Collepardo (Fr)

Collepardo (Fr)
Collepardo (Fr)

giovedì 28 maggio 2015

A Cassino giornata di formazione sulla normativa anticorruzione

Il Segretario Provinciale UNSCP di Frosinone, Luca Alteri, comunica che il giorno 29.05.2015 dalle ore 9,00 alle 14,00 presso il Comune di Cassino, palazzo comunale, sala Restagno, si terrà la prima giornata (delle due previste) del corso di aggiornamento per il contrasto alla corruzione, tenuta dal docente Dr. Arturo Bianco.

In relazione ai rapporti con UNSCP regionale del Lazio sono invitati a partecipare al seminario tutti gli iscritti all’UNSCP.
Il programma del Corso è il seguente:
Prima giornata (29 maggio 2015)
- Il carattere della legge 190/2012
- Il piano anticorruzione
- Il responsabile anticorruzione
- Le novità sul procedimento amministrativo
- La nuova configurazione dei reati contro la PA
- Gli effetti delle condanne per reati contro la PA
- I vincoli dei dirigenti/responsabili
- L'applicazione delle disposizioni di prevenzione
- La rotazione dei dirigenti e dei dipendenti
Seconda giornata (data da definire)
- Il codice di comportamento
- I regali
- Le comunicazioni
- I vincoli per i dirigenti/responsabili
- Il codice di comportamento integrativo-
- Il piano per la trasparenza
- Il responsabile per la trasparenza
- L'applicazione delle novità per la trasparenza

Riforma Pubblica amministrazione. Ministro Madia: sarà approvata entro l’autunno

Roma – 27 maggio 2015 “Al massimo entro l’autunno verrà approvata definitivamente la riforma della Pubblica amministrazione”. Lo ha detto il ministro della PA, Marianna Madia, in occasione di Forum Pa 2015. Ad inaugurare l’appuntamento annuale col Forum dedicato alla pubblica amministrazione infatti è stata la Madia che ha costruito un dialogo pubblico col suo collega Ministro francese della Riforma dello Stato e della Semplificazione Thierry Mandon sulle riforme della PA nei due Paesi.

A chi sottolineava il primato dei francesi nel campo della pubblica amministrazione, la Madia ha risposto: “Noi non siamo e non saremo da meno. Stiamo facendo in Italia molte cose innovative e continueremo a farlo in modo costante. Siamo molto bravi anche noi”. Il confronto tra i due Ministri è stato molto interessante: “abbiamo parlato soprattutto di modernizzazione, di digitalizzazione, di apertura dei dati pubblici, insomma di come oggi le tecnologie ci possono aiutare a rivoluzionare il rapporto tra amministrazione e cittadini, rendendo la nostra amministrazione più democratica per tutti”, ha dichiarato la Madia.
“Al nostro insediamento, abbiamo trovato un Paese distrutto dalla crisi economica, è il Paese che abbiamo ereditato”, continua il Ministro italiano. “Abbiamo voluto investire per uscire dall’austerità, abbiamo deciso di cambiare via per uscire dalla crisi, e oggi scommettiamo sulle parole ‘crescita’ e ‘riforme’. Non ci sono lavoratori di serie A e di serie B: il bonus di 80 euro per i redditi più bassi lo abbiamo dato a tutti. Noi siamo il governo che riporterà l’Italia ai livelli giusti, auspico che dalla prossima legge di stabilità si possa riprendere il dialogo sui contratti pubblici».
Ai lavoratori dell’Usb che l’hanno contestata la Madia ha dato rassicurazioni: “Io non ho detto bugie, ma ho detto che è con la Legge di Stabilità che si decide e non con il Def. L’impegno è concludere entro il 2015 il ddl e i decreti attuativi: spero che entro giugno finiremo alla Camera e, se ci sbrighiamo, prima dell’estate, anche al Senato”, ha concluso la Madia.
Fonte: Sesto potere.
Qui il link allo speciale su questo blog sul DDL di riorganizzazione della PA.

Dl enti locali ancora nulla di fatto - A rischio la rinegoziazione dei mutui

Nemmeno questa sembra la settimana buona per il decreto enti locali. Ad oggi la convocazione del consiglio dei ministri, attesa anche per il via alle assunzioni di 2.500 persone nella Polizia e il varo di una serie di provvedimenti attuativi del Jobs Act, non è ancora arrivata, è in ogni caso l'intenzione del Governo sembra quella di rimandare i provvedimenti in programma dopo il voto amministrativo di domenica prossima. Se ne parlerà la prossima settimana, quindi, ma l'ennesimo rinvio del provvedimento non è senza conseguenze per casse e bilanci locali.
E' questo l'inizio dell'articolo di Gianni Trovati pubblicato dal quotidiano del Sole24Ore Enti Locali & PA dal titolo Dl enti locali ancora nulla di fatto - A rischio la rinegoziazione dei mutui.

