Collepardo (Fr)

Collepardo (Fr)
Collepardo (Fr)

venerdì 4 marzo 2016

Riforma della dirigenza pubblica: Madia rassicura su confronto preventivo con ANCI prima di varare norme sulla dirigenza pubblica

Il governo sta preparando un secondo pacchetto di provvedimenti nell'ambito della riforma della pubblica amministrazione, come anticipato dal ministro Marianna Madia intervenendo alla Conferenza delle Regioni, che riguardano la dirigenza pubblica.
Nel corso della Conferenza Unificata svolta ieri ministro per la Semplificazione, Marianna Madia, si è impegnata a discutere preventivamente con Anci la questione della dirigenza pubblica, prima di licenziare il testo in Consiglio dei ministri. 

Riforma PA: Nota ANCI sullo schema di decreto legislativo revisione e semplificazione delle disposizioni in materia di prevenzione della corruzione, pubblicità e trasparenza

La Conferenza Unificata svolta ieri 3 marzo 2016 si è espressa su alcuni dei Decreti legislativi, approvati in via preliminare il 20 gennaio, applicativi della Riforma Madia (L 124/2015).

Tra questi lo schema di decreto legislativo recante revisione e semplificazione delle disposizioni in materia di prevenzione della corruzione, pubblicità e trasparenza correttivo della legge 6 novembre 2012, n. 90 e del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33, ai sensi dell’articolo 7 della legge 7 agosto 2015, n. 124, in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche.

Riforma PA: Nota ANCI sullo schema di decreto legislativo recante modifiche e integrazioni al Codice dell'Amministrazione Digitale

La Conferenza Unificata svolta ieri 3 marzo 2016 si è espressa su alcuni dei Decreti legislativi, approvati in via preliminare il 20 gennaio, applicativi della Riforma Madia (L 124/2015).

Tra questi lo Schema di decreto legislativo recante modifiche e integrazioni al Codice dell’Amministrazione Digitale di cui al Decreto Legislativo 7 marzo 2005, n. 82, ai sensi dell’articolo 1 della Legge 7 agosto 2015, n. 124, in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche.

Riforma PA: Nota ANCI sullo schema di decreto legislativo recante norme per il riordino della disciplina in materia di conferenza dei servizi

La Conferenza Unificata svolta ieri 3 marzo 2016 si è espressa su alcuni dei Decreti legislativi, approvati in via preliminare il 20 gennaio, applicativi della Riforma Madia (L 124/2015).

Riforma PA: La nota ANCI sullo schema di DPR recante norme per la semplificazione e l’accelerazione dei procedimenti amministrativi

La Conferenza Unificata svolta ieri 3 marzo 2016 si è espressa su alcuni dei Decreti legislativi, approvati in via preliminare il 20 gennaio, applicativi della Riforma Madia (L 124/2015).

Riforma PA: Nota ANCI sullo schema di decreto legislativo relativo alla SCIA

La Conferenza Unificata svolta ieri 3 marzo 2016 si è espressa su alcuni dei Decreti legislativi, approvati in via preliminare il 20 gennaio, applicativi della Riforma Madia (L 124/2015).

Martedì 8 marzo Segreteria Regionale dell'Unione Regionale del Lazio

E' convocata una Segreteria Regionale dell'U.N.S.C.P. del Lazio il giorno martedì 8 marzo 2016 alle ore 15,30, presso la sede dell'Unione sita in via Napoli n. 27 a Roma.

Dossier del Servizio Studi di Camera e Senato sullo schema di D.Lgs. contenente la revisione disposizioni in materia di prevenzione della corruzione e di trasparenza

Come scritto in un precedente post il 17 febbraio si è concretizzato un fatto storico, essendo approdato in Parlamento il primo Decreto di reale impatto attuativo della riforma Madia, tra gli 11 approvati in esame preliminare dal Governo il 20 gennaio

Si tratta del decreto legislativo recante la revisione e la semplificazione delle disposizioni in materia di prevenzione della corruzione pubblica e trasparenza, correttivo della legge 6 novembre 2012, n. 190 e del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33 ai sensi dell’articolo 7, della legge 7 agosto 2015, n. 124, in materia di riorganizzazione della amministrazioni pubbliche.

