Collepardo (Fr)

Collepardo (Fr)
Collepardo (Fr)

venerdì 11 novembre 2016

Gli interventi nel corso della V Conferenza sulla Finanza e l’Economia locale, organizzata da Ifel

“Più ancora che per il peso dei tagli passati, i Comuni si lamentano oggi, e giustamente, perché la spending review è stata negli anni regolamentata anche da interventi normativi introdotti nelle leggi finanziarie e in decreti legge, introducendo un livello insopportabile di lacci e lacciuoli francamente incompatibile non solo con il federalismo fiscale, ma con lo stesso principio di autonomia comunale sancito dalla Costituzione”. Lo afferma il presidente del Consiglio nazionale dell’Anci, Enzo Bianco, intervenendo a Roma nel corso della V Conferenza sulla Finanza e l’Economia locale, organizzata da Ifel.

giovedì 10 novembre 2016

I testi ufficiali dei pareri approvati dalle Commissioni Affari Costituzionali di Camera e Senato sulla riforma della dirigenza pubblica

Nel precedente post Il dirigente apicale: le importanti modifiche richieste dal Parlamento, ad una prima lettura del parere delle Commissioni Affari Costituzionali abbiamo dato notizia dell'approvazione da parte della Commissione Affari Costituzionali della Camera nella giornata di ieri del parere con condizioni ed osservazioni sullo schema di Decreto di riforma della Dirigenza pubblica. 
Oggi anche la Commissione Affari Costituzionali ha approvato un parere analogo.

UNSCP Piemonte: Incontro di approfondimento oggi 11 novembre c/o Città metropolitana (ex Provincia) di Torino

Preg.ma/o Collega,

Da tempo e più che mai in questa ultima stagione autunnale, di per se incerta, viviamo sommersi dal susseguirsi di norme, circolari,  sentenze, pareri, notizie, commenti, che attengono strettamente  la nostra professione di segretari comunali, assunta ormai ad emblema, per usare un titolo, dell' “ insostenibile leggerezza dell’essere”. 

Il dirigente apicale: le importanti modifiche richieste dal Parlamento, ad una prima lettura del parere delle Commissioni Affari Costituzionali

Si è in attesa della pubblicazione del resoconto ufficiale dei lavori della Commissione Affari Costituzionali della Camera, ma il parere approvato definitivamente ieri dalla Commissione in merito allo schema di Decreto di riforma della dirigenza pubblica dovrebbe essere leggermente diverso da quello proposto inizialmente (pubblicato in questo precedente post).
Aumentano sia le condizioni che le osservazioni.

mercoledì 9 novembre 2016

Il testo della proposta di parere sulla riforma della Dirigenza pubblica presentato in Commissione al Senato

Mentre la Camera dei Deputati ha approvato nel pomeriggio il parere sulla riforma della Dirigenza, in parte modificato rispetto alla proposta presentata dalla relatrice (in senso più favorevole alle richieste dell'UNSCP), anche la relatrice della Commissione Affari Costituzionali della Camera Sen. Anna Finocchiaro ha presentato una proposta di parere in merito allo schema di Decreto legislativo di riforma della Dirigenza pubblica. Il testo, che qui di seguito si riporta, appare ad una prima veloce lettura coincidente con quello definitivamente approvato dalla Commissione della Camera dei Deputati (si veda il successivo post Il dirigente apicale: le importanti modifiche richieste, ad una prima lettura del parere delle Commissioni parlamentari):

Materiale convegno 'Il nuovo testo unico di riordino delle società partecipate'

Anci Emilia Romagna ha reso disponibile il materiale del convegno di studio 'Il nuovo testo unico di riordino delle società partecipate (Dlgs 175/2016)' organizzato dalla stessa  ANCI Emilia-Romagna e Confservizi Emilia-Romagna, che si è tenuto in data 8 novembre a Bologna.

