Collepardo (Fr)

Collepardo (Fr)
Collepardo (Fr)

giovedì 26 febbraio 2015

Cantone in Sicilia parla (bene) dei segretari comunali


Notizia tratta dal sito dell'Associazione Vighenzi:
Per «immettere i necessari anticorpi nel nostro sistema Paese malato», ... sono tre i meccanismi da utilizzare: la valorizzazione della Pubblica amministrazione, la trasparenza, e la tutela della probità dei funzionari. «Bisogna valorizzare la parte migliore delle pubbliche amministrazioni e attivare meccanismi di prevenzione dall'interno» perché la lotta alla corruzione deve partire soprattutto dal basso, dagli enti locali, quelli più a diretto contatto con i cittadini e i loro bisogni e richieste, lì dove si annida la maggiore quantità di corruzione. E questo significa che i funzionari devono essere competenti e indipendenti. Per cui meglio i segretari generali, «che garantiscono indipendenza all'attività dei sindaci», piuttosto che i manager, come vorrebbero i comuni del Nord, perché, «essendo legati alle amministrazioni da contratti, perdono la loro autonomia dalla politica». Non solo. Ai sindaci del Distretto del Sud Est Cantone dice che «un segretario generale sa dove si può nascondere il rischio di corruzione, e sa bene quali strumenti e meccanismi utilizzare per rendere più complicata la corruzione». Uno strumento fondamentale in questa battaglia è la rotazione dei funzionari e del personale perché garantisce «imparzialità, indipendenza e trasparenza». «Se in un ufficio c'è qualcuno talmente bravo di cui non si può fare a meno è un ufficio che lavora male». E aggiunge. «Gli imprenditori non si preoccupano tanto della criminalità organizzata, che hanno imparato a conoscere e dalla quale difendersi, quanto dell'eccesso di burocrazia, dei meccanismi della non decisione».
Altro strumento fondamentale per contrastare la corruzione è la trasparenza degli atti amministrativi. La possibilità per tutti i cittadini di leggere in rete, da casa propria, tutti i documenti e i procedimenti delle amministrazioni locali e la possibilità di monitorarli e studiarli. «Quante volte, per esempio, per gli appalti vengono usate procedure di somma urgenza o procedure negoziali» e altre forme dove, al di fuori delle regole di concorrenzialità, spesso si annidano atti illeciti? «La trasparenza, inoltre, assicura un controllo diffuso da parte dei cittadini e sono tanti quelli che giornalmente fanno segnalazioni all'Autorità nazionale anticorruzione».
E ancora è essenziale assicurare che chi riveste cariche pubbliche ne abbia i requisiti «evitando soggetti che hanno condanne passate in giudicato», che ci siano «conflitti di interesse reali o potenziali», che «ricoprano 100 cariche in 100 posti diversi, perché nessuno è superman», e che, «dismesso un ruolo, passino subito dall'altra parte».
E conclude. «La pubblica amministrazione deve diventare una casa di vetro, deve dare il meglio di sé e dare l'esempio».

Nessun commento:

Posta un commento