Collepardo (Fr)

Collepardo (Fr)
Collepardo (Fr)

sabato 27 settembre 2014

Quote di genere nella formazione delle liste dei candidati nelle elezioni comunali: cambia l'interpretazione ministeriale

Con la circolare n. 42/2013 del 26 marzo 2013 il Ministero dell'Interno aveva fornito la propria interpretazione sulle nuove norme  introdotte dalla L. 23 novembre 2012, n. 215, riguardanti il riequilibrio delle rappresentanze di genere nelle elezioni comunali. In particolare, il Ministero aveva ritenuto applicabile il criterio dell'arrotondamento aritmetico.
Nella seduta della Camera dei Deputati del 31 luglio 2014, il Governo ha accolto un ordine del giorno (9/2486-AR/5) che impegnava testualmente a "modificare, conformemente alla volontà espressa dal legislatore nel corso dei lavori parlamentari volta a favorire al massimo la rappresentanza di genere, l'interpretazione fornita nella circolare n. 30/2013, applicando nella formazione delle liste elettorali il criterio dell'arrotondamento all'unita superiore, anziché il criterio dell'arrotondamento aritmetico".
Le Prefetture stanno quindi diramando circolari che modificano le modalità di calcolo del numero minimo e del numero massimo di candidati per ciascuna lista elettorale.
Qui il link alla circolare della Prefettura di Reggio Calabria con allegata una scheda esemplificativa con le nuove modalità di calcolo.
In argomento, su questo blog si vedano anche i seguenti post:

venerdì 26 settembre 2014

A Torino giornata di studio sul tema: “Riforma della Pubblica Amministrazione e ruolo del Segretario Comunale: Abolizione o Revisione del ruolo”

Il collega Luca Costantini ci ha segnalato che il giorno 3 ottobre 2014 l’Unione Nazionale dei Segretari Comunali – Sezione Regionale del Piemonte, promuove una Giornata di studio e approfondimento rivolta agli Amministratori Comunali e ai Segretari Comunali, sul tema: “Riforma della Pubblica Amministrazione e ruolo del Segretario Comunale: Abolizione o Revisione del ruolo”.

La giornata di studio si svolgerà presso la "Sala Consiglieri", in via Maria Vittoria 12 – Torino.
L’incontro si propone di approfondire la tematica della riforma della Pubblica Amministrazione come delineata nel DDL AS. 1557 con particolare attenzione al ruolo del Segretario Comunale.
Questa la presentazione della giornata di studio:
Il Disegno di legge in questione, se risponde alla condivisa necessità di pervenire quanto prima ad una sostanziale riforma della Pubblica Amministrazione, tuttavia pone importanti interrogativi in ordine alla delineazione dei ruoli di vertice che, prima e più di altri, dovrebbero tradurre ed inverare il prefigurato nuovo assetto della P.A., coniugando al meglio i canoni di efficienza, legalità e trasparenza.
Negli EE.LL., in particolare, tale problematica non può non investire il ruolo del Segretario Comunale, che storicamente ha svolto – da oltre centocinquan'anni – seppure con diverse accezioni, la funzione unitaria e non defettibile di vertice amministrativo, punto essenziale di snodo e di raccordo tra gli organi politici e burocratici.
Al contempo, la prevista cancellazione del suddetto ruolo, se non ripensata e rivalutata nei suoi complessivi effetti, non può non costituire un vulnus sul buon andamento degli EE.LL., suscettibile di riverberarsi negativamente sull'intero sistema delle AA.LL., i suoi interpreti ed interlocutori.
Alla giornata di studio hanno aderito ed interverranno:

  • Sergio FOA’ Professore Associato diritto amministrativo Università di Torino;
  • Leonardo FALDUTO Professore Associato Economia Aziendale Università del Piemonte Orientale già Direttore Generale del Comune di Savona;
  • Gianna PENTENERO Assessore Regionale all’Istruzione (già Sindaco del Comune di Casalborgone);
  • Avv. Maurizio FOGAGNOLO collaboratore de «Il Sole 24 Ore»;
  • Prof.ssa Franca BIGLIO Presidente nazionale ANPCI e Sindaco di Marsaglia;
  • Roberto MONTÀ Presidente nazionale Avviso Pubblico;
  • Giuseppe FORMICHELLA, Segretario Generale e Direttore Generale della Provincia di Torino
  • Marco D'ACRI, Assessore Provincia Torino
  • Alfredo RICCIARDI Segretario nazionale Unione dei Segretari Comunali e Provinciali;
  • Andrea MATARAZZO presidente nazionale Unione dei Segretari Comunali e Provinciali.
Sono stati inoltre invitati altre personalità della società civile ed esponenti politici della Camera dei Deputati e del Senato.
Si confida sulla partecipazione di S.E. il Prefetto di Torino, d.ssa Paola BASILONE.

Sul sito del Senato pubblicati i documenti acquisiti nel corso dell'indagine conoscitiva sul DDL 1577 di riorganizzazione della PA

Sono in corso nella 1ª Commissione Affari Costituzionali del Senato, le audizioni in Senato sul DDL 1577 di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche.

Abbiamo dato notizia sul blog delle seguenti audizioni:
Segnaliamo ora che sul sito del Senato sono disponibili i contributi cartacei pervenuti alla Commissione in merito al DDL 1577.

Occupazione senza titolo giuridico e inerzia della pubblica amministrazione. La posizione del Consiglio di Stato (commento a Cons. St., sent. n. 4696/2014)

Con una recente sentenza il Consiglio di Stato (n. 4696 del 15 settembre 2014), ha ritenuto sussistere l'obbligo di provvedere da parte dell'amministrazione comunale a fronte di una richiesta del privato in ordine all'attivazione della procedura prevista dall'art. 42-bis del D.P.R. 327/2001.
Infatti, a parere dei giudici l’art. 42-bis del D.P.R. 327/2001 è stato emanato per consentire una legale via di uscita per i casi in cui una pubblica amministrazione avesse occupato senza titolo un’area di proprietà privata, in assenza di un valido ed efficace decreto di esproprio ed ha consentito la reintroduzione, con diversa disciplina, del potere discrezionale già attribuito dall’art. 43 del d.p.r. n. 327/2001, dichiarato anticostituzionale; la p.a. valutate le circostanze e comparati gli interessi in conflitto - può decidere se demolire l’opera e restituire l’area al proprietario oppure se disporre l’acquisizione, con la corresponsione al privato di un indennizzo per il pregiudizio subito, patrimoniale e non patrimoniale.
La scelta tra la possibilità di procedere all’acquisizione sanante o alla restituzione del bene deve derivare da una valutazione comparativa degli interessi in gioco, valutazione che spetta unicamente alla p.a. procedente.

giovedì 25 settembre 2014

Il documento ufficiale dell'ANPCI depositato in Senato sul DDL di riforma PA

In un precedente post abbiamo segnalato il video dell'intervento della presidente dell'ANPCI in Commissione Affari Costituzionali del Senato sul DDL 1577 di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche.
Il collega Luca Costantini ci ha inviato il documento ufficiale dell'ANPCI depositato agli atti. 
Dei Segretari si tratta dal punto 31 al punto 35. Qui si ritrova anche l'idea dell'ANPCI sui Segretari: una "nuova una istituzione – il “SEGRETARIATO STATALE PRESSO GLI ENTI LOCALI” - pronta ad offrire agli enti locali servizi professionali di elevato livello, alcuni dei quali obbligatori ed altri “on demand”. La complessità della materia esige però lo stralcio e l’immediata apertura di una diversa sede di trattazione".

