Collepardo (Fr)

Collepardo (Fr)
Collepardo (Fr)

venerdì 12 febbraio 2016

Revisione e semplificazione delle disposizioni in materia di prevenzione della corruzione pubblica e trasparenza (il testo ufficiale del provvedimento approvato dal Governo)

Finalmente pubblicato sul sito del governo il testo del decreto legislativo recante la revisione e la semplificazione delle disposizioni in materia di prevenzione della corruzione pubblica e trasparenza, correttivo della legge 6 novembre 2012, n. 190 e del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33 ai sensi dell’articolo 7, della legge 7 agosto 2015, n. 124, in materia di riorganizzazione della amministrazioni pubbliche. 
Il Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione Maria Anna Madia, aveva approvato, in esame preliminare, il provvedimento il 20 gennaio.
Nello specifico è reso strutturale il sito soldi pubblici che ha consentito nell’ultimo anno di scalare di otto posizioni il ranking mondiale sulla trasparenza. Si introduce l’obbligo di pubblicare in forma aggregata e disaggregata l’ammontare complessivo delle retribuzioni dei dirigenti della Pubblica amministrazione. Ogni singola amministrazione sarà obbligata ad indicare in modo chiaro le spese complessive e, in dettaglio, le retribuzioni dei dirigenti. Si prevede l’accesso dei cittadini a tutti i dati in possesso dell’amministrazione. L’accesso ai dati è gratuito e la richiesta andrà soddisfatta in 30 giorni.
(Comunicato stampa del Governo)
Qui il link ai seguenti documenti:

In argomento si vedano i post:

1 commento:

  1. Quando leggo tanti scrittori d’oggi, che si credono grandi perché riescono a scrivere mille pagine senza dir niente, mi torna in mente il capitoletto del De bello gallico in cui Giulio Cesare descrive lo sbarco dei suoi soldati in Inghilterra. In trenta righe quel genio della guerra racconta tutto: il suo piano di invasione, i rischi dell’impresa, il panico d’una possibile catastrofe, l’orgoglio della vittoria. Trenta righe limpide, compatte, scolpite davvero nel bronzo dei secoli. Dopo averle lette, almeno tre quarti degli scrittori di oggi dovrebbero spezzare per sempre la penna.
    Vittorio Buttafava

    RispondiElimina