Collepardo (Fr)

Collepardo (Fr)
Collepardo (Fr)

venerdì 20 novembre 2015

Progettisti, incentivi pieni per le attività pre-riforma

Gli incentivi previsti per i dipendenti pubblici che hanno lavorato all'atto di programmazione della Pubblica amministrazione devono essere garantiti se le attività sono state svolte prima della riforma legislativa che ne ha limitato l'uso, e purché l'atto «risulti collegato direttamente e in modo immediato alla progettazione di un'opera pubblica». La Corte dei conti della Lombardia - delibera n. 417/2015 – ha chiarito così i dubbi di un Comune sulla liquidazione dei compensi impegnati per i propri dipendenti incaricati di redigere gli atti del Piano di governo del territorio (Pgt). Nel caso in esame, il Piano è entrato in vigore a febbraio 2014, prima cioè dell'abrogazione - intervenuta ad agosto dello scorso anno - di due norme del Codice degli appalti pubblici che disciplinavano gli incentivi per le attività di progettazione e pianificazione (articolo 13, comma 1, Dl 90/2014, convertito in legge n. 114/2014, abrogazione commi 5 e 6, articolo 92, Dlgs n. 163/2006).
Inizia così l'articolo di Francesco Clemente dal titolo Progettisti, incentivi pieni per le attività pre-riforma pubblicato dal quotidiano del Sole24Ore Enti Locali & PA.

Sulla nuova disciplina degli incentivi ai tecnici, già pubblicati su questo blog:

Nessun commento:

Posta un commento