Rinegoziazione mutui: richieste possibili anche in mancanza dell'approvazione del bilancio

L'Associazione Nazionale dei Comuni Italiani, ha diffuso la circolare del Ministero per gli Affari regionali del 25 maggio 2015 avente ad oggetto la rinegoziazione dei prestiti concessi a Province, Città Metropolitane e Comuni dalla Cassa depositi e Prestiti.
Detti Enti potranno provveddere ad avviare le procedure necessarie per accedere alla procedura di rinegoziazione dei mutui, anche se non hanno provveduto all'approvazione del bilancio, in modo da garantire il successivo rispetto delle scadenze previste, cosi come previsto dalla circolare. Pertanto l'ANCI, rinnova l'invito ai Comuni interessati di effettuare la richiesta di adesione entro il termine del 1 giugno e successivamente a perfezionare la richiesta entro il termine del 5 giugno.
Fonte: LogosPA

Centrali di committenza: il sistema AVCPass (webinar gratuito il 29 maggio)

Il 29 maggio dalle ore 11,00 alle ore 12,30 proseguirà il ciclo di webinar (corsi on line) svolti da ANCI, in collaborazione con l’IFEL, per accompagnare i Comuni verso la riforma della centralizzazione degli acquisti della PA.
Il webinar sarà dedicato all'analisi della struttura e delle funzionalità del sistema AVCPass, in particolare nelle forme di centralizzazione. Durante il webinar saranno illustrate le finalità del sistema informatizzato di controllo dei requisiti di carattere generale, tecnico-organizzativo ed economico-finanziario dei concorrenti alle gare di appalto per l’affidamento delle commesse pubbliche nonché le modalità operative per accedere alla Banca Dati.
Il relatore sarà il Dott. Michele Pizziconi dell’ANAC (Autorità Nazionale Anticorruzione) 

La nuova legge contro la corruzione in pillole

L'Assemblea della Camera ha approvato definitivamente, il 21 maggio 2015, una proposta di legge (A.C. 3008), già approvata dal Senato, volta a contrastare i fenomeni corruttivi attraverso una serie di misure che vanno dall'incremento generalizzato delle sanzioni per i reati contro la pubblica amministrazione, al recupero delle somme indebitamente percepite dal pubblico ufficiale, alla revisione del reato di falso in bilancio.
La prima parte dell'A.C. 3008 (Capo I, artt. da 1 a 8) riguarda i reati contro la pubblica amministrazione.
La seconda parte dell'A.C. 3008 (artt. 9-12) è dedicata alla riforma della disciplina delle false comunicazioni sociali. La novità principale prevista dal provvedimento è che il falso in bilancio torna ad essere un delitto per tutte le imprese, non solo per quelle quotate in borsa.
Qui lo speciale sulla nuova normativa contro la corruzione, nell'ambito della Rassegna "Temi dell'attività parlamentare", pubblicato sul sito della Camera dei Deputati.
Qui il link ad un articolo di Arturo Bianco dal titolo La nuova legge contro la corruzione in pillole ed uno all'articolo M. Tartaglione di Le novità della nuova legge “anticorruzione” (A. C. 3008) concernenti l’ANAC

Le regole per autorizzare gli incarichi ai dipendenti e la competenza della Corte dei Conti al recupero delle somme irregolarmente erogate

In un precedente post dal titolo Le sanzioni per gli incarichi esterni svolti illegittimamente abbiamo segnalato l'articolo un articolo di approfondimento in merito alle sanzioni per gli incarichi esterni svolti illegittimamente.

Segnaliamo ora l'articolo di Gianluca Bertagna dal titolo Le regole per autorizzare gli incarichi ai dipendenti nel quale si approfondiscono gli elementi da prendere a riferimento per poter autorizzare gli incarichi esterni ai dipendenti.
L'articolo richiama la Corte dei Conti, sezione giurisdizionale Lombardia che, con la sentenza n. 54 depositata in data 16 aprile 2015, ha fornito una specie di check-list per valutare le possibilità di autorizzazione.
Qui il link alla sentenza della Corte dei Conti sezione giurisdizionale Lombardia n. 54 del 16 aprile 2015.
Si segnala, inoltre, che la Corte Costituzionale, con ordinanza n. 90 del 26 maggio 2015, ha chiarito che i giudici ordinari e i Tar non possono occuparsi del recupero delle somme percepite da dipendenti pubblici che hanno svolto una attività ulteriore per conto di altri soggetti pubblici o privati senza preventiva autorizzazione da parte della propria amministrazione. La relativa competenza spetta alla Corte dei conti, in quanto trattasi di responsabilità erariale.
Qui il link alla sentenza della Corte Costituzionale n. 90/2015.
Qui il link all'articolo di commento alla citata ordinanza di Arturo Bianco dal titolo Niente secondo lavoro non autorizzato nel pubblico impiego, la Consulta non cancella la norma.

