Collepardo (Fr)

Collepardo (Fr)
Collepardo (Fr)

lunedì 18 settembre 2017

La nuova disciplina dell’appalto pubblico dopo il correttivo: studio del Consiglio nazionale del notariato

Il Consiglio nazionale del notariato ha pubblicato lo studio n. 588-2016/C (La nuova disciplina dell’appalto pubblico dopo il correttivo: profili di interesse notarile), che delinea le novità introdotte nel sistema degli appalti pubblici dal correttivo (D.lgs. 19 aprile 2017, n. 56 recante “Disposizioni integrative e correttive al decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50”).

Questo l'abstract:
A quasi un anno dalla emanazione del decreto legislativo n. 50 del 2016 - che ha riscritto il codice degli appalti pubblici secondo le Direttive comunitarie nn. 23, 24 e 25 del 2014 - il Governo si è avvalso della facoltà concessa dall’art. 1, comma 8, della legge delega n. 11/2016, adottando disposizioni integrative e correttive al codice degli appalti. Il decreto correttivo pubblicato in Gazzetta ufficiale il 5 maggio 2017 (D.lgs. 19 aprile 2017, n. 56 recante “Disposizioni integrative e correttive al decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50”), si compone di 131 articoli e contiene oltre 400 modifiche al codice degli appalti, modellando, a volte in maniera incisiva, l’impianto delineato dal legislatore del 2016. Lo studio si propone di offrire una guida alla lettura del rinnovato sistema degli appalti pubblici, delineando gli istituti rilevanti e le novità giurisprudenziali, con particolare riguardo alla funzione notarile. In tale prospettiva, risulta oggetto di peculiare approfondimento non solo la disciplina relativa allo svolgimento della procedura di appalto ma, soprattutto, quella concernente la stipula del contratto e le vicende ad essa successive.
Per approfondimenti sul tema si veda la sezione del blog Codice dei Contratti Pubblici (D.lgs. 50/2016).

Nessun commento:

Posta un commento