Collepardo (Fr)

Collepardo (Fr)
Collepardo (Fr)

lunedì 27 aprile 2015

Diritti di rogito: nuovo parere della Corte dei Conti Lombardia (del. n. 170/2015)

La Corte dei Conti, Sezione di Controllo per la Lombardia, con un nuovo parere, deliberazione n. 170 del 22/04/2015, torna ad occuparsi dei diritti di rogito a seguito del Dl 90/2014, conv. con L. n. 114/2014.
La sezione Lombarda conferma che la nuova disposizione "prevede e distingue le due ipotesi legittimanti l’erogazione di quota dei proventi. La prima, quella dei segretari preposti a comuni privi di personale con qualifica dirigenziale, fattispecie in cui non ritiene rilevante la fascia professionale in cui è inquadrato il segretario preposto. La seconda, quella dei segretari che non hanno qualifica dirigenziale, in cui riconnette l’attribuzione di quota dei diritti di rogito allo status professionale del segretario preposto, prescindendo dalla classe demografica del comune di assegnazione".
Quanto ai Segretari in convenzione la sezione poi afferma "che, alla luce della formulazione letterale della norma in esame, si deve ritenere che, nel caso di convenzione di segreteria fra comuni privi di personale con qualifica dirigenziale, sia possibile attribuire, ai sensi del nuovo art. 10, comma 2-bis, del  D.L. n. 90/2014, quota dei diritti di rogito, a prescindere dalla fascia professionale in cui è inquadrato, in concreto, il segretario preposto".
Sui diritti di rogito dopo il DL 90/2014, conv. con L. 114/2014 si vedano i precedenti post:

Nessun commento:

Posta un commento