Collepardo (Fr)

Collepardo (Fr)
Collepardo (Fr)

mercoledì 18 gennaio 2017

Oggi incontro al Ministero dell’Interno con le organizzazioni sindacali dei Segretari. Un primo resoconto dall'Unione

L'Unione, insieme alle altre OO.SS., ha partecipato oggi all'incontro convocato dal Prefetto Cimmino sulla programmazione didattica degli imminenti corsi Spes e Sefa
L'Unione, nell'apprezzare che il Ministero all'indomani dell'arresto della riforma della dirigenza abbia prontamente bandito i Corsi, ha evidenziato la necessità di un coordinamento globale della formazione sia centrale sia territoriale. Nel merito della programmazione dei contenuti didattici il Ministero ha presentato una bozza che già raccoglie la sollecitazione evidenziata in passato dall'Unione affinché i contenuti siano effettivamente in linea con la funzione di vertice amministrativo e di direzione complessiva affidata dall'ordinamento al segretario, funzione necessaria sia nell'attuale contesto che in relazione a eventuali nuove riforme. 

Attestazione degli Organismi Indipendenti di Valutazione (OIV) - Proroga al 31 marzo 2017 del termine per l’attestazione

Pubblicato sul sito ANAC il Comunicato del Presidente del 17 gennaio 2017: Attestazioni OIV, o organismi con funzioni analoghe, sull’assolvimento degli obblighi di pubblicazione per l’anno 2016 e attività di vigilanza dell’Autorità
Con tale comunicato si proroga al 31 marzo 2017 il termine per l’attestazione e al 30 aprile 2017 il termine per la pubblicazione.
Con successiva delibera verranno indicati gli obblighi di pubblicazione oggetto di attestazione.

L'UNSCP Lombardia organizza per venerdì 27 gennaio a Milano un'assemblea aperta a tutti i Segretari

Cari Colleghi, 
abbandonata la previsione di abolizione del Segretario è possibile che il Legislatore ritorni su ipotesi di riforma della Dirigenza Pubblica. Pertanto, l’Unione della Lombardia ritiene necessario mettere a disposizione dei Segretari un’occasione di libero confronto, dove ciascuno possa esprimere proposte ed evidenziare criticità, in modo che si possano raccogliere tutte le sensibilità e definire una sintesi nella quale tutti si possano riconoscere e che sia al tempo stesso capace di offrire una figura utile e moderna per il sistema delle Autonomie. E’ pertanto convocata un’Assemblea per: 
VENERDI 27 Gennaio ore 14.30 
Presso la Prefettura di Milano, corso Monforte 31

Rimborso spese di viaggio degli Amministratori: nota ANCI a commento della delibera n. 38 della Sezione Autonomie della Corte dei Conti

La Corte dei conti, Sezione Autonomie, con delibera/n.38/2016/QMIG del 29 dicembre 2016 si è pronunciata in merito alla corretta interpretazione dell’art. 84, comma 3, del d.lgs. n. 267 del 2000, riguardante le modalità di calcolo per il rimborso delle spese di viaggio sostenute da un consigliere comunale residente fuori dal territorio dell’ente, il quale, in assenza di mezzi di trasporto pubblico idonei, utilizzi il mezzo di trasporto privato per raggiungere la sede ove svolge le proprie funzioni politico-istituzionali. 
Sulla predetta decisione ha pubblicato una Nota di Commento Anci.

martedì 17 gennaio 2017

Il Consiglio di Stato ha reso il parere sulle modalità di attuazione della sentenza della Corte costituzionale n. 251 del 2016 sulla riforma Madia

Il Consiglio di Stato ha pubblicato oggi, 17 gennaio 2017, il parere sul quesito posto dal Ministero per la semplificazione e la pubblica amministrazione sulle modalità di attuazione della sentenza n. 251 del 2016 della Corte costituzionale.
La Corte, lo scorso 25 novembre, aveva dichiarato incostituzionale la riforma della pubblica amministrazione (cd. Legge Madia – l. n. 124 del 2015), nella parte in cui la delega aveva previsto solo il “parere” e non l’“intesa” con le Regioni per cinque decreti legislativi di attuazione (servizi pubblici, dirigenza, dirigenza sanitaria, licenziamento disciplinare, società partecipate). I primi due decreti legislativi non sono stati più adottati, gli altri tre erano già in vigore al momento della sentenza della Consulta.
Quanto alla riforma della dirigenza, si legge nel comunicato stampa redatto che il parere segnala "l’importanza di intervenire anche per i settori per i quali la delega è scaduta (dirigenza e servizi pubblici). Un percorso possibile è quello di una nuova delega, ma non è l’unico (ad esempio, è ipotizzabile anche un disegno di legge governativo avente, almeno in parte, il contenuto del decreto delegato che andrebbe a sostituire).
Si rileva, però, che la Corte costituzionale non si è pronunciata su come assicurare il principio di leale collaborazione con le Regioni per procedimenti legislativi diversi da quello della legge delega. E d’altra parte – conclude il parere – “apparirebbe problematico individuare per il Parlamento vincoli procedimentali diversi e ulteriori rispetto a quelli tipizzati dalla Carta costituzionale”.

