Collepardo (Fr)

Collepardo (Fr)
Collepardo (Fr)

venerdì 2 marzo 2018

Diritti di rogito: due nuove sentenze favorevoli giungono dal Tribunale di Ancona (sent. n. 65 e 66 del 22 febbraio 2018)

Pubblicate sul sito dell'Associazione Vighenzi due nuove sentenze  "gemelle"in materia di diritti di rogito favorevoli ai segretari comunali, appartenenti alle fasce professionali "A" e "B", operanti in enti privi di dirigenza.
Le sentenze ribadiscono motivazioni ormai note.
Le sentenze pongono l'Irap sulle somme dovute a totale carico dei comuni convenuti, che vengono condannati anche alla rifusione delle spese legali (si veda in materia di IRAP l'articolo IRAP e oneri riflessi sui compensi per diritti di rogito ai segretari).

lunedì 26 febbraio 2018

Il Segretario comunale può essere nominato RUP? (TAR Sardegna sentenza n. 75 del 8 febbraio 2018)

L’art. 31, comma 1, del codice dei contratti pubblici stabilisce che il RUP sia nominato, con atto formale del soggetto responsabile dell’unità organizzativa, tra i dipendenti di ruolo. Il riferimento alla necessità che il RUP sia un dipendente di ruolo dell’amministrazione non preclude che tale ruolo sia affidato al Segretario comunale. Infatti, la figura del segretario comunale è storicamente caratterizzata dalla distinzione tra il rapporto di servizio, intercorrente con l’amministrazione statale (attualmente, il Ministero dell’Interno) di cui il segretario comunale è dipendente; e il rapporto d’ufficio instaurato tra il segretario e il Comune o la Provincia in cui il medesimo è incardinato. 

Appalti, altra stretta sulle rotazioni

Senza pace il principio di rotazione nelle gare di appalto, in particolare per i servizi «sotto soglia» (articolo 36 del Dlgs 50/2016). La norma, che prevede fluidità e alternanza tra soggetti esecutori, è oggetto di sentenze, pareri e linee guida, come quella dell’Anac 4/2016 in corso di revisione. L’Anacpredispone linee guida che poi il Consiglio di Stato rilegge, proponendo modifiche: questo è avvenuto con il parere 361/2018.

BILANCI_NET 2018 - Indicazioni per la stesura del bilancio preventivo

Pubblicato sul sito di ANCI Lombardia un interessante documento utile ai fini dell'elaborazione del bilancio preventivo del 2018.

domenica 25 febbraio 2018

Incontro per la programmazione delle attività formative 2018 per i segretari comunali: le richieste dell'UNSCP

Si è svolto venerdì 23 febbraio alle ore 11,00 presso la sede del Ministero dell'interno, Albo nazionale dei segretari comunali e provinciali, l'incontro con le organizzazioni sindacali, convocato dal Prefetto Rita Piermatti, nuovo responsabile dell'Albo, per discutere il tema delle attività di formazione per l'anno 2018.
Nell'incontro la delegazione dell'Unione Nazionale Segretari comunali e provinciali ha evidenziato come rappresenti priorità assoluta per il sistema l'avvio nel più breve tempo possibile del nuovo corso-concorso per l'accesso all'Albo, chiedendo che siano individuate soluzioni che rendano quanto più veloce possibile l'immissione in servizio di nuovi segretari. E' stato, infatti, evidenziato che il problema delle sedi vacanti, oltre a riguardare in modo grave alcune regioni, è ormai dato comune a tutte le aree del paese.

Per gli atti soggetti a pubblicazione obbligatoria ai sensi del D.lgs. 33/2013 il relativo diritto di accesso è soddisfatto con la loro mera pubblicazione

E' legittimo il rigetto opposto ad un'istanza di accesso ad atti concernenti i beni immobili e la gestione del patrimonio, per i quali è prevista la pubblicazione obbligatoria nella sezione “Trasparenza” del sito web dell'Ente. Il diritto d'accesso è in tal caso soddisfatto con la mera pubblicazione (Consiglio di Stato,  sez. V, n. 1148 del 23 febbraio 2018).
Infatti, l’art. 2 del D.lgs. 14 marzo 2013, n. 33 (Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni), stabilisce: «Le disposizioni del presente decreto disciplinano la libertà di accesso di chiunque ai dati e ai documenti detenuti dalle pubbliche amministrazioni e dagli altri soggetti di cui all'articolo 2-bis, garantita, nel rispetto dei limiti relativi alla tutela di interessi pubblici e privati giuridicamente rilevanti, tramite l'accesso civico e tramite la pubblicazione di documenti, informazioni e dati concernenti l'organizzazione e l'attività delle pubbliche amministrazioni e le modalità per la loro realizzazione» (comma così sostituito dall'art. 3, comma 1, d.lgs. n. 97 del 2016).

Le questioni critiche del decreto legislativo n.75 del 2017: il precariato, le progressioni “verticali”, la dirigenza

Pubblicato sulla rivista Il Diritto Amministrativo un articolo di Stefania Cantisani dal titolo Le questioni critiche del decreto legislativo n.75 del 2017: il precariato, le progressioni “verticali”, la dirigenza.

Il Testo unico n. 165/2001 dopo le modifiche del decreto legislativo n. 75 del 2017 attuativo della riforma “Madia”

Pubblicato sul sito Il Diritto Amministrativo un articolo di Stefania Cantisani dal titolo Il Testo unico n. 165/2001 dopo le modifiche del decreto legislativo n. 75 del 2017 attuativo della riforma “Madia”.

Le “nuove” società in house nella riforma Madia, tra specialità e diritto comune

Pubblicato sul sito Amministrazione in Cammino un articolo di Paolo Rossi dal titolo Le “nuove” società in house nella riforma Madia, tra specialità e diritto comune.
Questo il sommario: