Collepardo (Fr)

Collepardo (Fr)
Collepardo (Fr)

lunedì 23 maggio 2016

Eccola: la sentenza del Tribunale di Milano che riconosce i diritti di rogito ai Segretari (sent. n. 1539/2016)

"La letterale applicazione della norma che, nella sua chiarezza non necessita di alcuna interpretazione, non può che condurre all’accoglimento delle ragioni di parte ricorrente".
Ancora: "Le considerazioni svolte dalla Corte dei Conti, potrebbero, in linea di principio, essere condivisibili laddove attribuiscono un rilievo preminente all’interesse pubblico rispetto all’interesse del singolo segretario, tuttavia paiono offrire un’interpretazione della norma che mal si concilia con il dettato normativo. In sostanza, nell’intento di salvaguardare beni pur meritevoli di tutela, finisce per restringere il campo di applicazione della norma compiendo un’operazione di chirurgia giuridica non consentito nemmeno in nome della res pubblica".

Sono questi alcuni passaggi della sentenza del Tribunale di Milano n. 1539/2016 che ha riconosciuto il diritto a percepire i compensi ai Segretari che operano nei comuni in cui non vi sono dirigenti.


Si ringrazia il collega Luca Costantini per il tempestivo invio della sentenza.
Qui il comunicato dell'Unione sulla prima sentenza sulla piena spettanza dei diritti di “rogito” ai Segretari nei Comuni privi di altro personale dirigenziale a prescindere dalla fascia di inquadramento.
Sulla sentenza della Corte Costituzionale, che era giunta alle medesime conclusioni, si vedano i precedenti post:

Sui diritti di rogito dopo il DL 90/2014, conv. con L. 114/2014 si vedano i precedenti post:

1 commento:

  1. NELLA NEBBIA

    È strano vagare nella nebbia!
    Solo è ogni cespuglio e pietra,
    Nessun albero vede l’altro,
    Ognuno è solo.
    Pieno di amici era per me il mondo,
    Quando la mia vita era ancora luminosa;
    Adesso, che la nebbia cala,
    Nessuno si vede più.
    In verità, nessuno è saggio
    Se non conosce il buio,
    Che piano ed inesorabilmente
    Da tutti lo separa.
    Strano, vagare nella nebbia!
    Vivere è essere soli.
    Nessuno uomo conosce l’altro,
    Ognuno è solo.
    Hermann Hesse

    RispondiElimina