Collepardo (Fr)

Collepardo (Fr)
Collepardo (Fr)

sabato 10 febbraio 2018

Corte dei conti, anche dal Friuli l’esclusione degli incentivi tecnici dai tetti al salario accessorio

Oltre alla Corte dei conti umbra, che ha considerato risolta la questione degli incentivi tecnici collocandoli fuori dal fondo delle risorse decentrate, all'indomani delle modifiche inserite dal legislatore con la legge di bilancio 2018, la sezione del Friuli Venezia Giulia, nella deliberazione n. 6/2018, conferma la posizione assunta dalla Sezione delle Autonomie (deliberazione n. 7/2017) che, avendo escluso questi incentivi dalle spese del personale, in quanto considerati all'interno del quadro economico dell'opera pubblica (servizi o forniture), li ha considerati, quindi, fuori dal calcolo del fondo delle risorse decentrate.

Le capacità assunzionali

Ampliamento delle capacità assunzionali, ma in modo differenziato: possono essere così riassunti i tratti caratterizzanti le scelte legislative degli ultimi anni e, in particolare, da ultimo della legge di bilancio del 2018. Nella stessa direzione vanno le disposizioni che dettano condizioni perché gli enti locali possano dare corso a nuove assunzioni, che sono rimaste inalterate e che limitano il numero di amministrazioni che possono dare corso a nuove assunzioni. Si deve in premessa evidenziare che i limiti alle assunzioni di personale per gli enti che erano assoggettati ai vincoli del patto di stabilità sono stati modificati ogni anno (e talvolta più di una volta nello stesso anno) dalla normativa. Altro elemento che solleva numerose difficoltà operative e soprattutto rende difficile la programmazione pluriennale del fabbisogno del personale è il rapido modificare dei parametri di riferimento: negli ultimi anni si sommano il rapporto tra spesa del personale e spesa corrente, il rapporto tra dipendenti e popolazione ed il rapporto tra spesa del personale dell’ultimo anno e spesa corrente dell’ultimo triennio.

Rilevazione ARAN: indicazioni per la contro-firma delle deleghe rilevate in favore dell’U.N.S.C.P.

Con nota datata 8 febbraio a firma del Segretario Nazionale Alfredo Ricciardi e del Vicesegretario vicario Responsabile dell'organizzazione Antonio Le Donne, l'U.N.S.C.P. fornisce importanti indicazioni in merito alla rilevazione delle ritenute per il contributo sindacale che i comuni devono effettuare entro il 31 marzo. Le modalità di rilevazione sono contenute nella circolare ARAN n.2/2017 del 02.12.2017. La rilevazione mediante procedura on-line dovrà essere conclusa entro il 31 marzo 2018.

Ammesso l'accesso del consigliere ad una nota di riscontro inviata alla Corte dei conti

Pubblicato sul quotidiano Italia Oggi del 9 febbraio la risposta del Ministero dell'interno ad un quesito in merito all'ammissibilità dell'accesso del consigliere comunale ad una nota di riscontro inviata alla Corte dei conti.

Privacy. I nuovi adempimenti per i Comuni in materia di protezione dei dati personali: il Quaderno operativo dell’ANCI

Dal 25 maggio 2018 sarà direttamente applicabile, anche nell’ordinamento italiano, il nuovo Regolamento europeo sulla protezione dei dati personali, che introduce importanti novità anche per gli enti locali.

La nuova disciplina impone un diverso approccio nel trattamento dei dati personali, prevede nuovi adempimenti e richiede un’intensa attività di adeguamento organizzativo, preliminare alla sua definitiva applicazione a partire, appunto, dal suindicato termine del 25 maggio 2018.
Tra le principali novità ordinamentali della materia si segnalano, infatti, la responsabilità diretta dei titolari del trattamento in merito al compito di assicurare, ed essere in grado di comprovare, il rispetto dei principi applicabili al trattamento dei dati personali; la nuova categoria di dati personali (già dati sensibili); la nomina della nuova figura del Responsabile della protezione dei dati (che si aggiunge al Responsabile del trattamento dei dati); l’istituzione del registro delle attività di trattamento; la predisposizione di adeguate attività formative per il personale; la revisione dei processi gestionali al fine di individuare quelli che presentano maggiori rischi collegati al trattamento dei dati.
L’Anci, al fine di fornire un supporto operativo ai Comuni in questa fase di prima attuazione della nuova disciplina, ha predisposto l’11° Quaderno operativo della propria collana editoriale “Manuali tecnici per gli Amministratori”. Il volume, infatti, contiene lo schema di delibera del Consiglio Comunale e il modello del Regolamento adeguato alle novità normative.