Riforma della PA e Nuova Contabilità: le sfide per gli Enti Locali (Convegno Logos PA)

Roberto Mastrofini, in un commento ad un post del blog, ha segnalato che la Fondazione Logos PA propone l'annuale Convegno Nazionale presso la sede della Regione Lazio per una giornata di incontro e di studio sui temi caldi della pubblica amministrazione. Il Convengo dal titolo "Riforma della PA e Nuova Contabilità: le sfide per gli Enti Locali" si terrà GIOVEDÌ 16 OTTOBRE 2014 e avrà luogo presso la Sala Tirreno - Pal. C II piano - Regione Lazio Via R. Raimondi Garibaldi, 7 - 00145 Roma.
La partecipazione al Convegno è GRATUITA.
Questa la presentazione del convegno:
Giornata di studio sul processo di riforma della PA voluto dall’attuale Governo impegnato in un intenso lavoro che ha portato alla legge (L. 114/14) di conversione del D.L. 90/2014 definendo così le modalità di attuazione di un vero e proprio processo riformista che prevede, tra l’altro, misure in materia di organizzazione della PA (ricambio generazionale, turn-over, mobilità, mansioni, divieti di incarichi dirigenziali), disposizioni sul personale delle regioni e degli enti locali, modifiche in materia di città metropolitane e provincie.
Altro nodo cruciale: l’entrata in vigore del D.Lgs. 10 agosto 2014 n. 126 ente D.lgs. n. 118/2011. Il nuovo modello propone una profonda modifica in tema di armonizzazione contabile e schemi di bilancio prevedendo una prospettiva del tutto nuova rispetto alla precedente disciplina in materia.
Nel dibattito si inserisce, infine, una valutazione ragionata sulle strategie di razionalizzazione delle società partecipate incluso nel piano Cottarelli e sull'agenda 1000 giorni (riforma del titolo V e del Senato, sviluppo della cultura e del turismo, bonus IRPEF, permessi sindacali etc..).

mercoledì 24 settembre 2014

Manifesto per i segretari comunali: un comunicato dell'Associazione Vighenzi sulle adesioni

In un precedente post, abbiamo dato notizia che l'Associazione Vighenzi ed il collega Giuseppe Mendicino hanno predisposto un manifesto per i segretari comunali su cui chiedere la firma-adesione a personaggi di rilievo della società civile.
Qui il link ad un comunicato dell'Associazione Vighenzi del 23 settembre 2014 che fa un resoconto delle adesioni al manifesto giunte fino ad oggi.

Sul meccanismo dello scorrimento di graduatoria nei concorsi pubblici (Cons. St., sez. III, sent. n. 4438/2014)

La sentenza emessa dal Consiglio di Stato, sez. III, n. 4438 del 29 agosto 2014 è degna di nota in quanto analizza un tema di grande spessore e attualità in materia di pubblico impiego ovvero quello della legittimità dell’indizione di nuove procedure concorsuali, per l’assunzione di lavoratori a tempo indeterminato, in presenza di una graduatoria valida ed efficace relativa a un precedente concorso per la medesima qualifica.
La rivista on line ildirittoamministrativo.it pubblica una nota di commento alla sentenza redatta da Ilaria Moscardi.
Qui il link alla sentenza Cons. St., sez. III, sent. n. 4438/2014.

Indicazioni applicative in materia di trattamento retributivo accessorio del personale delle Regioni e degli Enti locali

In un precedente post, abbiamo dato notizia della pubblicazione sulla "Gazzetta Ufficiale" del 5 maggio 2014 n. 102 la legge 2 maggio 2014, n. 68 "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 6 marzo 2014, n. 16, recante disposizioni urgenti in materia di finanza locale, nonché misure volte a garantire la funzionalità dei servizi svolti nelle istituzioni scolastiche".
In altro post avevamo segnalato l'art. 4 del DL. 16/2014 che prevede forme di sanatoria della contrattazione decentrata illegittima, stabilendo alcune forme di rientro per gli enti locali e le regioni che hanno commesso illegittimità nei contratti collettivi decentrati integrativi e/o nei fondi per le risorse decentrate. Sono dettate sostanzialmente 3 possibilità.

I Ministri Madia, Lanzetta e Padoan hanno firmato la circolare finalizzata ad individuare strumenti destinati a risolvere le criticità che non sono state superate dall’art. 4 del D.L. 16/2014, convertito in Legge n. 68/2014.
Pubblichiamo ora le “Indicazioni applicative in materia di trattamento retributivo accessorio del personale di Regioni ed Enti locali”, concernenti le modalità applicative dell’art. 4 del decreto legge 6 marzo 2014, n. 16.