La disciplina dei contratti pubblici dopo il d.lgs. n. 50 del 2016: motivi di esclusione e criteri di selezione

Pubblicato sul sito della Giustizia Amministrativa un asticolo di Salvatore Cacace dal titolo La disciplina dei contratti pubblici dopo il d.lgs. n. 50 del 2016: motivi di esclusione e criteri di selezione.
Questo il sommario

Riforma della Pubblica Amministrazione: Il Dirigente Apicale negli Enti Locali

La Prefettura di Bari – U.T.G. Albo dei Segretari com.li e prov.li - Sezione regionale Puglia, organizza il giorno 21 novembre a Bari un incontro di approfondimento sul tema "Riforma della Pubblica Amministrazione: Il Dirigente Apicale negli Enti Locali".

Amministrazione digitale: aspetti giuridici, organizzativi e tecnici. Seminario ANCI ad Isola Liri (FR) il 17 novembre

Si terrà giovedi 17 novembre p.v. a Isola del Liri (FR), presso il Teatro Stabile, il seminario formativo dal tema: amministrazione digitale: aspetti giuridici, organizzativi e tecnici, con inizio dei lavori alle ore 9,30. 

martedì 8 novembre 2016

Il testo della proposta di parere della Commissione sullo schema di decreto legislativo recante disciplina della dirigenza della Repubblica

Ecco il testo della proposta di parere della Commissione Affari Costituzionali della Camera dei Deputati sullo schema di decreto legislativo recante disciplina della dirigenza della Repubblica (bozza non corretta). La proposta sarà votata dalla Commissione nei prossimi giorni.
Interessanti spunti anche per il dirigente apicale (si veda il successivo post Il dirigente apicale: le importanti modifiche richieste, ad una prima lettura del parere delle Commissioni parlamentari).
Di seguito il testo della proposta di parere.

In arrivo i correttivi sui dirigenti PA: incarichi, valutazione e autonomie

Come anticipato in un precedente post, pubblicato sul Sole 24 Ore di Oggi un articolo di Gianni Trovati dal titolo In arrivo i correttivi sui dirigenti PA: incarichi, valutazione e autonomie.

Il parere del Comitato per la legislazione sulla riforma della Dirigenza pubblica: in attesa del parere delle Commissioni parlamentari Affari Costituzionali

In data 3 novembre il Comitato per la legislazione della Camera dei Deputati ha espresso il proprio parere con osservazioni sullo Schema di decreto legislativo recante disciplina della dirigenza della Repubblica. Atto n. 328. Il parere è reso alla Commissione I (Affari Costituzionali), che in settimana esprimerà il proprio parere al Governo.
Sempre più probabile la presenza nel pare di significative richieste di cambiamento. Sul Sole 24 Ore di oggi viene confermata l'indiscrezione che le condizioni, tra l'altro, riguarderanno:

  • l'entrata in vigore della riforma - in linea con le indicazioni arrivate nel parere del Consiglio di Stato, le Commissioni parlamentari chiederanno che la riforma entri in vigore solo quando sarà pronto il nuovo sistema di valutazione dei dirigenti, che dovrebbe vedere la luce nel testo unico del pubblico impiego; 
  • il finanziamento della disponibilità: sono in via di accoglimento le richieste di regioni ed enti locali sul fondo nazionale per pagare lo stipendio base ai dirigenti senza incarico e sulla maggiore voce in capitolo da destinare alle autonomie nella scelta dei loro dirigenti (si ricorda che la medesima richiesta è stata presentata in audizione dall'UNSCP).

