Collepardo (Fr)

Collepardo (Fr)
Collepardo (Fr)

venerdì 29 giugno 2018

L'UNSCP scrive al Ministero sull'assegnazione nelle sedi di segreteria con popolazione fino a 3.000 abitanti

Con riferimento alla circolare del Ministero Interno n. 6649 del 20 giugno 2018, l'Unione Nazionale Segretari comunali e provinciali ha scritto una nota al Ministero dell’Interno - Albo Nazionale dei Segretari Comunali e Provinciali, al Ministero per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione ed all'ANCI, contestando la ricostruzione effettuata nella circolare in ordine alle regole di copertura delle sedi di classe IV. In particolare, l'Unione ritiene che "un Segretario già iscritto in fasce professionali superiori alla C ben dovrebbe potere, da titolare, trasferirsi in una sede di classe IV, senza previo passaggio in disponibilità, mantenendo pienamente lo stipendio tabellare dirigenziale e viceversa accettando la riduzione delle retribuzione di posizione, unica voce per la quale, come già precisato, rileva la classe dell’Ente".
Questo il testo integrale della nota.

giovedì 28 giugno 2018

Il galleggiamento dei segretari

In un articolo di Arturo Bianco vengono esaminate due sentenze della Corte di Cassazione riguardanti l'istituto del c.d. galleggiamento.
La sentenza della Corte di Cassazione, Sezione Lavoro, n. 15090 dell'11 giugno 2018 con la quale si è ribadito che le amministrazioni devono provvedere a recuperare le somme illegittimamente erogate sulla base del c.d. galleggiamento, per come rilevato da una ispezione.
La sentenza della Corte di Cassazione, Sezione Lavoro, n. 13671 del 30 maggio 2018,  con la quale si è affermato che la riduzione della retribuzione di posizione attribuita al dirigente che percepisce quella più elevata in godimento nell'ente determina, come conseguenza, la necessità della riduzione della misura del c.d. galleggiamento spettante al segretario dell'ente.

Legittimazione dei consiglieri comunali ad impugnare le delibere: allontanarsi dall'aula non preclude il ricorso (Consiglio di Stato sent. n. 3814 del 21 giugno 2018)

La recente sentenza del Consiglio di Stato n. 3814 del 21 giugno 2018 permette di approfondire due temi di interesse in ordine al funzionamento del Consiglio comunale ed al diritto dei consiglieri di impugnare le deliberazioni di Consiglio. La sentenza si occupa in primo luogo dei termini di deposito della relazione del collegio dei revisori al rendiconto di gestione, confermando l’obbligo che la stessa sia depositata, unitamente allo schema di rendiconto di gestione, nei 20 giorni antecedenti la seduta. La sentenza, inoltre, chiarisce in quali casi il comportamento dei consiglieri comunali può considerarsi acquiescente in ordine a difetti procedurali.
Questa la massima:

Whistleblowing - L'Anac presenta il 3° Rapporto annuale



L’Autorità Nazionale Anticorruzione ha presentato oggi, 28 giugno, a Roma, presso la Sala Spadolini del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, via del Collegio Romano n. 27, il 3° Rapporto annuale sul Whistleblowing.

Le criticità relative all’accesso agli atti nell’impiego pubblico di natura privata nella giurisprudenza

Pubblicato sulla rivista Amministrativ@mente un articolo di Maurizio Asprone dal titolo Le criticità relative all’accesso agli atti nell’impiego pubblico di natura privata nella giurisprudenza.

mercoledì 27 giugno 2018

Presentate dall’Unione Nazionale Segretari comunali e provinciali alcune osservazioni alla Bozza di Regolamento Anac sul riesame dei provvedimenti di revoca o di misure discriminatorie adottati nei confronti del RPCT


L’ANAC in data 4 giugno ’18 ha posto in consultazione la bozza di “Regolamento sull’esercizio del potere dell’Autorità di richiedere il riesame dei provvedimenti di revoca o di misurediscriminatorie adottati nei confronti del RPCT per attività svolte in materiadi prevenzione della corruzione”. L’Autorità intende disciplinare il proprio intervento sui procedimenti di revoca del RPCT previsti dall’art. 1 co. 7 della l. n. 190 del 6 novembre 2012 e dall’art. 15, co. 3 del d.lgs. 8 aprile 2013, n. 39 e sui provvedimenti contenenti misure discriminatorie nei confronti del RPCT, anche diverse dalla revoca, ai sensi dell’art. 1 co. 82 dalla l. 190 del 2012 (come sostituito dall'art. 41 del d.lgs. n. 97 del 2016).
Tanto i procedimenti di revoca, quanto i provvedimenti contenenti misure discriminatorie oggetto del Regolamento possono riguardare i Segretari comunali. Per tale ragione, l’Unione Nazionale Segretari comunali e provinciali, sindacato maggiormente rappresentativo della categoria, ha presentato in data 25 giugno proprie proposte di modifica allo schema di Regolamento.

lunedì 25 giugno 2018

Nuovo CCNL. Il fondo per le risorse decentrate e la contrattazione integrativa (Riprese seminario e slides)



Pubblicata la ripresa del webinar del giorno 18 giugno 2018 dal titolo CCNL Funzioni Locali 2016-2018: il fondo per le risorse decentrate e la contrattazione integrativa.
Relatori: Agostino Bultrini e Giuseppe Canossi
Qui le slides presentate: