Collepardo (Fr)

Collepardo (Fr)
Collepardo (Fr)

sabato 31 dicembre 2016

In Gazzetta il Milleproroghe (DL. n. 244 del 30 dicembre 2016)

Abbiamo dato notizia dell'approvazione del Decreto Milleproroghe nella giornata di giovedì 29 dicembre. Abbiamo anche anticipato la bozza del provvedimento entrata in Consiglio dei Ministri, rispetto alla quale qualche modifica è stata effettuata.
Il provvedimento è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, Serie Generale, n. 304 del 30-12-2016.

Le misure di maggior interesse per gli enti locali contenute nel Milleproroghe (DL. n. 244 del 30 dicembre 2016)

Abbiamo dato notizia che il DL. n. 244 del 30 dicembre 2016 recante Proroga e definizione di termini (cd Milleproroghe) è stato pubblicato  sulla Gazzetta Ufficiale, Serie Generale, n.304 del 30-12-2016.
Presente qualche modifica rispetto alla bozza iniziale.

Queste le misure riguardanti gli Enti locali contenute nel Decreto Milleproroghe pubblicato in Gazzetta:

giovedì 29 dicembre 2016

Con il Milleproroghe proroga al 31 dicembre 2018 delle concessioni per commercio su aree pubbliche in essere (Bolkestein)

Con questo tweet del Presidente ANCI Decaro annuncia che nel Decreto milleproroghe (art. 6 co. 7) c'è anche la proroga al 31 dicembre 2020 per il "termine delle concessioni per commercio su aree pubbliche". Gli ambulanti (momentaneamente) fuori da Dir. Bolkestein.

La bozza del Decreto Milleproroghe entrato in Consiglio dei Ministri

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto "milleproroghe" e completato la squadra di governo con la nomina dei sottosegretari e viceministri.
E' disponibile il testo del Milleproroghe entrato in Consiglio dei ministri.

Milleproroghe: nella bozza le misure attese su rinvio delle gestioni associate e del bilancio di previsione

Come anticipato in precedenti post, il Decreto milleproroghe, nella bozza entrata in Consiglio dei Ministri, prevede due proroghe di particolare interesse per gli enti locali.

FOIA: approvate le Linee Guida dell'Autorità per l’attuazione dell’accesso civico generalizzato

Come preannunciato, il Consiglio dell’Anac ha approvato nella seduta del 28 dicembre le Linee guida per l’attuazione dell’accesso civico generalizzato, il cosiddetto Foia. Il documento ha ottenuto l’intesa del Garante della privacy, il parere favorevole della Conferenza unificata e ha recepito le osservazioni formulate dagli enti territoriali. Un apposito tavolo tecnico, che vedrà la partecipazione del Garante e delle rappresentanze degli enti locali, monitorerà l’applicazione delle Linee guida in modo da giungere a un aggiornamento entro i prossimi 12 mesi.

Prime linee guida recanti indicazioni sull’attuazione degli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni contenute nel d.lgs. 33/2013 come modificato dal d.lgs. 97/2016

Nell'adunanza del 28 dicembre 2016 il Consiglio dell'ANAC ha approvato in via definitiva la delibera n. 1310 «Prime linee guida recanti indicazioni sull’attuazione degli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni contenute nel d.lgs. 33/2013 come modificato dal d.lgs. 97/2016» e ne dispone la pubblicazione sul sito istituzionale dell’ANAC.
Tra le modifiche di maggior rilievo previste dalla normativa, l’introduzione di nuove sanzioni pecuniarie per i soggetti inadempienti, che d’ora in poi saranno irrogate direttamente dall’Anac, e l’unificazione fra il Piano triennale di prevenzione della corruzione e quello della trasparenza.
L’Autorità ha infine evidenziato alcune criticità che saranno oggetto di segnalazione al Governo e al Parlamento ai fini di una eventuale modifica.

Milleproroghe, via libera dal governo: salvati i precari della Pa con la proroga di contratti. Estesa per un anno anche la validità delle graduatorie dei concorsi pubblici

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto "milleproroghe" e completato la squadra di governo con la nomina dei sottosegretari e viceministri. Sul tavolo dell'esecutivo è piovuto il problema dei 40 mila precari della pubblica amministrazione: dal primo gennaio infatti, a causa di una norma contenuta nel Jobs act, sarà vietato il rinnovo dei contratti a termine e delle collaborazioni con la pubblica amministrazione. Un elemento che ha reso urgente una proroga dei loro contratti.

Non si può riformare la p.a. senza intesa con gli enti territoriali: la Corte costituzionale ancora una volta dinanzi ad un Titolo V incompiuto.Nota alla sentenza n. 251/2016

Non si può riformare la p.a. senza intesa con gli enti territoriali: la Corte costituzionale ancora una volta dinanzi ad un Titolo V incompiuto. E' questo il titolo della nota alla sentenza della Corte Costituzionale n. 251/2016 di Annamaria Poggi, Professore ordinario di Istituzioni di diritto pubblico presso l'Università degli Studi di Torino e di Giovanni Boggero, Dottore di ricerca in Diritto costituzionale all'Università degli Studi del Piemonte Orientale “Amedeo Avogadro”.
Questo il sommario:

La leale collaborazione secondo la Corte costituzionale: le sentenze «additive di procedura»

La leale collaborazione secondo la Corte costituzionale: le sentenze «additive di procedura» è un interessante articolo di Francesco Gallarati che offre spunti di riflessione molto interessanti, anche alla luce della sentenza della Corte Costituzionale n. 251/2016 che ha dichiarato in parte illegittima costituzionalmente la L. 124/2015 (legge Madia) proprio per violazione del principio di leale collaborazione.

Parere del Servizio consulenza della Regione Friuli Venezia Giulia sulla pubblicazione dei dati da parte del consigliere comunale

L'art. 14, comma 1, lett. d), del d.lgs. 33/2013 prevede che, con riferimento ai titolari di incarichi politici, anche se non di carattere elettivo, di livello statale regionale e locale, gli enti locali pubblicano, tra le altre informazioni, anche i dati relativi all'assunzione di altre cariche, presso enti pubblici o privati, ed i relativi compensi a qualsiasi titolo corrisposti. L'ANAC ha precisato che, per 'enti privati' si devono intendere le società e gli altri enti disciplinati dal diritto privato.

mercoledì 28 dicembre 2016

Pubblicati i bandi SPES e SEFA 2016: entro il 27 gennaio le domande di partecipazione

Come previsto e scritto in un precedente post, in esecuzione della direttiva del Ministro dell'Interno sulla formazione adottata nella giornata di ieri, sono stati pubblicati oggi 28 dicembre dal Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali, Albo Nazionale dei Segreatri comunali e provinciali, i bandi SPES e SEFA.
Le domande di ammissione ai corsi dovranno essere inviate entro il termine perentorio del 27/01/2017

Nel Milleproroghe rinvio al 31 marzo per i preventivi degli enti locali

Proroga in vista per i 40mila precari e conferma della validità delle graduatorie per tutto il 2017 nella Pubblica amministrazione. Più tempo per il doppio binario cartaceo e informatizzato del Sistema integrato di tracciabilità dei rifiuti (il Sistri) con il contestuale congelamento delle maxisanzioni per chi non si adegua. Riapertura della possibilità di effettuare colloqui preventivi ai detenuti per prevenire attentati terroristici. Ci sarà tempo fino al 31 marzo per i bilanci degli enti locali.

Decreto Milleproroghe, cosa cambia per i piccoli Comuni

Potrebbe essere sospeso dal prossimo anno l'obbligo di gestioni associate per i piccoli Comuni, finora rinnovato ogni anno all'interno del dl Milleproroghe. 
Questa, secondo quanto si apprende, l'intenzione del Governo che sarebbe emersa durante le riunioni dei tecnici che stanno lavorando alla stesura del Milleproroghe, atteso in Cdm entro domani. 

In un video gli auguri di buon 2017 di Luca Costantini

Il collega e amico Luca Costantini ha realizzato un video per augurare a tutti i Segretari un Buon 2017.
Nel video si ripercorrono brevemente le vicissitudini della categoria di questi ultimi anni.

Illecito contabile per il dirigente che viola la regole della trasparenza

Costituisce un illecito contabile il mancato assolvimento dell'obbligo di pubblicare i dati relativi agli incarichi di consulenza sul sito istituzionale delle pubbliche amministrazioni. La Corte dei conti Lazio con la sentenza n. 323/2016 ha per questo condannato il segretario e il vice segretario di un Comune che hanno agito con colpa grave.

martedì 27 dicembre 2016

FOIA, Decaro a La7: “Da oggi conoscenza atti diventa diritto ma per innovare serve personale”

“Quella di oggi (23 dicembre) è una giornata importante. Si passa dal bisogno al diritto di conoscere gli atti della Pa che diventa così una sorta di casa di vetro”. Lo ha detto il presidente Anci e sindaco di Bari, Antonio Decaro, intervenuto alla trasmissione “Coffe Breack” su La7 per parlare dell’entrata in vigore, da oggi 23 dicembre, del decreto 97/2016 previsto nell’ambito della riforma Madia.

FOIA: Il 28 dicembre le Linee Guida dell'ANAC per regolare esclusione e limiti all’accesso civico generalizzato

Saranno approvate il 28 dicembre dal Consiglio dell’Anac, convocato in via straordinaria, le Linee Guida in materia di esclusione e limiti all’esercizio dell’accesso civico generalizzato (il cosiddetto Foia). Approvate in via preliminare dall’Anac lo scorso 14 dicembre, il testo è stato adottato d’intesa con il Garante per la protezione dei dati personali (15 dicembre) e ha ottenuto il parere favorevole della Conferenza unificata (22 dicembre). Dopo il passaggio in Consiglio per il via libera definitivo, le Linee Guida saranno pubblicate sul sito dell’Autorità nazionale anticorruzione.

Gentiloni lavora a Cdm di giovedì: in agenda il Milleproroghe

Il premier Gentiloni è al lavoro per il prossimo Cdm, previsto per giovedì 29 dicembre, che dovrebbe registrare il via libera al decreto Milleproroghe e la nomina dei sottosegretari. L’orizzonte dell’esecutivo, in attesa della nuova legge elettorale con cui andare alle elezioni anticipate, non può essere lungo, ma, come ha sottolineato anche il presidente Sergio Mattarella, quello di Paolo Gentiloni è un governo con «pieni poteri». Un governo che per la prima parte del 2017, ha delineato già una sua road map.

Dirigenti pubblici, il Governo studia un disegno di legge su incarichi a tempo e concorsi. I termini per un nuovo decreto attuativo infatti sono scaduti

Il nuovo governo potrebbe tornare alla carica con i dirigenti della pubblica amministrazione. La Corte costituzionale ha bocciato su questo punto la riforma Madia, i termini per un nuovo decreto attuativo sono ormai scaduti ma l’esecutivo potrebbe presentare un nuovo disegno di legge per recuperare almeno una parte delle norme studiate nei mesi passati e poi saltate, come quelle sugli incarichi a tempo, sul ruolo unico, sui corsi-concorsi, sulla riduzione dello stipendio per chi resta senza incarico. 

Vigilanza anticorruzione: pubblicata la delibera ANAC sul conflitto di interesse per la nomina del capo della Direzione Turismo di Roma Capitale

A seguito di un esposto della Direr, l’Autorità Nazionale Anticorruzione ha svolto attività di vigilanza su un possibile conflitto di interessi del dott. Raffaele Marra, direttore del dipartimento Organizzazione e Risorse umane di Roma Capitale, nella nomina a capo della direzione Turismo del fratello Renato Marra. 

Nota di approfondimento IFEL - Obbligo versamenti diretti delle entrate comunali (decreto legge n. 193 del 2016)

L’art. 2-bis del decreto legge n. 193 del 2016, inserito dalla legge di conversione 1° dicembre 2016, n. 225, è caratterizzato da alcuni elementi di incertezza, che è auspicabile vengano meglio chiariti per via normativa. Appare tuttavia opportuno proporre alla riflessione alcuni punti essenziali che possono trovare sistemazione applicativa anche per via interpretativa.