lunedì 25 maggio 2015

Nota IFEL sull’esenzione IMU 2015 relativa ai terreni montani e parzialmente montani

L'IFEL ha diffuso la nota di approfondimento elaborata in materia di IMU agricola. 
La nota, diffusa il 20 maggio, tratta l'esenzione dell'imposta relativa ai terreni montani e parzialmente montani, in particolare fornisce chiarimenti in merito alle esenzioni previste a decorrere dal 2015, alla nuova detrazione di 200 euro e alla dichiarazione.

domenica 24 maggio 2015

I Segretari del Lazio: un pomeriggio tra cibo, lago, natura e papere

Non male. Con queste due semplici parole potrebbe descriversi, cercando forse di raggiungere troppo la
perfezione,  l'incontro di venerdì 22 maggio dei Segretari del Lazio. Per raggiungere la perfezione mancavano alcuni colleghi che hanno dovuto, con molto dispiacere, rinunciare a partecipare, alcuni per motivi di lavoro, qualcuno per motivi di salute ed altri per motivi familiari.
Come anticipato in altro post era previsto per venerdì 22 maggio un incontro a Posta Fibreno (Fr) per un pranzo ed una successiva visita ai sentieri natura della riserva del lago. 
Il pranzo è iniziato ovviamente senza il collega Luca Alteri, che comunque stranamente è riuscito ad arrivare al momento dell'antipasto e non, come normalmente avviene, mentre prendevamo il caffè.
Le tre Daniele
Nella scelta dei posti si è verificata una strana coincidenza: tre Daniele si sono ritrovate sedute vicine e la scena ha meritato di essere immortalata.
I partecipanti hanno apprezzato la cucina dell'Agriturismo il Casale ed al termine hanno posato per una foto ricordo, in cui mancano però le colleghe pontine Gloria Di Rini e Daniela Ventriglia, andate via qualche minuto prima.


Al termine del pranzo molti dei colleghi presenti si sono trasferiti presso la riserva naturale ed hanno apprezzato le bellezze naturali di Posta Fibreno. Durante la visita alla
riserva naturale, considerata la presenza di un "esercito di papere" (Cit. Angelo Grasso), le Segretarie comunali presenti hanno dimostrato il loro buon cuore, provvedendo ad alimentare le papere.
Angelo Grasso che ammira l'esercito di papere
Ovviamente non si è parlato minimamente di riforma PA, tema che mi è venuto in mente soltanto ora, dopo aver letto invece il resoconto di Luca Costantini sull'incontro decisamente più serio  tra i colleghi piemontesi.
Alcune foto scattate da Daniela Urtesi nel pomeriggio.
Il Fiume Fibreno
Il Lago di Posta Fibreno
In argomento si vedano anche i precedenti post:

Il resoconto dell'Assemblea Regionale dell'UNSCP Piemonte del 22 maggio

Come largamente annunciato, venerdì 22 maggio, presso la sala Marmi della città metropolitana di Torino, si è tenuta un'Assemblea dell'UNSCP Regione Piemonte.

L'assemblea ha visto una buona partecipazione di colleghi, si è illustrato il testo del DDL di riorganizzazione della Pubblica Amministrazione cercando di metterne in evidenza punti di pregio e gli aspetti migliorabili. 
Dopo gli interventi del "padrone di casa" il collega Giuseppe Formichella, del Segretario Regionale UNSCP Gianfranco Cotugno e della Provincia di Torino Luca Costantini, hanno preso la parola altri quattro colleghi e ha concluso Andrea Matarazzo che si è anche meritato un lungo e sentito applauso.
Fra i tanti temi trattati ha destato particolare attenzione fra i colleghi la notizia che l'Anci ha costituito un gruppo di lavoro, formato da Segretari Comunali, per essere supportata nella lettura e
nell'analisi dei testi normativi. Il primo incontro è servito per mettere in risalto alcuni aspetti critici del DDL di riorganizzazione della Pubblica Amministrazione e per ipotizzare soluzioni efficaci. 
Sostanzialmente, fatta eccezione per Ciro Mennella, storico e tenace oppositore, i colleghi hanno espresso apprezzamento per la linea di "dialogo responsabile" dell'Unione.
La mattinata si è poi conclusa al ristorante l'Arcadia di Torino.
Resoconto e foto a cura di Luca Costantini