Collepardo (Fr)

Collepardo (Fr)
Collepardo (Fr)

giovedì 8 ottobre 2015

La percentuale di "quote rosa" nelle Giunte comunali dopo la legge Delrio è inderogabile (Cons. Stato sent. n. 4626 del 5/10/2015)

Parola fine alle interpretazioni "creative" sulla normativa relativa alla presenza in Giunta comunale dei rappresentanti dei due sessi.

Il Consiglio di Stato, Sezione V, con sentenza n. 4626 del 5/10/2015 ha chiarito in modo definitivo quanto segue:

All’indomani dell’entrata in vigore del citato art. 1, comma 137, secondo il quale: “Nelle giunte dei comuni con popolazione superiore a 3.000 abitanti, nessuno dei due sessi può essere rappresentato in misura inferiore al 40 per cento, con arrotondamento aritmetico”, tutti gli atti adottati nella vigenza di quest’ultimo trovano nella citata norma un ineludibile parametro di legittimità, non essendo ragionevole una sua interpretazione che leghi la concreta vigenza della norma alla data delle elezioni ovvero che condizioni unicamente le nomine assessorili all’indomani delle elezioni. Una simile interpretazione consentirebbe un facile aggiramento della suddetta prescrizione, nella misura in cui il rispetto della percentuale assicurato dai provvedimenti di nomina immediatamente successivi alle elezioni potrebbe essere posto nel nulla da successivi provvedimenti sindacali di revoca e nomina, atti a sovvertire la suddetta percentuale.

Allo stesso tempo deve rilevarsi che non risulta alcuna istruttoria tesa a verificare l’impossibilità del rispetto della suddetta percentuale, né dall’atto sindacale si evince una qualche ragione per la quale il Sindaco ha ritenuto di potersi discostare dal suddetto parametro normativo.


In argomento su questo blog:

Al Dup serve l'approvazione formale in Giunta, ma è incognita per il consiglio

Al Documento unico di programmazione serve un'approvazione formale da parte della Giunta, ed è a questo passaggio che si riferisce il termine del 31 ottobre fissato dall'articolo 170, comma 1 del Tuel. L'indicazione arriva dal quesito pubblicato ieri dalla commissione Arconet dopo la riunione che avrebbe dovuto chiarire tutti gli aspetti problematici per il varo del Dup, l'equivalente comunale del documento di economia e finanza che debutta quest'anno in tutti gli enti locali con la riforma della contabilità.
Inizia così l'articolo di Gianni Trovati dal titolo Al Dup serve l'approvazione formale in Giunta, ma è incognita per il consiglio pubblicato dal quotidiano del Sole24Ore Enti Locali & PA.

mercoledì 7 ottobre 2015

Niente contratti gratuiti negli uffici di staff del sindaco (Corte dei Conti Campani par. 213/2015)

Il sindaco di un Comune ha posto un quesito sulla possibilità di costituire un ufficio cosiddetto di staff del sindaco, ai sensi dell’articolo 90 del Dlgs n. 267 del 2000, Tuel, nonostante l’ente fosse in condizione di strutturale deficitarietà, in presenza di prestazione gratuita e al di fuori di qualsiasi rapporto di lavoro subordinato o autonomo. Ed invero, secondo la prospettazione dell’ente locale, la previsione che esclude la possibilità di ricorrere a personale esterno per costituire tali uffici, se in dissesto o in condizione di strutturale deficitarietà (articolo 90, comma 1, Tuel) non dovrebbe trovare applicazione in caso di prestazioni gratuite al di fuori di un rapporto inquadrabile negli schemi del lavoro subordinato e/o antonomo.
Inizia così l'articolo di Giovanni G.A. Dato dal titolo Niente contratti gratuiti negli uffici di staff del sindaco pubblicato dal quotidiano del Sole24Ore Enti Locali & PA.
Si tratta di un commento al principio enunciato dalla recente delibera della Corte dei conti, sez. reg. contr. Campania, del 23 settembre 2015, n. 213/2015/PAR.

Decreto mobilità enti area vasta: le azioni urgenti da intraprendere

Nella Gazzetta Ufficiale Generale n. 227 del 30.09.2015, è stato pubblicato il Decreto del Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione del 14 settembre 2015 recante “Criteri per la mobilità del personale dipendente a tempo indeterminato degli enti di area vasta dichiarato in soprannumero, della Croce rossa italiana, nonché dei corpi e servizi di polizia provinciale per lo svolgimento delle funzioni di polizia municipale”. 

Ci sono due azioni urgentissime a cui pensare descritte nell'articolo di Gianluca Bertagna dal titolo Decreto mobilità enti area vasta: azioni urgenti!

Martedì 13 ottobre ANCI Lazio organizza un corso sula gestione della riscossione delle entrate locali

“La gestione della riscossione delle entrate locali”E’ questo il titolo del corso che si svolgerà martedì 13 ottobre a Roma, a partire dalle ore 9:00, presso la Sala Conferenze Anci di via dei Prefetti. L’evento, destinato prioritariamente agli o­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­peratori degli uffici tributi delle amministrazioni comunali, mira a fornire agli operatori delle amministrazioni comunali adeguati strumenti organizzativi e applicativi per la gestione della riscossione delle entrate, in attesa di un più generale riordino della disciplina di riferimento.

Il corso sarà articolato in 7 ore di formazione frontale (una giornata), con una sezione introduttiva dedicata ad illustrare gli scenari possibili del riordino della normativa e una fase operativa dedicata all’analisi delle soluzioni organizzative e gestionali del sistema della riscossione.