Anci - Decaro: “Ecco i risultati dei comuni sulla manovra, confronto con Governo continua su partite aperte”

Negli ultimi anni il comparto dei Comuni ha contribuito più degli altri livelli di governo al risanamento della finanza pubblica - più di 13,5 mld tra tagli diretti alle risorse e riduzioni derivanti da manovre del patto di stabilità interno; tutto questo mentre i comuni pesano solo il 7% in termini di spesa sul comparto della PA e meno del 2% in termini di indebitamento. Per questo ora vogliamo che il sacrificio ci sia riconosciuto tornando ad “investire” sui Comuni e sui sindaci a 360 gradi”. Lo ha sottolineato il presidente dell’Anci Antonio Decaro intervenendo al Comitato direttivo dell’associazione. 

Competenza segretari, stabilizzazioni ed accesso: i principi dei Tar

I segretari non hanno competenza ad adottare atti gestionali. La competenza ad esaminare i ricorsi contro le stabilizzazioni appartiene al giudice ordinario e non ai Tar. Le organizzazioni sindacali hanno un ampio diritto di accesso, sulla base delle previsioni della legge n. 241/1990. Le amministrazioni devono dare corso al diritto di accesso una volta che in questo senso si sia pronunciata la specifica commissione nazionale. Sono questi alcuni dei principi fissati di recente dalla giurisprudenza dei Tribunali Amministrativi Regionali.

Gli enti locali nel progetto di legge di bilancio 2017

Allentamento dei vincoli più rigidi alla gestione delle risorse finanziarie, sostanziale conferma delle disposizioni tributarie, sul versante del lavoro pubblico, aumento delle risorse destinate al finanziamento del rinnovo dei contratti collettivi nazionali di lavoro e ampliamento delle capacità di assunzione di personale da parte delle PA. Sono queste le principali disposizioni per gli enti locali contenute nella proposta di legge di bilancio del 2017. 
Una battuta iniziale: da quest’anno il documento cambia nome diventando legge di bilancio, anzichè legge di stabilità o, come in passato, legge finanziaria. Ma non sembra che vi siano rilevanti elementi di novità.

L’Adunanza plenaria si pronuncia in tema di contratto di avvalimento nelle gare pubbliche (Cons. St., Ap., 4 novembre 2016, n. 23)

L’Adunanza plenaria si è pronunciata in tema di contratto di avvalimento nelle gare pubbliche (Cons. St., Ap., 4 novembre 2016, n. 23). Questa la massima:
L’art. 49, d.lgs. 12 aprile 2006, n. 163 e l’art. 88, d.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207, in relazione all’art. 47, par. 2 della Direttiva 2004/18/CE, devono essere interpretati nel senso che essi ostano a un’interpretazione tale da configurare la nullità del contratto di avvalimento in ipotesi in cui una parte dell’oggetto del contratto di avvalimento, pur non essendo puntualmente determinata fosse tuttavia agevolmente determinabile dal tenore complessivo del documento, e ciò anche in applicazione degli artt. 1346, 1363 e 1367 cod. civ..
In siffatte ipotesi, neppure sussistono i presupposti per fare applicazione della teorica c.d. del ‘requisito della forma/contenuto’, non venendo in rilievo l’esigenza (tipica dell’enucleazione di tale figura) di assicurare una particolare tutela al contraente debole attraverso l’individuazione di una specifica forma di ‘nullità di protezione’.

Temi dell'attività parlamentare: la riforma della dirigenza pubblica

Sul sito della Camera è presente un approfondimento nella sezione Temi dell'attività parlamentare che riguarda la riforma della Dirigenza pubblica.

domenica 6 novembre 2016

Dirigenti PA: il governo allenta la stretta

Pubblicato sul Messaggero di Oggi un articolo dal titolo Sorpresa statali, si allenta la stretta sui dirigenti PA, in cui si anticipano cambiamenti al fine di far entrare la riforma della dirigenza in vigore gradualmente.
Secondo l'articolo, anche a seguito dei pareri che le Commissioni parlamentari dovranno rendere entro mercoledì, il Governo dovrà prevedere una serie di tappe per spalmare su un arco temporale più ampio i nuovi vincoli, dal ruolo unico alla rimodulazione degli stipendi.