Collepardo (Fr)

Collepardo (Fr)
Collepardo (Fr)

venerdì 27 maggio 2016

Breve rassegna dei commenti alla sentenza del Tribunale di Milano sui diritti di rogito

Come scritto in un precedente post il giudice del lavoro di Milano ha stabilito che nei comuni senza dirigenti i diritti di rogito spettano ai Segretari Comunali (sent. n. 1539/2016).
Abbiamo pubblicato un comunicato della Segreteria nazionale dell'UNSCP di commento alla sentenza.
Segnaliamo ora una serie di articoli di commento sulla sentenza, pubblicati sul sito dell'Associazione Vighenzi.

Nota breve sul riordino della disciplina in materia di conferenza di servizi

Abbiamo segnalato in un precedente post che il Governo ha approvato in esame preliminare un decreto legislativo recante attuazione della delega di cui all’articolo 2 della legge 7 agosto 2015, n. 124 in tema di riordino della disciplina in materia di conferenza di servizi.

Schema di decreto legislativo recante testo unico in materia di società a partecipazione pubblica: nota di lettura del Servizio Bilancio del Senato

Il Governo ha approvato il 20 gennaio in esame preliminare un decreto legislativo recante norme di riordino della disciplina delle partecipazioni societarie delle amministrazioni pubbliche in attuazione dell’articolo 18 della legge 7 agosto 2015, n. 124.

Natura giuridica della SCIA alla luce della riforma Madia. Le implicazioni pratiche in tema di poteri amministrativi e tutela del terzo

Abbiamo segnalato in un precedente post che il Governo ha approvato in esame preliminare un decreto legislativo recante attuazione della delega di cui all’articolo 5 della legge 7 agosto 2015, n. 124 in tema di SCIA.
Segnaliamo ora la pubblicazione sulla rivista ildirittoamministrativo.it di un articolo di Antonia Macheda dal titolo Natura giuridica della SCIA alla luce della riforma Madia. Le implicazioni pratiche in tema di poteri amministrativi e tutela del terzo.

Il controllo del revisore alla luce del nuovo codice appalti

L' organo di revisione degli enti locali dovrà vigilare sulla corretta applicazione del nuovo codice dei contratti pubblici approvato con il Dlgs 50/2016.

La norma pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale il 19 aprile scorso si inserisce nel combinato disposto sui principi della direttiva europea recante attuazione delle direttive 2014/23/Ue, 2014/24/Ue e 2015/25/Ue, a cui sono correlate le linee guida di attuazione Anac. Sono tre i riferimenti su cui porre maggiore attenzione: direttiva Ue, codice sugli appalti e linee guida Anac.
Le stazioni appaltanti dovranno essere qualificate per la redazione ed emanazione dei bandi per gli importi superiori ai 40.000 euro per servizi e 150mila per lavori. 
Il decreto stabilisce nuove norme sui requisiti dei commissari di gara che dovranno essere inseriti in un elenco dell'Anac per poi essere scelti a far parte delle commissioni.

Riforma Pa. Assegno «alimentare» per l’assenteista sospeso. Ecco le condizioni del Senato sul decreto licenziamenti

Ai dipendenti pubblici pescati a timbrare per poi allontanarsi dall’ufficio va assicurato un «assegno alimentare» dopo la sospensione da lavoro e stipendio, che secondo il decreto attuativo della riforma Madia sul procedimento disciplinare deve arrivare entro 48 ore dai fatti. È una delle condizioni poste dal parere formulato dalla commissione Affari costituzionali del Senato sul decreto anti-furbetti, inserito nel primo gruppo di provvedimenti attuativi della delega sulla Pa dopo il caso Sanremo. I senatori chiedono anche di rivedere il meccanismo del calendario accelerato per le contestazioni, che secondo il rilancio effettuato dal decreto Madia deve portare alla decisione finale entro 30 giorni: i correttivi chiesti da Palazzo Madama hanno il duplice obiettivo di «assicurare il diritto costituzionale di difesa» e di «rendere esplicito il giorno di decorrenza del termine di trenta giorni», per evitare che il taglio dei tempi finisca paradossalmente per creare una procedura incerta e a rischio contenziosi.

Avvalimento: le novità del nuovo codice degli appalti

Con l'entrata in vigore del nuovo codice dei contratti viene riformulata la disciplina dell'avvalimento, prima contenuta nell'art.49 del dlgs n.163/2006, ed oggi nell’art.89 del D.lgs. n.50 del 18.04.2016.

mercoledì 25 maggio 2016

Secondo incontro nazionale con i Responsabili della prevenzione della corruzione: il resoconto di Gloria Di Rini

Il 24 maggio 2016 si è svolto a Roma il secondo incontro nazionale  organizzato dall'ANAC con i Responsabili per la Prevenzione della Corruzione in servizio presso la pubblica amministrazione.
All'incontro hanno partecipato numerosi Segretari comunali, tra i quali la collega Gloria Di Rini (nelle foto scattate da Daniela Ventriglia), che ho "precettato" per avere a tempi di record un resoconto dell'incontro, che di seguito riporto.

Procedimenti disciplinari, assunzioni di polizia locale e contenziosi per gli incarichi

Pubblicata in data 23 maggio, sul quotidiano del Sole24Ore Enti Locali & PA, la rubrica settimanale di Gianluca Bertagna con le indicazioni sintetiche delle novità normative e applicative intervenute in tema di gestione del personale nelle pubbliche amministrazioni.

Diritti di rogito: la Corte dei Conti conferma che spettano ai Vice Segretari (Corte Conti Liguria del. n. 49/2016)

I magistrati contabili della Liguria, confermando l’interpretazione fornita dalla Sezione regionale di controllo delle Marche (deliberazione n. 90/2016), hanno ribadito il diritto del Vice Segretario rogante a percepire i diritti di segreteria per gli atti redatti nei periodi di assenza o di impedimento del segretario comunale titolare della relativa funzione.
Si ricorda che in senso opposto si è espressa la Ragioneria dello Stato nel parere n. 26297 del 25 marzo 2016.

martedì 24 maggio 2016

Comunicato dell'Unione sulla prima sentenza sulla piena spettanza dei diritti di “rogito” ai Segretari nei Comuni privi di altro personale dirigenziale a prescindere dalla fascia di inquadramento

Si dà notizia della prima importante sentenza emessa dal Tribunale di Milano, in funzione di Giudice del Lavoro - la n. 1539/2016 pubblicata il 18/05/2016 – che ha riconosciuto il pieno diritto di un Segretario generale di Fascia A operante in un Comune privo di dipendenti con qualifica dirigenziale a vedersi liquidati i diritti di segreteria introitati dal Comune per l’attività rogatoria posta in essere dallo stesso in vigenza dell’art.10 del D.L. 90/2014 convertito dalla L. 114/2014; diritto negato dal Comune di appartenenza a seguito della deliberazione n. 21/2015 con la quale la Corte dei Conti Sezione Autonomie, nell’esercizio della funzione di nomofiliachia, aveva inopinatamente affermato che “alla luce della previsione di cui all’art. 10 comma 2 bis del d.l. 24 giugno 2014, n. 90, convertito con modificazioni dalla legge 11 agosto 2014, n. 114, i diritti di rogito competono ai soli segretari di fascia C”. 

lunedì 23 maggio 2016

Eccola: la sentenza del Tribunale di Milano che riconosce i diritti di rogito ai Segretari (sent. n. 1539/2016)

"La letterale applicazione della norma che, nella sua chiarezza non necessita di alcuna interpretazione, non può che condurre all’accoglimento delle ragioni di parte ricorrente".
Ancora: "Le considerazioni svolte dalla Corte dei Conti, potrebbero, in linea di principio, essere condivisibili laddove attribuiscono un rilievo preminente all’interesse pubblico rispetto all’interesse del singolo segretario, tuttavia paiono offrire un’interpretazione della norma che mal si concilia con il dettato normativo. In sostanza, nell’intento di salvaguardare beni pur meritevoli di tutela, finisce per restringere il campo di applicazione della norma compiendo un’operazione di chirurgia giuridica non consentito nemmeno in nome della res pubblica".

Le assunzioni a tempo indeterminato per la Corte dei Conti

I comuni possono trasformare a tempo pieno i rapporti di lavoro dei propri dipendenti a part time, ma devono rispettare i i vincoli dettati dal legislatore per le nuove assunzioni, salvo che si tratti di ritorno a tempo pieno. Gli enti che non erano assoggettati al patto di stabilità possono utilizzare, per finanziare nuove assunzioni, le cessazioni degli anni precedenti. Non è necessario dare corso alle procedure di comunicazione di cd mobilità obbligatoria prima della proroga che superi la durata di un anno dei rapporti a tempo determinato. Il ritorno al comune di dipendenti da esso trasferiti alla Unione è da considerare come mobilità, quindi non assoggettato ai vincoli di spesa dettati per le nuove assunzioni. Sono queste alcune delle più recenti indicazioni fornite dalle sezioni regionali di controllo delle Corte dei Conti.

Falsa attestazione della presenza in servizio e licenziamento disciplinare dei dipendenti pubblici (Nota Breve)

Abbiamo segnalato in un precedente post che il Governo ha approvato in esame preliminare un decreto legislativo recante modifiche all’articolo 55-quater del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, ai sensi dell’articolo 17, comma 1, lettera s) della legge 7 agosto 2015, n. 124, in materia di licenziamento disciplinare.

Gli incarichi

Importanti novità sul conferimento di incarichi sono contenute nel D.Lgs. n. 50/2016, cd nuovo codice degli appalti, con particolare riferimento alle procedure di scelta per quelli cd professionali. Dal canto suo l’Autorità Nazionale Anticorruzione ha, con una deliberazione su cui è in corso l’acquisizione dei pareri, dettato le regole da seguire per accertare l’assenza di condizioni di inconferibilità o incompatibilità, in particolare fissando i compiti del responsabile per la prevenzione e corruzione, nonché i contenuti della dichiarazione che tutti gli incaricati devono rilasciare. 
Siamo in presenza di importanti elementi cui le singole amministrazioni devono dedicare particolare e specifica attenzione.

L'età media dei dipendenti pubblici «sfonda» il tetto dei 50 anni. Solo lo 0,9% è under 25: record italiano

Un colosso immobile, che pian piano si consuma e invecchia senza essere governato. Si mostra così la pubblica amministrazione alla vigilia dell’attuazione della riforma Madia, che dopo il primo pacchetto di decreti ora all’esame del Parlamento (tranne la trasparenza, appena approvata in via definitiva) attende il secondo gruppo, tra cui spicca la riforma dei dirigenti e il testo unico del pubblico impiego. Ma per capire meglio la polemica che torna a riaccendersi su riforma e contratti è utile sapere che cosa è successo fin qui. Il confronto europeo, che nell’analisi realizzata da ForumPa guarda agli ultimi anni della pubblica amministrazione italiana in rapporto alle dinamiche registrate negli altri paesi (con focus puntuali su Francia e Regno Unito), si presta a essere riassunto in modo impietoso. I blocchi ripetuti su turnover e contratti danno alla Pa italiana il record dell’età media dei dipendenti, destinata a sfondare quest’anno la barriera dei 50 anni, ma non hanno alleggerito il peso economico degli uffici pubblici sui nostri conti.

Nicotra (ANCI): vincoli finanziari sul personale ormai ingestibili per i comuni

La disciplina dei vincoli finanziari al reclutamento e alla gestione del personale comunale ha raggiunto un livello di complessità e stratificazione non più sostenibile. Lo spazio di azione dei Comuni e` reso ancora più caotico dalla discontinuità e contraddittorietà delle interpretazioni , che non contribuiscono a disorientare. Un caso emblematico e` rappresentato dai recenti sviluppi interpretativi della disciplina sul contenimento delle spese di personale. 

Schema di Piano Nazionale Anticorruzione 2016 (consultazione on line – invio contributi entro il 9 giugno 2016)

Nella seduta del 18 maggio l’Autorità ha approvato lo schema di Piano nazionale anticorruzione 2016.
Si tratta del primo Piano adottato dall’ANAC in attuazione di quanto previsto dal d.l. 90/2014 che ha concentrato nell’Autorità tutte le competenze in materia di prevenzione della corruzione e della trasparenza previste dalla legge 190/2012 recante «Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell'illegalità nella pubblica amministrazione». 

Sui diritti di rogito entra in campo il giudice ordinario:spettano ai Segretari negli enti privi di dirigenti

"Il Segretario Nazionale dell’UNSCP, Alfredo Ricciardi, ha subito dato una notizia molto attesa da tutta la categoria: il giudice del lavoro di Milano, dopo aver fissato l’udienza a soli due mesi dal deposito e con una sola udienza ha stabilito che nei comuni senza dirigenti i diritti di rogito spettano ai Segretari Comunali".

Codice degli Appalti: affidamenti diretti vanno motivati

Il nuovo Codice degli appalti e delle concessioni introduce un sistema semplificato, rispetto alle procedure ordinarie di selezione del contraente, nel quale rileva in particolare la motivazione. L’articolo 36 del D.Lgs. n. 50/2016 stabilisce che nella motivazione del provvedimento adottato dalla SA devono trovare evidenza i principi indicati dall’articolo 30 dello stesso Codice, ovvero di libera concorrenza, di non discriminazione, di trasparenza e pubblicità.

Il Responsabile anticorruzione e l’inconsapevolezza dell’essere

Una delle abitudini che ha contribuito non poco ad impedire di trasformare in vantaggio competitivo ogni tentativo di riformare la Pubblica Amministrazione è la tendenza del funzionario a banalizzare le novità ed a trattare in modo adempimentale i nuovi strumenti di volta in volta introdotti nell’ordinamento. Non sembrano avere migliore fortuna gli adempimenti in materia di anticorruzione previsti dalla legge 190/2012 e quelli in materia di trasparenza previsti dal d.lgs n. 33/2013. La nomina del Responsabile in questi due vitali ambiti della P.A. da parte degli organi d’indirizzo politico sta avvenendo con le stesse modalità e, soprattutto, con la medesima indifferenza con la quale sono stati nominati in precedenza i Responsabili in materia di sicurezza negli ambienti di lavoro e in materia di rispetto del divieto di fumo. Né più né meno di etichette, rese ancora più asfittiche dall’assenza di indennità aggiuntive per l’assunzione di dette responsabilità.

domenica 22 maggio 2016

Percorso formativo a Torino il 20 e 21 maggio per Segretari comunali: il resoconto di Luca Costantini

A Torino, presso la Citta Metropolitana, Venerdì 20 e Sabato 21 Maggio, l'Associazione Machiavelli e l'Unione Nazionale Segretari Comunali e Provinciali hanno organizzato un percorso formativo gratuito rivolto a tutti i Segretari Comunali.
La due giorni si è aperta con i saluti istituzionali del Vicesindaco Metropolitano Avv. Alberto Avetta che si è dilungato sulla figura del Segretario Comunale che, da Sindaco, ha detto di apprezzare molto.

Le raccomandazioni europee sul Programma nazionale di riforma e sul Programma di stabilità 2016 dell'Italia

Il 18 maggio u.s., sulla base dei Programmi di Stabilità o di Convergenza e dei Programmi Nazionali di Riforma, la Commissione europea ha adottato le raccomandazioni di politica economica specifiche per ciascun paese per i prossimi 12-18 mesi (di seguito: raccomandazioni) che verranno adottate nel mese di luglio dal Consiglio. A riguardo si evidenzia come, rispetto al passato, la Commissione abbia ridotto di 6-12 mesi l'orizzonte temporale delle raccomandazioni, prevedendo per molti Paesi dei momenti ulteriori di verifica in corso d'anno (ad esempio luglio per Spagna e Portogallo e autunno per l'Italia).
Nel caso dell'Italia si è passati dalle 8 raccomandazioni del 2014 alle 6 del 2015 alle 5 raccomandazioni di quest'anno.
La seconda raccomandazione riguarda la Pubblica amministrazione, il contrasto alla corruzione e la giustizia civile.