Collepardo (Fr)

Collepardo (Fr)
Collepardo (Fr)

venerdì 29 marzo 2019

Convocato il Consiglio Nazionale dell'Unione il 13 aprile a Roma

Convocato dal Presidente Roberto Nobile il Consiglio Nazionale dell'Unione Nazionale Segretari comunali e provinciali, ai sensi dell'art. 13 c.7 dello Statuto, in Roma presso il Salone Risorgimento dell'Hotel Massimo D'Azeglio, Via Cavour 18, il giorno Sabato 13 aprile 2019, in prima convocazione alle ore 9.00 ed in seconda convocazione alle ore 9.30, con chiusura dei lavori non oltre le ore 14.30, col seguente Odg:

Piccoli Comuni. Anci: “In Stato-città accolta nostra richiesta su contabilità economico-patrimoniale”

“Siamo soddisfatti per l’accoglimento in conferenza Stato-città della richiesta Anci di sospendere l’obbligo della contabilità economico finanziaria per i piccoli comuni”. E’ quanto dichiarano i vice presidenti Roberto Pella e Filippo Nogarin, e il sindaco di Novara Alessandro Canelli, che stamani hanno rappresentato l’Anci in conferenza Stato-città. “La vice ministra Laura Castelli – sottolineano i rappresentanti dell’Associazione – ha annunciato stamani che si sta andando verso una soluzione imminente sulla questione della contabilità economica patrimoniale per i piccoli comuni”.
Sul punto Anci aveva più volte richiesto una sospensione dell’adempimento, richiesto per la prima volta ai piccoli enti, che sono tenuti a rispettare il termine del 30 aprile, e con il rischio di pesanti sanzioni in caso di documentazione incompleta. “Ringraziamo il governo e il sottosegretario Candiani – concludono Pella, Nogarin e Canelli – per l’attenzione alla nostra richiesta. Si tratta di un passo fondamentale in vista di una definitiva semplificazione della vita dei comuni su cui abbiamo avanzato tante proposte, in particolare per i piccoli”.

Approfondimento - Obbligo di gestione associata delle funzioni fondamentali dei piccoli Comuni: la Consulta accoglie parzialmente le questioni sollevate dal T.a.r. per il Lazio

In un precedente post abbiamo dato notizia che la Corte Costituzionale con sentenza n. 33 datata 4 marzo 2019 si è pronunciata in ordine alla costituzionalità della norma che impone la gestione associata obbligatoria delle funzioni fondamentali per i Comuni più piccoli (art. 14, comma 28 del decreto legge 31 maggio 2010, n. 78). La norma è stata dichiarata incostituzionale “nella parte in cui non prevede la possibilità, in un contesto di Comuni obbligati e non, di dimostrare, al fine di ottenere l’esonero dall’obbligo, che a causa della particolare collocazione geografica e dei caratteri demografici e socio ambientali, del Comune obbligato, non sono realizzabili, con le forme associative imposte, economie di scala e/o miglioramenti, in termini di efficacia ed efficienza, nell’erogazione dei beni pubblici alle popolazioni di riferimento”.

Posizioni organizzative. Come si decidono gli importi

Io penso che uno dei principali “errori” nella quantificazione della retribuzione di posizione spettante ai dipendenti incaricati di posizione organizzativa, sia quello di ritenere che l’importo dipenda esclusivamente dal risultato della graduazione (o pesatura) delle aree.

Non è così. Il procedimento non è: “peso le aree, stabilisco la retribuzione di posizione e stanzio”, ma è semmai il contrario: “stanzio e sulla base della pesatura attribuisco retribuzione di posizione nel rispetto dello stanziato”.

Accesso civico generalizzato e appalti pubblici, giurisprudenza oscillante

L’accesso agli atti concernenti la procedura di affidamento e la fase di esecuzione dei contratti pubblici è oggetto di una disciplina ad hoc, costituita dalle apposite disposizioni contenute nel Codice dei Contratti Pubblici e, ove non derogate, da quelle in tema di accesso ordinario recate dalla l. n. 241 del 1990. In tale ambito non trova, perciò, applicazione l’istituto dell’accesso civico generalizzato, stante la clausola di esclusione contenuta nell’art. 5-bis, comma 3, d.lgs. n. 33 del 2013.

giovedì 28 marzo 2019

Giornata di formazione e approfondimento organizzata dall'UNSCP Lazio l'11 aprile a Roma

L'unione Nazionale dei Segretari Comunali e Provinciali – Unione Regionale del Lazio organizza per l’11 aprile dalle ore 10,00 alle ore 18,00 a Roma presso la sede dell’UNSCP Via Napoli, 27 – una giornata di approfondimento e formazione, specifica per i Segretari Comunali, sui seguenti temi: 

L’evoluzione interpretativa del codice dei contratti alla luce della recente giurisprudenza 

Il ruolo del segretario comunale dopo la sentenza della corte costituzionale n. 23/2019 
La proposta di direttiva per il rinnovo del CCNL - Assemblea aperta alla discussione 
INTERVERRANNO 
FRANCESCO ARMENANTE – Docente Università di Salerno 
AMEDEO SCARSELLA – Segretario Generale – Vicesegretario Nazionale Vicario UNSCP 
ADRIANO MARINI - già Segretario Generale 
L’Unione del Lazio avrà il piacere di offrire ai colleghi un buffet in pausa pranzo. 
La partecipazione è riservata a tutti i segretari comunali e provinciali ed è gratuita. 
Per motivi organizzativi si richiede comunque di comunicare entro l'8 Aprile la propria partecipazione inviando una mail all’indirizzo urtesidaniela@alice.it
                     IL SEGRETARIO REGIONALE UNSCP LAZIO 
                                                  Daniela Urtesi

Convocata per il 3 aprile l'Assemblea regionale dell'UNSCP Calabria

Convocata dal Segretario Regionale Antonio Quattrone l’Assemblea Regionale dell’U.N.S.C.P. il giorno 03 aprile 2019, alle ore 9,30, presso il Palazzo municipale del Comune di Lamezia Terme (1° piano edificio Sala Napolitano) - Via Sen. Arturo Perugini, per discutere il seguente ordine del giorno:
1. Atto di indirizzo per il rinnovo contrattuale 2016/2018 relativo alla dirigenza Area delle Funzioni locali - Sezione contrattuale speciale per i Segretari comunali e prov.li;
2. Rinnovo organi regionali U.N.S.C.P.: nomina Segretario e Segreteria regionale;
3. Varie ed eventuali.
In considerazione dell’interesse generale dell’argomento iscritto al 1° punto dell’o.d.g. e della necessità di garantire il massimo coinvolgimento della categoria e la più ampia partecipazione possibile all’iniziativa, l’invito è esteso anche ai colleghi non iscritti.

Elezioni amministrative 2019: le istruzioni per la presentazione e l’ammissione delle candidature

Pubblicate dal Ministero dell'Interno  le istruzioni per la presentazione e l’ammissione delle candidature per le elezioni amministrative 2019.
Le istruzioni hanno lo scopo di fornire ai competenti organi un’opportuna guida nel compimento delle operazioni relative alla presentazione e all’ammissione delle candidature per l’elezione diretta del sindaco e del consiglio comunale nei comuni delle regioni a statuto ordinario. Nella pubblicazione vengono illustrate le norme che regolano il procedimento di preparazione e presentazione delle candidature nonché del loro esame da parte delle commissioni e sottocommissioni elettorali circondariali. La materia viene trattata unitariamente per le due categorie di comuni previste dalla vigente legislazione: quelli con popolazione sino a 15.000 abitanti e quelli con popolazione superiore a detto limite demografico; quando sono necessarie istruzioni distinte (in conseguenza dei diversi sistemi elettorali adottati), vengono predisposte, di volta in volta, opportune avvertenze. Anche in questa edizione sono stati inseriti alcuni temi di giurisprudenza in relazione alla presentazione e all’ammissione delle candidature, aggiornandole alla luce dei più recenti orientamenti del Consiglio di Stato.

Approvato definitivamente il ddl di conversione del DL su reddito di cittadinanza e pensioni. Nuove regole per le assunzioni degli enti locali

 Con 150 voti favorevoli, 107 contrari e 7 astensioni, l'Assemblea di Palazzo Madama, mercoledì 27 marzo, ha approvato, in via definitiva, il ddl di conversione del decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4, recante disposizioni urgenti in materia di reddito di cittadinanza e di pensioni (A.S. n. 1018-B). Servizio Bilancio, Nota Breve n. 65, A.S. 1018-B: "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4, recante disposizioni urgenti in materia di reddito di cittadinanza e di pensioni" 

L’ampliamento delle capacità assunzionali a tempo indeterminato

L’ampliamento delle capacità assunzionali a tempo indeterminato con la estensione a 5 del numero di anni precedenti in cui i risparmi derivanti da cessazioni possono essere utilizzati e l’anticipo, per il triennio 2019/2021, allo stesso anno della possibilità di utilizzazione dei resti delle capacità assunzionali, nonché l’introduzione del vincolo ai neo assunti della permanenza nella stessa sede per almeno 5 anni. Sono queste le principali novità dettate per le assunzioni di personale dal testo della legge di conversione del DL n. 4/2019 approvato in prima lettura dal Senato, che ricordiamo essere il provvedimento che detta le misure per l’applicazione della cd quota 100 per il collocamento in quiescenza e per il reddito di cittadinanza. Il testo è adesso passato all’esame della Camera e dovrebbe essere convertito entro la fine del mese di marzo (ndr il provvedimento è stato approvato definitivamente).

La nota Anci sulle novità in materia di assunzioni approvate negli ultimi provvedimenti

L’Anci ha predisposto una nota esplicativa sugli ultimi provvedimenti introdotti in materia di assunzioni dalla normativa recente (reddito di cittadinanza, del semplificazioni, ddl miglioramento della PA) e ha inviato la stessa al ministro per la Pubblica amministrazione, Giulia Bongiorno, ringraziandola per l’impegno e attenzione alle nostre richieste.
Esprimendo “apprezzamento per le norme contenute nella legge di conversione del Dl 4/2019, norme che recepiscono proposte fatte da Anci”, l’Associazione ricorda che resta il nodo delle graduatorie. “Rimane infatti insoluta la possibilità di uno scorrimento limitato – spiega nella lettera l’Anci – fissato in una percentuale che potrebbe consentire di garantire la piena continuità dei servizi”. Da qui la richiesta di una “soluzione tecnica alla problematica che sta molto preoccupando i Comuni”.