Riforma P.A. procede spedita grazie a concorso Regioni

La riforma della Pubblica Amministrazione procede a passo spedito grazie anche al concorso delle Regioni”, lo ha dichiarato il Presidente della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini, commentando il via libera ad alcuni decreti legislativi che attuano la Legge 124 del 2015. “Come avevamo concordato nel corso del confronto con il Ministro Madia”, avvenuto proprio nella sede della Conferenza delle Regioni lo scorso 25 febbraio, “abbiamo fornito il parere a provvedimenti importanti che riguardano la semplificazione della ‘segnalazione certificata di inizio attività’, con una ‘SCIA’ unica, la razionalizzazione delle Conferenze dei servizi, la trasparenza e il codice dell’amministrazione digitale solo per fare qualche esempio.

giovedì 3 marzo 2016

Accesso civico e trasparenza della Pubblica Amministrazione alla luce delle (previste) modifiche alle disposizioni del Decreto Legislativo n.33/2013

Pubblicato sulla rivista federalismi.it un articolo di Diana-Urania Galetta, Professore ordinario di Diritto amministrativo presso l'Università degli Studi di Milano, dal titolo Accesso civico e trasparenza della Pubblica Amministrazione alla luce delle (previste) modifiche alle disposizioni del Decreto Legislativo n. 33/2013.

Nota di lettura UPI alla legge di conversione del Milleproroghe (L. n. 21/2016)

In un precedente post abbiamo dato notizia della pubblicazione della legge di conversione (L. 21/2016) del tradizionale decreto legge di fine anno, recante la proroga di termini legislativi (DL 210/2015), sulla Gazzetta Ufficiale del 26 febbraio 2016. 

Le perplessità del Consiglio di Stato sul nuovo diritto di accesso civico

Il Consiglio di Stato, Sezione consultiva per gli atti normativi, durante l’adunanza di sezione n. 343 del 18 febbraio 2016, su richiesta dell’Ufficio legislativo del Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione, ha espresso il suo parere, manifestando anche le sue critiche e perplessità, sullo schema di decreto legislativo in materia di prevenzione della corruzione, pubblicità e trasparenza (“Revisione e semplificazione delle disposizioni in materia di prevenzione della corruzione, pubblicità e trasparenza, correttivo della legge n.190/2012 e del D.Lgs. n. 33/2013, ai sensi dell’art. 7 della legge n. 124/2015 in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche”).

Testo unico sui servizi pubblici locali di interesse economico generale: finalmente il testo approvato dal Governo

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione Maria Anna Madia, ha approvato, in esame preliminare, il 20 gennaio 12 decreti legislativi attuativi della L. 124/2015 (Legge Madia), tra i quali un decreto legislativo recante il Testo unico sui servizi pubblici locali di interesse economico generale. 
Dopo molta attesa sul sito del Governo è stato pubblicato il testo definitivo dell'atto approvato.

Excursus sulla normativa di contrasto alla corruzione accompagnato da una domanda: innovazione legislativa efficace per la pubblica amministrazione?

Pubblicato sulla rivista on line AMMINISTRATIV@MENTE, n. 10/12 2015 un articolo di Fabrizio Giulimondi dal titolo Excursus sulla normativa di contrasto alla corruzione accompagnato da una domanda: innovazione legislativa efficace per la pubblica amministrazione?

L’istituto della revoca e i suoi effetti sul piano dei rapporti negoziali

Pubblicato sulla rivista on line AMMINISTRATIV@MENTE, n. 10/12 2015 un articolo di Maurizio Asprone dal titolo L’istituto della revoca e i suoi effetti sul piano dei rapporti negoziali.

Il “Baratto amministrativo”. Prime riflessioni sull’art. 24 della legge n. 164/2014

Pubblicato sulla rivista on line AMMINISTRATIV@MENTE, n. 10/12 2015 un articolo di Francesco Ferzetti dal titolo Il “Baratto amministrativo”. Prime riflessioni sull’art. 24 della legge n. 164/2014.

mercoledì 2 marzo 2016

Solo 1 sindaco su 7 è donna in Italia. Niente quote rosa nei Comuni

Poche donne nelle giunte comunali. In alcuni casi nemmeno una. In 1 comune su 4 la rappresentanza femminile è al di sotto della percentuale prevista dalla legge. A meno di due anni dalla sua approvazione, la riforma Delrio è ancora incompiuta.

Il Ddl n. 56/2014, comma 147 art. 1, prevede che «nelle giunte dei comuni con popolazione superiore a 3000 abitanti nessuno dei due sessi può essere rappresentato in misura inferiore al 40%, con arrotondamento aritmetico».
Già la legge 215 del 2012 imponeva di inserire negli statuti comunali norme sulle pari opportunità tra uomo e donna per garantire «la presenza di entrambi i sessi nelle giunte». Ma oggi per Tar e Consiglio di Stato l'osservanza delle quote rosa è un obbligo non più eludibile.

