Collepardo (Fr)

Collepardo (Fr)
Collepardo (Fr)

venerdì 25 aprile 2014

L'ANCI chiede al governo il rinvio al 30 giugno per tutti i comuni del termine per approvare i rendiconti della gestione 2013

L'art. 227 del D.lgs. 267/2000 prevede che i Consigli comunali approvino entro il 30 aprile il rendiconto della gestione relativo all'esercizio precedente. La mancata approvazione del rendiconto è equiparata alla mancata approvazione del bilancio, con le conseguenze stabilite dall'art. 141, comma 2 del D.lgs. 267/2000.
Il DL 16/2014, attualmente in fase di conversione, all'esame della Camera dei Deputati, oltre a prevedere, nella legge di conversione, il rinvio del termine per l'approvazione del bilancio di previsione (si veda il precedente post "Conversione del DL 16/2014 e proroga per l'approvazione dei bilanci al 31 luglio 2014"), prevede, nel testo originario, all'art. 7 espressamente:
Alla legge 27 dicembre 2013, n. 147 dopo il comma 729 sono inseriti i seguenti: 
    "729-bis. Al fine di assicurare la più precisa ripartizione del fondo di solidarietà comunale, ferme restando le dotazioni del fondo previste a legislazione vigente, entro il mese di marzo 2014 il Ministero dell'economia e delle finanze provvede, sulla base di una metodologia adottata sentita la Conferenza Stato città ed autonomie locali, alla verifica del gettito dell'imposta municipale propria dell'anno 2013, con particolare riferimento alla distribuzione degli incassi relativi ai fabbricati di categoria D. 
      729-ter. Con decreto di natura non regolamentare del Ministero dell'interno, di concerto con il Ministero dell'economia e delle finanze da emanarsi entro il 31 marzo 2014 previa intesa presso la Conferenza Stato-città e autonomie locali, sono determinate le variazioni delle assegnazioni del fondo di solidarietà comunale per l'anno 2013, derivanti dalla verifica di cui al comma 729-bis. 
     729-quater. In conseguenza delle variazioni relative all'annualità 2013, di cui al comma 729-ter, per i soli comuni interessati , il termine previsto dall'articolo 227, del decreto legislativo n. 267 del 2000 e' differito al 30 giugno 2014. Nel caso in cui, all'esito delle verifiche di cui al comma 729-bis, il Comune sia tenuto a versare ulteriori importi al fondo di solidarietà comunale, in assenza di impegni di spesa già contabilizzati dal comune stesso a tale titolo, tali somme possono essere imputate quale apposito impegno di spesa sull'annualità 2014.".
La mancata adozione del decreto da parte del Ministero dell'interno comporta che "i Comuni non conoscono ancora gli esiti della verifica del gettito IMU 2013 e del Fondo di solidarietà comunale e non sono nelle condizioni di  poter approvare il rendiconto nei termini previsti dalla legge".
Per questo motivo il Presidente dell'ANCI Fassino ha chiesto, con una missiva inviata ai ministri dell'interno e dell'economia, di rinviare il termine dell’approvazione del rendiconto per tutti i Comuni al 30 giugno 2014. 
"In assenza della proroga urgente, ed in considerazione della particolarità e delicatezza della situazione, si ritiene auspicabile che il Ministero competente fornisca le opportune indicazioni ai Prefetti in merito alla oggettiva impossibilità per un gran numero di Enti di redigere correttamente i bilanci consuntivi". 

On line il numero gratuito di Personale News n. 7/2014

Sul sito di Gianluca Bertagna è stato pubblicato on line il numero 7/2014 di Personale News.

Gli argomenti particolarmente interessanti segnalati sono:
- la circolare 2/2014 della Funzione Pubblica sui “permessi per malattia” (si veda anche il precedente post Circolare della Funzione Pubblica 2/2014 sulle assenze per visite mediche dei dipendenti pubblici: le critiche dei Sindacati)
- i piani di razionalizzazione per “sistemare” gli errori del fondo.

Relazione sull'attività svolta dall'ANAC nel periodo gennaio 2014 – 22 aprile 2014

L’articolo 13 del d.lgs. n. 150/2009, istitutivo della Commissione per la valutazione, la trasparenza e l’integrità delle amministrazioni pubbliche (successivamente trasformata in ANAC), al comma 9, prevede che la Commissione trasmetta una Relazione annuale al Ministro per l’attuazione del programma di Governo. 

Il breve periodo di riferimento della relazione è da imputarsi alle dimissioni da parte dei vertici dell'ANAC presentate nei giorni scorsi per lasciare campo libero al neopresidente, il magistrato Raffaele Cantone (si veda in proposito "Anticorruzione, si dimettono i vertici dell’autorità nazionale" di Elena Ciccarello).

giovedì 24 aprile 2014

L'ANAC avvia il progetto per la raccolta di buone pratiche in materia di trasparenza

Sul sito dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC), è pubblicato il seguente avviso:
"L’ampliamento dell’ambito sia oggettivo che soggettivo degli obblighi di pubblicazione determinato dall'entrata in vigore del d.lgs. n. 33/2013 pone le amministrazioni di fronte alla sfida organizzativa di assolvere a molteplici obblighi di pubblicazione a fronte di risorse decrescenti.
In questo contesto assumono particolare rilievo le attività di accompagnamento per supportare le amministrazioni nel processo di cambiamento necessario per dare piena attuazione alle previsioni normative. Considerate le limitate risorse di cui dispone l’Autorità, l’attività di accompagnamento può essere sostenibile solo se svolta attraverso la raccolta e l’analisi di buone pratiche da far circolare attraverso la loro pubblicazione sul sito istituzionale e, in prospettiva, la promozione di iniziative per la loro diffusione.
Nella bozza disponibile di seguito è illustrato un progetto per la raccolta delle buone pratiche che l’Autorità sottopone a consultazione.
Osservazioni e suggerimenti vanno inviati entro il 23 maggio all’indirizzo protocollo@anticorruzione.it.

Pubblicate dal Ministero dell'Interno le istruzioni per la presentazione delle candidature alle amministrative 2014

In vista della presentazione delle liste elettorali, il Ministero dell'Interno ha pubblicato le istruzioni per la presentazione delle candidature alle amministrative 2014, che hanno lo scopo di fornire ai competenti organi un'opportuna guida nel compimento delle operazioni relative alla presentazione ed all'ammissione delle candidature per l'elezione alla carica di sindaco e di consigliere comunale.
Le istruzioni sono ovviamente aggiornate alla Legge 56/2014 (cd Delrio) per quel che concerne il numero dei consiglieri da eleggere nei comuni con popolazione inferiore ai 10.000 abitanti.

martedì 22 aprile 2014

Grave lutto per la collega Daniela Urtesi

Nella mattinata di oggi abbiamo appreso della scomparsa del padre della collega e cara amica Daniela Urtesi, Segretaria dell'Unione Provinciale di Roma.
A nome mio personale e di tutti i colleghi della Regione Lazio esprimo a Daniela sentite condoglianze per la grave perdita.
Anche la Segreteria Nazionale dell'Unione ha espresso il proprio cordoglio e si è stretta con affetto a Daniela.

Legge Delrio: nota di lettura ANCI sulle gestioni associate

In un precedente post dal titolo "DDL Delrio: l'errata interpretazione della norma sui Segretari delle Unioni contenuta nella nota di lettura Anci" avevamo dato notizia della pubblicazione da parte dell'ANCI di una nota di lettura sulla legge Delrio.

Nel precedente post avevamo criticato l'errata interpretazione contenuta nella nota di lettura in ordine al comma 105 dell'art. 1 della L. 56/2014 riguardante il Segretario delle Unioni dei comuni.
Nella ota di lettura sulle gestioni associate l'ANCI corregge il tiro commentando la norma nei corretti termini che si riportano: "Novellando il citato articolo 32 del TUEL, il comma modifica la disciplina del Consiglio dell’Unione, il cui numero dei componenti è definito nello Statuto senza predeterminazione di limiti numerici ex lege, ma garantendo la rappresentanza delle minoranze e assicurando la rappresentanza di ogni Comune. Inoltre attribuisce all’Unione la potestà statutaria e regolamentare e prevede che il Presidente dell’Unione si avvalga obbligatoriamente del segretario comunale di uno dei Comuni associati, facendo comunque salvi gli incarichi per le funzioni di segretario già affidati ai dipendenti delle Unioni o dei Comuni".
Qui il testo integrale della nota di lettura ANCI sulle Gestioni Associate.

Legge Delrio: nota di lettura ANCI sulle Città metropolitane

Dopo aver pubblicato una nota di lettura sul DDL Delrio, l'ANCI pubblica una nota di lettura sulle norme contenute nella Legge Delrio riguardanti le città metropolitane.

In argomento si legga, su questo blog, anche il precedente post "Legge Delrio: la nuova disciplina delle città metropolitane".