunione dello scorso 25 ottobre ed è stato trasmesso alla Conferenza Unificata per l’acquisizione del parere.

Il ddl, suddiviso in 6 articoli, individua 5 ambiti tematici specifici: istituzione di un nuovo organismo di controllo “collaborativo”, denominato Nucleo della Concretezza; introduzione di nuove misure di contrasto dell’assenteismo; previsione di una disciplina derogatoria per i fondi destinati al trattamento economico accessorio del personale; modifica della disciplina del turn-over per il personale dell’amministrazione statale e semplificazione delle procedure di reclutamento; soluzione delle problematiche concernenti la fornitura di buoni pasto. 

La nota intende quindi fornire una rappresentazione sintetica dei contenuti di maggior rilievo, con le relative osservazioni e proposte di emendamento.

Competenze attribuite al Nucleo della concretezza e funzioni dei segretari comunali

"Le competenze attribuite al Nucleo della concretezza appaiono peraltro sovrapporsi anche a quelle attribuite ai segretari comunali e provinciali dall’art. 97 TUEL (funzioni di assistenza giuridicoamministrativa nei confronti degli organi dell'ente in ordine alla conformità dell'azione amministrativa alle leggi, allo statuto ed ai regolamenti)".

"Concretezza P.A.": parere negativo sul disegno di legge delle Regioni

Al termine della Conferenza Unificata del 31 ottobre il ministro alle Pa Giulia Bongiorno, non nasconde il proprio disapputo sull'esito del confronto con Regioni ed enti locali sul disegno di legge Concretezza della P.a. "Ci chiedono che ci sia l'intesa forte, cioè che di fronte all'azione che io prevedo in questa legge di aiuto alle singole Pubbliche Amministrazioni, ci sia sempre un'intesa. Lo spirito - ha spiegato il ministro - è quello di far applicare la legge e non credo che il ministero o lo Stato debbano avere un'intesa per far applicare la legge dello Stato. Ho pregato di meditare bene perché non sto prevedendo nuove responsabilità a carico dei loro dirigenti, chiedo solo l'applicazione della legge già esistente. E' un mio dovere farla applicare ed evitare di appesantire le procedure per le correzioni con intese, altrimenti parliamo di di semplificazione e poi ogni cosa dev'essere oggetto di negoziazioni e tavoli. Se la loro posizione resta questa - ha concluso il ministro - io vado avanti così".

Decreto sicurezza, ok in commissione (la bozza degli emendamenti approvati)

La commissione Affari costituzionali del Senato ha dato il via libera al decreto sicurezza, conferendo il mandato al relatore a riferire in Aula. Il provvedimento sarà all'esame dell'assemblea da lunedì 5 novembre. "Ok al decreto dalla commissione del Senato. Lunedì il testo va in Aula: nessuna polemica e maggioranza compatta nel nome della sicurezza. Dalle parole ai fatti!" ha detto il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, dopo il via libera.

Camera: sì alle disposizioni urgenti per Genova

La Camera ha approvato il disegno di legge di conversione in legge del decreto-legge 28 settembre 2018, n. 109, recante disposizioni urgenti per la città di Genova, la sicurezza della rete nazionale delle infrastrutture e dei trasporti, gli eventi sismici del 2016 e 2017, il lavoro e le altre emergenze (C. 1209-A). Il provvedimento passa ora all'esame del Senato.

mercoledì 31 ottobre 2018

Diritti di rogito: i contenziosi ancora aperti producono sentenze negative per le Amministrazioni

La sentenza del Tribunale di Ancona n. 348 del 24 ottobre 2018 impone di affrontare il tema dei diritti di rogito approfondendo la tematica dei contenziosi in corso. Infatti, nella sentenza del giudice del lavoro di Ancona, pur prendendo atto che il Comune aveva provveduto, dopo la decisione della Sezione Autonomie della Corte dei conti n. 18/2018, al pagamento delle somme dovute al segretario e che, pertanto, in merito all’oggetto principale della controversia vi era stata la cessazione della materia del contendere, il segretario ha comunque insistito sulla condanna alla rivalutazione ed interessi, nonché sulla condanna alle spese di lite. Il Tribunale adito, ha concluso ritenendo la rivalutazione egli interessi dovuti, nella misura di legge, ex art.429 cpc. e, applicando il principio della soccombenza (sostanzialmente) virtuale del comune, lo ha condannato al pagamento del 50% delle spese di lite, in quanto ha seguito “l’orientamento indicato (e poi abbandonato, in corso di causa) dalla Corte dei conti sulla specifica questione, così al fine riconoscendo spontaneamente il diritto. Ciò giustifica la parziale compensazione delle spese”.

Le corrette modalità di convocazione del consiglio comunale

Due recenti sentenze dei giudici amministrativi hanno analizzato il tema delle corrette modalità di convocazione del consiglio comunale, analizzando il tema dell’eventuale sanatoria nei casi in cui l’avviso della convocazione non sia stato regolarmente effettuato. In un caso la convocazione è stata effettuata a mezzo PEC assegnata ai consiglieri dal Comune, secondo quanto previsto dal regolamento per il consiglio comunale, per le comunicazioni (fattispecie oggetto della sentenza del Consiglio di Stato, Sez. V, n. 6042 del 24 ottobre 2018); in altro caso l’avviso di convocazione era stato consegnato con modalità differenti a quelle previste dal regolamento del consiglio comunale (TAR Campania, Sez. I, sentenza n. 6129 del 22 ottobre 2018).

Il 9 novembre la terza giornata di Formazione dell'UNSCP Lazio sulla prevenzione della corruzione

Come preannunciato in precedenti articoli, si terrà il 9 novembre a Roma, dalle ore 9 alle 14, la terza giornata di formazione del percorso di aggiornamento su personale, contratti, anticorruzione e competenze manageriali organizzato dall'UNSCP-Lazio, con il patrocinio di ANCI Lazio. Il Seminario si svolgerà presso la SALA IFEL - Auditorium Aldo Moro - con ingresso in Via Campo Marzio n. 24.
Il tema della giornata sarà LA PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE – UNI ISO 37001:2016.
Docenti saranno Salvatore MATTEIAlessandro D’AMICO.

Dipendenti pubblici, 4,2 mld ai contratti in tre anni. Per il 2019 sul piatto 1,1 mld. Ancora nulla per il rinnovo dei contratti 2016/2018 della dirigenza sanitaria

Aumentano le risorse per il rinnovo del contratto dei dipendenti pubblici: nell’ultima bozza i fondi salgono a 4,3 miliardi nel triennio 2019-2021 rispetto ai 3,2 miliardi previsti precedentemente. Ma nonostante i tanti proclami, fa notare la segreteria Fvm, manca ancora la copertura finanziaria per i contratti dirigenziali della dirigenza medica, veterinaria e sanitaria 2016/18 relativa al riconoscimento nella massa salariale dell’indennità di esclusività di rapporto e al recupero della Retribuzione Individuale di Anzianità dei pensionati che, abolito l’art. 23 del dlgs. 75/17, deve finanziare il contratto al fine di rilanciare le carriere professionali, le posizioni e il merito dei medici, dei veterinari e dei sanitari.

Dipendenti pubblici, più fondi per il contratto: piano straordinario di assunzioni. Ecco le misure previste per il pubblico impiego

Il governo aumenta i soldi stanziati nella manovra di bilancio per rinnovare il contratto dei dipendenti statali. Rispetto alla precedente bozza, quella più aggiornata, fatta trapelare ieri, prevede 1,1 miliardi di euro (invece di 1,050) nel 2019, 1,425 (anzichè 1,075) nel 2020 e 1,775 (invece di 1,125) nel 2021. In totale sono 4,2 miliardi in un triennio, anche se ai fini del contratto le cifre non si possono sommare anno per anno. Una volta concesso un aumento di 1,1 miliardi il primo anno, infatti, quella spesa rimane sempre costante.

Acquisti in rete PA: una guida completa all’uso del mercato elettronico

Il portale acquisti in rete PA è utile per migliorare gli acquisti pubblici di beni e servizi ottimizzando la spesa pubblica, semplificando i processi di fornitura e di acquisto in modo innovativo e trasparente.

Non sempre il MePA esonera dalla selezione gli acquisti sottosoglia

Il ricorso al MePA non esonera la Stazione appaltante da una preventiva fase di selezione. Questo è quanto stabilito dal Consiglio di Stato con la sentenza n. 5833 del 2018, il quale afferma che, anche laddove l’Amministrazione sia obbligata a scegliere operatori economici presenti sul mercato elettronico, deve comunque provvedere ad esperire una indagine esplorativa o, quantomeno, specificare i criteri utilizzati per la selezione.

martedì 30 ottobre 2018

Il Rup può essere anche commissario di gara (Cons. St. sent. n. 6082 del 26 ottobre 2018)

Nella vigenza del nuovo Codice dei contratti, ai sensi dell’art. 77, comma 4, d.lgs. n. 50 del 2016, nelle procedure di evidenza pubblica, il ruolo di Rup può coincidere con le funzioni di commissario di gara e di presidente della commissione giudicatrice, a meno che non sussista la concreta dimostrazione dell'incompatibilità tra i due ruoli, desumibile da una qualche comprovata ragione di interferenza e di condizionamento tra gli stessi (1).