Partecipazione politica e riequilibrio di genere nelle assemblee elettive e negli organi di governo: legislazione e giurisprudenza costituzionale nell’ordinamento italiano

Pubblicato sulla rivista on line dell'AIC - Associazione Italiana Costituzionalisti - un saggio di Anna Falcone  dal titolo Partecipazione politica e riequilibrio di genere nelle assemblee elettive e negli organi di governo: legislazione e giurisprudenza costituzionale nell’ordinamento italiano.
Il saggio affronta analiticamente, nella sua evoluzione legislativa e interpretazione giurisprudenziale, il problema dell’affermazione della parità di genere nell’accesso alle cariche elettive pubbliche e di governo, inquadrato come parametro e indice di democraticità formale e sostanziale del sistema democratico. 

Contributo straordinario corpi di polizia: escluso per il personale della Polizia Locale

La Ragioneria Generale dello Stato, con la nota 6418, avente ad oggetto "Articolo l, comma 972, della legge 28 dicembre 2015, n.208 (Legge di stabilità 2016)", ha risposto ad un quesito posto da un Ente Locale. Il Comune istante ha chiesto di conoscere, preliminarmente, se il contributo straordinario previsto dalla norma in oggetto spetti anche agli " ... addetti del Corpo di polizia Locale", tenuto conto che l 'articolo l, comma 972, nel prevedere che l'emolumento in questione spetti " ... al personale appartenente ai Corpi di polizia, al Corpo nazionale dei vigili del fuoco e alle Forze armate ... ", non specifica espressamente se i Corpi di polizia indicati debbano intendersi limitati a quelli statali oppure, in una interpretazione estensiva della disposizione in esame, ricomprendano anche quelli locali.

Dossier del Servizio Studi del Senato sullo schema di decreto in materia di misurazione e valutazione della performance delle pubbliche amministrazioni

In un precedente post abbiamo dato notizia della presentazione in Parlamento, per il prescritto parere, dello Schema di decreto del Presidente della Repubblica recante regolamento in materia di misurazione e valutazione della performance delle pubbliche amministrazioni.

martedì 1 marzo 2016

Graduatorie corso universitario di alta formazione in “organizzazione e management dei servizi pubblici locali”, a.a. 2015 – 2016

Pubblicate sul sito del Ministero dell'interno le graduatorie di selezione, divise per fasce, per i n. 120 Segretari comunali e provinciali, ai fini dell’ammissione al Corso universitario di alta formazione in “Organizzazione e management dei servizi pubblici locali”, anno accademico 2015 – 2016, in collaborazione con il Dipartimento di Management e Diritto dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”.

Graduatorie corso universitario di alta formazione in “organizzazione e comportamento amministrativo”, a.a. 2015 – 2016

Pubblicate sul sito del Ministero dell'interno le graduatorie di selezione, divise per fasce, per i n. 120 Segretari comunali e provinciali, ai fini dell’ammissione al Corso universitario di alta formazione in “Organizzazione e comportamento amministrativo”, anno accademico 2015 – 2016, in collaborazione con il Dipartimento di Management e Diritto dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”.

Il rimborso delle spese legali al personale

Il rimborso delle spese legali sostenute dai dipendenti per ragioni strettamente attinenti alle attività svolte è disciplinato dalla contrattazione collettiva nazionale. La disciplina è contenuta, per il personale, nell’articolo 28 del CCNL 14.9.2000, cd code contrattuali. Per i dirigenti si deve fare riferimento alle disposizioni sostanzialmente analoghe contenute nell’articolo 12 del CCNL 12.2.2002. Per i segretari l’articolo 49 del CCNL 16.5.2001 dispone esclusivamente per la tutela attraverso la copertura assicurativa; l’ammissibilità del rimborso delle spese legali è una conclusione cui si perviene in via interpretativa, ex pluris TAR Veneto 853/2000 e TAR Lecce 671/1999.

Occorre restare rigorosamente nell’ambito delle previsioni dettate dalle disposizioni contrattuali, nonché della possibilità prevista dalla citata disposizione contrattuale che l’ente anticipi tali oneri. In particolare, è necessario garantire il rispetto dei vincoli dettati dalla disposizione.

Sbloccate le assunzioni per la Polizia municipale in sei regioni

Si sbloccano le assunzioni della Polizia municipale in Basilicata, Emilia Romagna, Lazio, Marche, Piemonte e Veneto che sono così le prime regioni che potranno procedere a nuove assunzioni. 