Le indicazioni applicative sono state emanate dai Ministri dell’Economia e delle Finanze, della Semplificazione e la Pubblica Amministrazione, e degli Affari Regionali, il documento è stato registrato dalla Corte dei Conti.
I contenuti del documento sono stati elaborati dal comitato temporaneo dei rappresentanti delle amministrazioni centrali, regionali e locali, istituito dalla circolare interministeriale del 12 maggio 2014, n. 60.
Qui un commento di Arturo Bianco dal titolo La Conferenza Unificata sulla sanatoria dei contratti decentrati.

DL 133/2014: pubblicata la scheda di lettura da parte del Servizio Studi della Camera

Il Servizio studi della Camera dei Deputati ha predisposto una scheda di lettura (N. 220/1) sul DL. 133 del 12 settembre 2014 (cd Sblocca Italia), avente ad oggetto Misure urgenti per l'apertura dei cantieri, la realizzazione delle opere pubbliche, la digitalizzazione del paese, la semplificazione burocratica, l'emergenza del dissesto idrogeologico e per la ripresa delle attività produttive con le principali norme di interesse degli enti locali.


martedì 23 settembre 2014

Convocato il Consiglio Nazionale dell'Unione Nazionali Segretari Comunali e Provinciali per il 4 ottobre a Roma

In data 22 settembre il Presidente del Consiglio Nazionale Andrea Matarazzo ed il Segretario Nazionale Alfredo Ricciardi hanno convocato per il 4 ottobre a Roma un Consiglio Nazionale dell'U.N.S.C.P.
Durante la riunione si discuterà il seguente ordine del giorno:
- Le proposte dell’Unione contro l’abolizione della figura del Segretario nel disegno di legge di riforma della Pubblica Amministrazione.
L’assoluta delicatezza e importanza del momento rendono indispensabile la massima condivisione e capacità di confronto, in quest’ottica potranno partecipare anche i Segretari Comunali e Provinciali non componenti del Consiglio.
A breve seguiranno tutte le informazioni organizzative.

Temi dell'attività parlamentare: i servizi pubblici locali

Nel corso della legislatura è intervenuto in materia il decreto-legge n. 150/2013, che stabilisce alcune deroghe all'assetto normativo relativo alla gestione e all'organizzazione dei servizi pubblici locali. Infatti, si consente fino al 31 dicembre 2014, a specifiche condizioni, la prosecuzione di gestioni di servizi non conformi agli orientamenti dell'Unione europea, che dovevano invece cessare entro il 31 dicembre 2013; inoltre, si spostano nel tempo, fino al 31 dicembre 2014, gli effetti della mancata istituzione o designazione di enti di governo di ambiti o bacini ottimali per lo svolgimento di servizi a rete, che doveva essere effettuata entro il 30 giugno 2012.
Questa la sintesi della nota in materia di servizi pubblici locali pubblicata tra i temi dell'attività parlamentare, sul sito della Camera dei Deputati, con informazioni aggiornate a domenica, 21 settembre 2014.

Nota di lettura ANCI sul DL 133/2014 (cd Sblocca Italia)

L'Anci, ha predisposto una nota di lettura sul DL. 133 del 12 settembre 2014 (cd Sblocca Italia), avente ad oggetto Misure urgenti per l'apertura dei cantieri, la realizzazione delle opere pubbliche, la digitalizzazione del paese, la semplificazione burocratica, l'emergenza del dissesto idrogeologico e per la ripresa delle attività produttive con le principali norme di interesse degli enti locali.

Le audizioni sul DDL 1577 di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche

Come preannunciato in un precedente post sono iniziate nella 1ª Commissione Affari Costituzionali, martedì le audizioni in Senato sul DDL 1577 di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche.
Sul sito di Legautonomie sono pubblicati i contributi anche delle seguenti organizzazioni:

UIL - 18.09.2014 ( 166,29 kB )
ANCI - 16.09.2014 ( 282,42 kB )
CGIL - 17.09.2014 ( 562,97 kB )