PA, sindacati in pressing per l'incontro al Ministero

Pubblicato sul Messaggero di oggi un articolo dal titolo PA, sindacati in pressing per l'incontro al Ministero, in cui si descrive l'azione dei sindacati  volta ad ottenere al più presto un incontro con il Ministro della Funzione pubblica Madia sui temi del pubblico impiego.

lunedì 16 gennaio 2017

Il tetto di spesa per le assunzioni flessibili (commento a Corte dei conti Sez. Autonomie n. 1/2016)

Gli enti locali che non hanno sostenuto oneri né per le assunzioni a tempo determinato né per altri rapporti flessibili sia nel 2009 sia nel triennio 2007/2009 possono fissarne direttamente uno in relazione alle proprie esigenze. Risolvendo i contrasti interpretativi tra le sezioni di controllo della Corte dei Conti della Campania da una parte e della Lombardia e Puglia dall’altra, si è così pronunciata la sezione autonomie della Corte dei Conti con la deliberazione n. 1 del 5 gennaio 2017. Tale deliberazione ha fatto proprie le argomentazioni dei giudici contabili della Lombardia e della Puglia nel presupposto che una scelta diversa avrebbe prodotto il risultato sostanziale di rendere impossibile l’ utilizzazione di queste forme di assunzione agli enti locali che non avevano sostenuto oneri di questo tipo né nel 2009 né nel 2007/2009, con ciò limitando in modo illegittimo la loro autonomia e privando tali amministrazioni di un importante strumento di flessibilità.

Riforma Madia. Ecco le correzioni ai decreti. Pronto il testo sul pubblico impiego per sbloccare il contratto

Il salvagente è pronto. Il decreto con il quale il ministro della Funzione pubblica, Marianna Madia, ha introdotto il licenziamento veloce, in soli 30 giorni, dei «furbetti del cartellino», con la sospensione dallo stipendio entro 48 ore, verrà leggermente modificato ma, nella sostanza, sarà confermato nei suoi contenuti fondamentali. Il provvedimento era uno di quelli azzoppati dalla sentenza della Consulta che aveva censurato la mancanza di un'intesa nella Conferenza Stato-Regioni su alcuni dei decreti attuativi della riforma sulla Pubblica amministrazione. Giovedì il ministro dovrebbe incontrare i governatori per sottoporgli le modifiche che intende apportare ai provvedimenti sub-judice, per puntare ad avere un via libera entro il 2 febbraio, ed evitare così che pezzi importanti della riforma che porta il suo nome possano decadere.

Gli enti locali nel DL n. 244/2016, cd milleproroghe

Sono numerose le novità per il personale degli enti locali che sono contenute nel DL n. 244/2016, cd milleproroghe, provvedimento che anche per quest’anno è stato approvato alla fine del mese di dicembre del 2016.

Il Testo Unico sulle società a partecipazione pubblica. A Roma un interessante Convegno lunedì 23 gennaio

Si terrà a Roma il 23 gennaio 2017 alle ore 14:30 presso l'Aula Magna Mario Arcelli, in Viale Pola 12,  il Convegno Il Testo Unico sulle società a partecipazione pubblica organizzato dall'Università LUISS in collaborazione con ASSONIME Associazione fra le Società italiane per Azioni. 

Seminari di approfondimento in “diritto amministrativo” e “diritto processuale amministrativo” organizzati dal TAR di Latina

Il Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio sezione staccata di Latina, insieme alla Fondazione "Michele Pierro" e all'Ordine degli Avvocati di Latina, organizza un Focus di approfondimento in "Diritto Amministrativo" e "Diritto Processuale amministrativo" anno 2017.
I sei incontri, secondo calendario allegato (uno per ogni mese), si svolgeranno presso il TAR del Lazio sezione di Latina con inizio alle ore 15,00.
La partecipazione all’intero seminario è valida ai fini dell’assolvimento dell’obbligo di formazione continua con il riconoscimento di n. 18 crediti formativi.
La prima giornata è prevista per giovedì 19 gennaio e verterà sulla disciplina transitoria nell’attuazione del nuovo codice dei contratti pubblici.

Aran contro giudici sugli stipendi dei segretari in convenzione

L'Aran ritiene che la popolazione delle segreterie in convenzione vada calcolata con riferimento a quella del Comune capofila e non possa essere calcolata come somma degli abitanti degli enti aderenti. In tal modo si riprendono le indicazioni dettate dalla Ragioneria generale dello Stato e dal ministero dell'Interno e si contraddicono i principi contenuti nella sentenza 203/2016 del Tribunale di Como.

domenica 15 gennaio 2017

Riforma Madia, rilancio in vista sui dirigenti?

In un articolo dal titolo Riforma Madia, rilancio in vista sui dirigenti pubblicato oggi sul quotidiano QN Giorno/Resto/Nazione si ipotizza un intervento di riforma sulla dirigenza nell'ambito della delega sul pubblico impiego. E' evidente tuttavia che il legislatore può esercitare esclusivamente la delega contenuta nell'art. 17 della L. 124/2015, rubricato Riordino della disciplina del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche, unica delega non ancora scaduta. 
Non può più essere esercitata quella contenuta nell'art. 11 (bloccata dalla sentenza n. 251/2016 della Corte Costituzionale), che riguardava l'abolizione dei segretari comunali e la costituzione del ruolo unico della dirigenza della Repubblica. Per intervenire su tali materie, infatti, occorre ripartire con un nuovo percorso parlamentare.

Pa, malattie e permessi: arriva il giro di vite. La svolta nel nuovo contratto. Visite fiscali dalle Asl all'Inps

Cambiano le regole su malattie e permessi nella Pubblica amministrazione. È uno degli effetti collaterali dell'accordo firmato lo scorso 30 novembre tra i sindacati e il governo per il rinnovo dei contratti. In quel documento è stato inserito un inciso che impegna le parti a riaprire il confronto, fermo ormai da tempo, sulla questione delle malattie, dei permessi e dei congedi. L'intenzione, a questo punto, sarebbe quella di risolvere anche questi aspetti direttamente nei contratti dei quattro comparti della Pubblica amministrazione che i sindacati dovranno discutere al tavolo con l'Aran, l'Agenzia pubblica che si occupa di contrattazione, e che sarà convocato non appena il ministro della Funzione Pubblica, Marianna Madia, avrà emanato il suo atto per dare un indirizzo alla nuova tornata contrattuale. Ma quali sono le novità attese? In realtà, l'Aran e i sindacati hanno avviato un confronto sul tema delle assenze per malattia, sui permessi e sui congedi, già dal 2014.

Furbetto del cartellino tradito dal parcheggio: è il primo licenziato con la legge Madia

Tradito dalla doppia fila. Forse, se si fosse preso la briga di parcheggiare l'auto in una regolare piazzola di sosta, nessuno l'avrebbe scoperto. E invece sfortuna ha voluto che a vederlo uscire di buon mattino dal Policlinico Umberto I dopo aver timbrato il cartellino, sia stato proprio il capo del Dipartimento presso cui il 54enne in organico all'università La Sapienza prestava servizio.

E così, in virtù della procedura accelerata stabilita dalla legge Madia (116/2016) entrata in vigore a luglio, il dipendente del più grande ospedale romano - sorpreso in flagranza a strisciare il badge e ad abbandonare il posto di lavoro per tre giorni di seguito - è stato prima sospeso, poi sottoposto a procedimento disciplinare e infine licenziato. Il primo in Italia a subire le conseguenze della stretta sui "furbetti" varata dal governo Renzi.

Seminari ANCI sulla Legge di Bilancio 2017: la relazione di Andrea Ferri (Dipartimento Finanza Locale IFEL)

L'Anci ha avviato una serie di seminari tematici sulla legge di Bilancio 2017. Il primo evento si è svolto a Milano il 13 gennaio 2017 ed altri eventi si svolgeranno in Lombardia.
Si ricorda che è previsto un seminario sul tema anche a Roma il 20 gennaio in Via dei Prefetti.
Illustrerà le novità in materia finanziaria Andrea Ferri, Responsabile Finanza Locale ANCI/IFEL, mentre le novità in materia di personale saranno illustrate da Agostino Bultrini, Responsabile Dipartimento Politiche per il personale ANCI.
Anci Lombardia ha pubblicato la presentazione della relazione di Andrea Ferri tenuta il 13 gennaio a Milano.

L’attuazione della legge Delrio a due anni dall'approvazione. Verso quale direzione?

Pubblicato sulla rivista Le Istituzioni del Federalismo un articolo di Ruben Cheli dal titolo L’attuazione della legge Delrio a due anni dall'approvazione. Verso quale direzione?
Questo il sommario: