Collepardo (Fr)

Collepardo (Fr)
Collepardo (Fr)

martedì 18 agosto 2015

Legge di riforma della PA: lo schema sintetico degli articoli

L'amministrazione pubblica entra nella vita quotidiana del singolo cittadino, dal lavoro, alla casa, alla salute, alla scuola e al contempo condiziona gli investimenti nel Paese. Con questa consapevolezza è stata costruita una riforma al servizio di 60 milioni di cittadini e a sostegno della ripresa economica.
Vi presentiamo lo schema sintetico degli articoli della riforma della PA, approvata in via definitiva dal Parlamento con legge 7 agosto 2015, n. 124, recante:"Deleghe al Governo in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche" e cuore dell'azione del governo su tutti gli aspetti della pubblica amministrazione: cittadinanza digitale, organizzazione dello Stato sul territorio, dirigenza, anticorruzione, lavoro pubblico, Camere di commercio, enti di ricerca, società partecipate pubbliche e servizi pubblici locali, forze di polizia, conferenza dei servizi, silenzio-assenso fra amministrazioni, testi unici.
martedì 11 agosto 2015
ultimo aggiornamento 17 agosto 2015
Qui il link al quadro sinottico.
In merito all'art. 11 si legge:
OBIETTIVO Creare un mercato del lavoro della dirigenza di ruolo, valorizzando il sistema di valutazione; assegnazione degli incarichi sulla base di interpelli che tengano conto delle valutazioni ottenute dai dirigenti negli incarichi precedenti. 
COSA CAMBIA Istituzione di ruoli unici per i dirigenti dello Stato, delle Regioni e degli enti locali; abolizione della figura (e non della funzione) dei segretari comunali che diventano dirigenti degli enti locali; facoltà per i comuni sopra i 100mila abitanti di nominare, in alternativa al dirigente apicale, un direttore generale e affidamento, in tale ipotesi, delle funzioni di controllo della legalità dell’azione amministrativa a un dirigente di ruolo; periodicità del concorso e del corso-concorso per il reclutamento dei dirigenti; ridefinizione del ruolo della Scuola Nazionale dell’Amministrazione; durata limitata degli incarichi: quattro anni, rinnovabili senza procedura selettiva per una sola volta, per due anni purché il dirigente abbia ottenuto una valutazione positiva; decadenza dal ruolo unico del dirigente che ha ottenuto una valutazione negativa e possibilità di collocazione in qualità di funzionario; valorizzazione dei risultati della valutazione ai fini della carriera; nuova disciplina per il conferimento degli incarichi della dirigenza sanitaria fondata su trasparenza delle procedure e valutazione dei profili.

Riforma Pa: le novità in tre tappe. Decreti antiburocrazia a settembre

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale il 13 agosto, si è concluso l’ultimo passaggio formale per la legge delega di riforma della Pubblica amministrazione. Il ministro della Pa Marianna Madia, all'approvazione definitiva del testo in Senato, lo scorso 4 agosto, aveva spiegato che il lavoro continua con i decreti attuativi da approvare entro fine anno, aprendo ufficialmente la “fase due” dell'implementazione. I ventitre articoli approvati contengono infatti 14 deleghe da adottare con una ventina di decreti legislativi entro un massimo di 18 mesi (riforma della dirigenza e pubblico impiego) e un minimo di 90 giorni. Ma ci sono anche misure auto-applicative, come la definizione di un meccanismo per il silenzio assenso tra amministrazioni centrali, per cui dopo 30 giorni (massimo 90) si intende ottenuto il via libera su una procedura concertata, o i nuovi limiti introdotti sull'autotutela amministrativa, che valgono come certezza sulle autorizzazioni e le concessioni per cittadini e imprese.
Inizia così l'articolo del Sole24ore dal titolo Riforma Pa: le novità in tre tappe. Decreti antiburocrazia a settembre.

Pubblicata la L. n. 124 del 7 agosto 2015 "Deleghe al Governo in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche"

Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale, Serie Generale n. 187 del 13/8/2015, la Legge 7 agosto 2015, n. 124 avente ad oggetto: "Deleghe al Governo in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche".
Qui il link alla L. 124/2015 pubblicata in Gazzetta.


lunedì 17 agosto 2015

Pubblicata in Gazzetta Ufficiale la L. n. 125/2015 di conversione del DL 78/2015

Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale, Serie Generale n. 188 del 14/8/2015 - Suppl. Ordinario n. 49 - la Legge 6 agosto 2015, n. 125 avente ad oggetto "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 19 giugno 2015, n. 78, recante disposizioni urgenti in materia di enti territoriali".



Sul DL 78/2015 e sulla legge di conversione si vedano su questo blog i post: