Collepardo (Fr)

Collepardo (Fr)
Collepardo (Fr)

venerdì 16 marzo 2018

"I Venerdì del Segretario": iniziativa dell'UNSCP Campania. Si parte oggi parlando di trattamento dati e Privacy

Incontrarsi, confrontarsi, individuare buone pratiche comuni su problematiche amministrative di stretta attualità: questa la finalità de “I venerdì del Segretario” organizzati dall’Unione Regionale della Campania.
Il primo di questi workshop programmato per il giorno 16 marzo è dedicato al corretto trattamento dei dati ed al Regolamento europeo della Privacy. Seguirà prima della pausa pasquale un successivo incontro per affrontare le innumerevoli problematiche che l’ipotesi di contratto degli enti locali recentemente sottoscritta pone. 

L'ANAC sospende l'obbligo di pubblicazione dei dati sugli emolumenti dei dirigenti

Il Consiglio dell’Autorità in data 1° marzo 2018 ha valutato opportuno sospendere, in attesa della definizione della questione di legittimità costituzionale, l’efficacia della Determinazione dell’8 marzo 2017 n. 241 limitatamente alle indicazioni relative alla pubblicazione dei dati di cui all’art. 14 co. 1-ter ultimo periodo del d.lgs. 33/2013 concernente l’obbligo dell’amministrazione di pubblicare sul proprio sito istituzionale il dato trasmesso da ciascun dirigente sull’importo complessivo degli emolumenti percepiti a carico della finanza pubblica

Salvaguardia immagine esterna dell’Amministrazione: legittima la revoca del Presidente del Consiglio comunale (Cons. St. n. 1286/2018)

La giurisprudenza “ha riconosciuto che è legittima la revoca del Presidente del consiglio comunale nel caso in cui sia comprovata una perdita di neutralità politica (in termini Cons. Stato, V, 26 novembre 2013, n. 5605), necessariamente basata sull’assenza di coinvolgimenti, anche indiretti, in vicende che destano allarme sociale, specie in una dimensione di comunità territoriale non aliena dal rischio di potenziali fenomeni di infiltrazione mafiosa”. Sulla base di ciò, il collegio ha ritenuto che tra i motivi “istituzionali” che legittimano la revoca del Presidente del consiglio comunale non possa che essere ricompresa anche la salvaguardia dell’immagine esterna dell’Amministrazione, pregiudicata dalle notizie riguardanti l’impresa appartenente ai congiunti del Presidente del consiglio comunale: “nell’attuale contesto storico è arduo ritenere che un evento del genere sia indifferente sotto il profilo dell’opportunità istituzionale, cioè inidoneo a coinvolgere (si intende, momentaneamente, rebus sic stantibus) il Presidente del consiglio comunale, pur non essendo questi interessato dall’interdittiva, e non risultando socio della società che ne è stata destinataria”.

Il procedimento amministrativo dopo la Legge n. 124/2015 (c.d. Riforma Madia)

Pubblicato sulla rivista Amministrativ@mente un articolo di Francesca Perrone dal titolo Il procedimento amministrativo dopo la Legge n. 124/2015 (c.d. Riforma Madia)
Questo il sommario:
Premessa. 1. Il procedimento amministrativo prima della legge n. 241/1990. 2. La Legge sul procedimento amministrativo (legge 7 agosto 1990 n. 241). 3. Gli effetti della Riforma Madia sul procedimento amministrativo. 3.1 Interventi di immediata attuazione sulla Legge n. 241/1990. 3.1.1 Art. 3 legge n. 124/2015. - Silenzio assenso tra amministrazioni pubbliche e tra amministrazioni pubbliche e gestori di beni o servizi pubblici. 3.1.2 Art. 6 legge n. 124/2015 - Autotutela amministrativa. 3.2 Le novelle alla Legge n. 241/1990 attuate mediante lo strumento della delega legislativa. 3.2.1 Conferenza di servizi (art. 2). 3.2.1.1 Regolamento: Norme per il riordino della disciplina in materia di Conferenza di servizi- Art. 2 Legge n. 124/2015. 3.2.1.2 Considerazioni conclusive sulla Disciplina generale della conferenza di servizi come modificata dal d.lgs. n. 127 del 30.06.2016. 3.2.2. La segnalazione certificata di inizio attività- Scia (art. 5 legge n. 124/2015). 4. Le innovazioni di principio alla Legge n. 241/1990. 4.1 Carta della cittadinanza digitale (art. 1 legge n. 124/2015). 4.2. Revisione e semplificazione delle disposizioni in materia di prevenzione della corruzione, pubblicità e trasparenza (art. 7 legge n. 124/2015). 5. Conclusioni.

La disciplina del procedimento amministrativo a quasi trent'anni dall'approvazione della Legge n. 241 del 1990

Pubblicato sulla rivista Amministrativ@mente un articolo di Ferdinando Pinto dal titolo La disciplina del procedimento amministrativo a quasi trent'anni dall'approvazione della Legge n. 241 del 1990.

Il contributo propone alcune riflessioni a partire dal clima e dai dibattiti occorsi nell'ambito dei lavori della Commissione Ministeriale presieduta da M. Nigro, che nel 1986 predispose il testo base della futura legge sul procedimento amministrativo.

Regolamento Ue, Il Garante incontra i Responsabili della Protezione dei Dati (RPD)

In occasione della definitiva applicazione del Regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali (Regolamento UE/2016/679), il prossimo 24 maggio, a Bologna (Palazzo dei Congressi - Piazza della Costituzione 4), il Garante privacy incontrerà i Responsabili della Protezione dei Dati (RPD). L'obiettivo è offrire a queste nuove figure - centrali nel processo di attuazione del principio di "responsabilizzazione" (accountability) - le prime indicazioni utili per l'attuazione dei compiti e per la definizione delle modalità di relazione con l'Autorità.

