Collepardo (Fr)

Collepardo (Fr)
Collepardo (Fr)

giovedì 2 agosto 2018

Diritti di rogito: ecco la deliberazione della Sezione Autonomie che ha sancito il cambio di interpretazione sulla spettanza dei diritti ai segretari di fascia A e B in enti privi di dirigenti (Sez. Autonomie n. 18/2018)

La Sezione delle autonomie della Corte dei conti, pronunciandosi sulla questione di massima posta dalla Sezione regionale di controllo per il Veneto con la deliberazione n. 192/2018/QMIG, enuncia il seguente principio di diritto: “In riforma del primo principio di diritto espresso nella delibera 21/SEZAUT/2015/QMIG, alla luce della previsione di cui all’art. 10 comma 2-bis, del d.l. 24 giugno 2014, n. 90, convertito, con modificazioni dalla legge 11 agosto 2014, n. 114, i diritti di rogito, nei limiti stabiliti dalla legge, competono ai segretari comunali di fascia C nonché ai Segretari comunali appartenenti alle fasce professionali A e B, qualora esercitino le loro funzioni presso enti nei quali siano assenti figure dirigenziali”.
In argomento si vedano i precedenti post:


Per un esame compiuto della problematica si veda l'apposita sezione del Blog.

7 commenti:

  1. Ha pienamente ragione il collega che ha inviato il messaggio sul forum dei segretari comunali http://www.forumsegretari.emunicipio.it/jsps/382/Home_page/501/Blog.jsp?topic=5304
    (26/07/2018 20:31) E` chiaro che la piu` marchiana ingiustizia, e grave disparita` di trattamento sta nella incomprensibile discriminazione, ai fini della titolarita` alla percezione dei diritti di rogito, tra segretari che operano in enti con dirigenti e segretari che operano in comuni senza dirigenza. Che razza di legge e` quella. Quale ratio la supporta? Trattasi di norma gravemente aberrante.
    Io ho fatto ricorso. Eravamo inizialmente in 20. all'atto di firmare la procura siamo rimasti in tre. Fra coloro che si sono “coraggiosamente” ritirati anche il segretario regionale dell'UNSCP che addirittura aveva proposto il legale e preannunciato il ricorso di almeno una decina di suoi adepti.
    Nessun intervento ad adjuvandum dell'UNSCP.
    Ma io vado avanti. Spero che venga sollevato l'incidente di costituzionalità.
    Spero che l'UNSCP sappia dare soluzione a questo e agli altri problemi (fra cui fondamentali la reformatio in pejus e una riforma dello spoil system limitata a colo che scelgono di essere dirigenti attuativi ed interpreti del programma del sindaco – dato che è chiaramente insostenibile la testi di poter swvolgere seriamente il proprio lavoro come controllori e controllati dell’operato) anche in sede di CCNL.
    Da non dimenticare neppure il problema posto dalla Corte Conti Lombardia sul trattamento accessorio dei segretari da mantenersi entro il limite del 2016. E se nel 2016 nell’Ente non c'erano segretari titolari, quelli che adesso o nel 2017, hanno applicato gli istituti del CCNL (galleggiamento, maggiorazione posizione, indennità di risultato con obiettivi prefissati), buttano il 16.5.2001 nel cestino se il tetto del 2016 venisse sforato?
    IGNAZIO BAGLIERI

    RispondiElimina
    Risposte
    1. segretario del nord21 agosto 2018 09:23

      sistema aberrante in base al quale chi opera in classi inferiori guadagna più che in classi superiori specialmente se si è fatto delle larghe convenzioni con piccoli e medi comuni

      Elimina
  2. segretario del nord21 agosto 2018 09:20

    Ma il nostro contratto a che punto è ? Ci sono tante questioni da discutere e non solo economiche (leggi convenzioni,spoil sistem,reggenze e supplenze ,retrocessione in classi inferiori solo previo passaggio in disponibilità )

    RispondiElimina
  3. Su tutte le problematiche segnalate cec un silenzio assordante dell'UNSCP

    RispondiElimina
  4. Quali azioni legali l'UNSCP ha intentato su reformatio in pejus, diritti rogito per la disparità di trattamento fra segretari con e senza dirigenti? Si stanno intraprendendo contatti col ministero, quale piattaforma sindacale si sta elaborando? Nulla è dato sapere.

    RispondiElimina
  5. segretario arrabbiato molto22 agosto 2018 09:39

    E in ordine ai colleghi che causa diversa interpretazione sul modo di conteggiare gli abitanti ai fini delle convenzioni rischiano alla scadenza di doversi mettere in disponibilità per riprendere la stessa convenzione nel frattempo declassata cosa state facendo ?sveglia !!!

    RispondiElimina
  6. Mi aspetterei un commento di Scarsella, anche perché fortemente impegnato in unscp e, penso, non solo a captare l'ormai intollerabile abbandono dei segretari a se stessi.

    RispondiElimina