Relazione sulla gestione finanziaria degli Enti locali

Con Deliberazione n. 8/SEZAUT/2016/FRG la Corte dei Conti, Sezione Autonomie, ha approvato la Relazione sulla gestione finanziaria degli Enti locali relativa all'esercizio 2014.

La responsabilità amministrativa del personale

La responsabilità amministrativa matura in capo al personale nel caso di condanna per assenteismo, intendendo come tale sia l’alterazione dei meccanismi di rilevazione delle presenze, sia nel caso di certificazione di malattia risultata non veritiera. Essa matura anche nel caso di condanna per un reato contro la pubblica amministrazione. Sono queste alcune delle indicazioni dettate dalla più recente giurisprudenza della Corte dei Conti. Indicazioni che vanno nella direzione di aumentare le fattispecie in cui i dipendenti sono oggetto della maturazione di questa forma di responsabilità. Occorre ricordare che i presupposti sono essenzialmente i seguenti: illegittimità degli atti adottati e/o della condotta tenuta dal dipendente; avere determinato un danno alle finanze dell’ente in termini di maggiore spesa e(o di minore entrata; presenza del requisito psicologico del dolo o della colpa grave. Si deve sottolineare che la giurisprudenza contabile sta prestando una crescente attenzione alla maturazione di responsabilità amministrativa per l’avere apportato un danno alla immagine dell’ente.

In Gazzetta ufficiale la legge di conversione del decreto legge proroga termini (LEGGE 25 febbraio 2016, n. 21)

Approvata – con la definitiva votazione del Senato nella seduta del 24 febbraio 2016 - la legge di conversione (L. 21/2016) del tradizionale decreto legge di fine anno, recante la proroga di termini legislativi (DL 210/2015), è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 26 febbraio 2016. 

Anche quest’anno il testo del decreto legge viene formulato con la divisione in capitoli per materia, anzi proprio per Ministero ed amministrazione di riferimento. La legge di conversione, pur mantenendo tale distinzione, ha inserito una serie di integrazioni non sempre omogenee al testo.
Nel coacervo di interventi, si ritrovano sia statuizioni di rilievo economico sociale - come la reiterazione delle assunzioni nelle pp.aa. limitate al turn over ovvero come i termini di valenza editoriale -, sia proroghe di rilievo giuridico economico – come il rinvio dell’entrata in vigore di rilevanti normative per le imprese di settore in tema di ambiente e di appalti pubblici -, sia di rilievo processuale – come nel caso dell’ennesimo rinvio del processo amministrativo digitale.

Intesa tra Anci Toscana e Segretari comunali

Anci Toscana e l’Unione dei segretari comunali e provinciali (Unscp) hanno siglato un importante accordo di collaborazione e cooperazione: obiettivo, promuovere iniziative congiunte sia per la consulenza ai Comuni, sia per organizzare corsi di formazione ad hoc.
“La figura del segretario comunale è importante per i Comuni e preziosa per ogni sindaco – commenta il presidente di Anci Toscana Matteo Biffoni – Questa intesa da potrà un lato faciliterà l’attività delle ammnistrazioni, dall’altro qualificherà ulteriormente le professionalità specifiche”.

La Corte dei Conti Sezione Autonomie sui limiti assunzionali in caso di reinternalizzazione di un servizio

La Corte dei Conti, Sezione delle Autonomie, con la deliberazione n. 4-2016, si pronuncia in merito all'incidenza sui vincoli di finanza pubblica del personale riassorbito in conseguenza della reinternalizzazione di un servizio, affermando il seguente principio di diritto: “nei casi di trasferimento di personale ad altro ente pubblico derivante dalla soppressione di un ente obbligatoriamente disposta dalla legge, non si ritiene applicabile il limite assunzionale fissato dalla normativa vigente in materia di spese di personale ai fini del coordinamento di finanza pubblica. La deroga al detto vincolo comporta, tuttavia, il necessario riassorbimento della spesa eccedente negli esercizi finanziari successivi a quello del superamento del limite”.

L'Anac chiede più incompatibilità per i politici

Più barriere per chiudere le «porte girevoli» fra politica e incarichi amministrativi di vertice, estendendo le incompatibilità e le inconferibilità prima di tutto alla politica nazionale, per coprire un buco che rappresenta «una delle più vistose carenze» delle norme attuali, e rivedendo le regole per gli altri.