Avviso di selezione, mediante procedura comparativa, per l’individuazione di un esperto esterno all’Autorità nazionale anticorruzione (A.N.AC.) per la partecipazione al “Progetto Trasparenza”,

Il Consiglio dell’Autorità Nazionale Anticorruzione nella seduta del 27 luglio 2017 ha deliberato di pubblicare un avviso per l’individuazione di un esperto esterno all’Autorità per la partecipazione al “Progetto Trasparenza”, finanziato con i fondi della Legge n. 15/2009.

La domanda di partecipazione, redatta esclusivamente sul “Modello A”, completa del Curriculum Vitae in formato europeo e della fotocopia del proprio documento di identità in corso di validità, dovrà essere inviata/consegnata entro il giorno 12 aprile 2018 secondo le modalità indicate nell’avviso di selezione.

lunedì 12 marzo 2018

L’ipotesi di contratto per il personale del comparto funzioni locali

Mercoledì 21 febbraio è stata sottoscritta tra Aran ed organizzazioni sindacali la “ipotesi di contratto collettivo nazionale di lavoro relativo al personale del comparto funzioni locali triennio 2016/2018”. La ipotesi diventerà applicabile con la sottoscrizione definitiva, per la quale è necessaria l’approvazione da parte del comitato di settore e del Governo e la verifica positiva da parte della Corte dei Conti. Sulla base della esperienza del tempo che è trascorso tra la stipula della preintesa e la firma del contratto del personale delle funzioni centrali si possono ritenere necessari circa 45 giorni, per cui la sottoscrizione definitiva potrebbe intervenire nei primi giorni del mese di aprile. Dal che ne deriva che entro i 30 giorni successivi dovranno essere applicati gli istituti di carattere economico che hanno un contenuto vincolato, quindi la erogazione delle maggiorazioni del trattamento economico fondamentale e la corresponsione dei relativi arretrati dovrà essere effettuata entro il mese di maggio. La ipotesi di contratto è stata sottoscritta dalle seguenti organizzazioni sindacali: FP Cgil, Cisl FP, Uil Fpl e Csa regioni ed autonomie locali. Tali organizzazioni diventano quindi i soggetti con i quali dare corso alle relazioni sindacali ed alla contrattazione a livello decentrato.

Per determinare l'indennità di posizione dei segretari si procede prima alla maggiorazione e poi eventualmente al "galleggiamento" (Cass. n. 5284 del 6 marzo 2018)

La Corte di Cassazione, sez. Lav., con sentenza n. 5284 del 6 marzo 2018, ha ribadito che si può procedere al cd galleggiamento previsto dall'art. 41, comma 5, del CCNL 16 maggio 2001 dei segretari comunali, soltanto laddove l'indennità di posizione, anche a seguito dell'applicazione della maggiorazione di cui all'art. 41, comma 4, del CCNL 16 maggio 2001, risulti inferiore all'indennità percepita dal dirigente dell'ente. In altri termini, per procedere alla determinazione dell'indennità di posizione del segretario comunale, trova applicazione, in successione, prima l'eventuale maggiorazione per funzioni aggiuntive ex art. 41, comma 4, del CCNL e, successivamente, ove vi sia ancora una differenza in minus della suddetta retribuzione di posizione, rispetto a quella della funzione dirigenziale più elevata prevista dall'ordinamento dell'ente, la regola del riallineamento

Le posizioni organizzative fuori dal fondo: come stanno le cose

Una delle criticità maggiori che ci saranno da gestire dopo la stipula del nuovo CCNL delle Funzioni locali, sarà il fatto che le posizioni organizzative, negli enti con la dirigenza, saranno imputate a bilancio e non più quale uscita del fondo delle risorse decentrate.

In Gazzetta Ufficiale i nuovi schemi del programma triennale dei lavori pubblici e del programma biennale per l'acquisizione di forniture e servizi

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, Serie Generale n. 57 del 09-03-2018, il Decreto 16 gennaio 2018, n. 14 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti "Regolamento recante procedure e schemi-tipo per la redazione e la pubblicazione del programma triennale dei lavori pubblici, del programma biennale per l'acquisizione di forniture e servizi e dei relativi elenchi annuali e aggiornamenti annuali". 

Sindaci chiamati alla relazione di fine mandato

Per le amministrazioni comunali in scadenza di mandato si avvicina il termine per la redazione della relazione finale, la cui mancata predisposizione comporta pesanti sanzioni a carico del sindaco, del segretario generale e del responsabile finanziario.

La Relazione dell’organo di revisione sul rendiconto

Il consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili (Cndcec), in collaborazione con l’associazione nazionale dei certificatori e revisori degli enti locali (Ancrel), ha reso disponibile il format della “Relazione dell’organo di revisione sul rendiconto della gestione”.
Lo schema di relazione è predisposto nel rispetto della parte II “Ordinamento finanziario e contabile del d. lgs.18/8/2000 n.267 (Tuel) e dei principi contabili generali allegati al d. lgs. 118/2011. 

Biblioteca dell'Albo: Rassegna articoli on line (Febbraio 2018)

Pubblicata nell'Archivio documentale la rassegna mensile di articoli on line curata dalla Biblioteca dell’Albo nazionale dei Segretari comunali e provinciali che presenta lo spoglio di titoli di articoli, interventi e raccolte giurisprudenziali pubblicati nell'ultimo mese sui siti web di fonti informative periodiche accessibili on line liberamente.