Il 20 febbraio a Genova Assemblea regionale dell'UNSCP Liguria

Convocata dal Segretario Regionale Ettore Monzù l'Assemblea sindacale dell'Unione Nazionale Segretari comunali e provinciali, Unione Regionale Liguria, il giorno 20 febbraio alle ore 16,00 a Genova presso la sede della Città Metropolitana. 

Previsto anche il rinnovo delle cariche regionali, a seguito del XXI Congresso dell'Unione tenutosi a Roma nei giorni 23, 24 e 25 Novembre 2017.
Qui il link al modello di delega in caso di impossibilità a partecipare.

giovedì 8 febbraio 2018

La Corte dei conti del Friuli Venezia Giulia chiede di "rivedere" la posizione della Sezione Autonomie sui diritti di rogito

La Corte dei conti, sezione di controllo per il Friuli Venezia Giulia, con deliberazione n. 2/2018, chiamata a pronunciarsi sull'annosa questione riguardante i diritti di rogito, rimette alla Sezione Plenaria la seguente questione: “Se sia possibile provvedere alla liquidazione dei diritti di rogito, ex art. 10 comma 2 bis del D.L. 90/2014 conv. L. 114/2014, ai Segretari comunali di fascia A e B operanti in Enti privi di dirigenti sulla base della domanda del Segretario, anche senza una sentenza di condanna, in considerazione della costante giurisprudenza dei Giudici del Lavoro favorevole al riconoscimento dei predetti emolumenti”.

Si è spento il collega Nazzareno Cioffi

Nella giornata di ieri è venuto a mancare Nazzareno Cioffi, segretario comunale in pensione, che ha ricoperto incarichi nel Lazio, in Abruzzo e Campania, oltre ad essere stato per anni segretario generale dell'Amministrazione Provinciale di Frosinone.
I segretari del Lazio esprimono alla famiglia sentite condoglianze.

mercoledì 7 febbraio 2018

Bilanci di previsione - Rinviata a fine marzo l'approvazione dei previsionali

In Conferenza Stato-Città, il ministero dell’Interno ha dato il via libera alla proroga al 31 marzo dei termini per approvare il bilancio di previsione 2018, precedentemente fissati al 28 febbraio. E’ stata così accolta la richiesta dell’Anci, che in una lettera inviata al ministro dell’Interno sottolineava quanto indispensabile fosse questo rinvio. 

IRAP e oneri riflessi sui compensi per diritti di rogito ai segretari

La Corte dei conti, Sezione Autonomie, con la deliberazione 21/2015/QMIG, si è espressa in merito all’interpretazione dell’art. 10 del d.l. n. 90/2014, convertito con legge n. 114/2014, norma che ha modificato la disciplina dei compensi connessi all’attività rogatoria dei segretari comunali. In altre sedi si è avuto modo di dare conto del contrasto che si è venuto a creare in merito ai segretari che hanno diritto a percepire i compensi con i giudici ordinari, che in modo consolidato hanno “sconfessato” l’interpretazione fornita dalla Corte dei conti. Infatti, la Sezione autonomie aveva ritenuto dovuti i diritti di rogito soltanto ai segretari di fascia “C”, mentre secondo il giudice del lavoro non ci sono dubbi che i segretari appartenenti alle fasce professionale “A” e “B” in Enti privi di dirigenti hanno diritto a percepire una quota dei proventi dei diritti di segreteria (si vedano i precedenti articoli I diritti di rogito per i Segretari in Enti privi di dirigenza tra giudice ordinario e pareri della Corte dei conti e Spettanza diritti di rogito ai Segretari in Enti privi di dirigenza: il giudice ordinario consolida l’orientamento).
La Corte dei conti, Sezione Autonomie, con la deliberazione 21/2015/QMIG si è pronunciata anche sugli oneri fiscali e previdenziali connessi ai compensi. Così, dopo aver escluso che gli Enti possano nella propria autonomia regolamentare stabilire una “quota” dei diritti di segreteria da erogare a favore del segretario comunale, ha comunque sostenuto che “le somme destinate al pagamento dell’emolumento in questione devono intendersi al lordo di tutti gli oneri accessori connessi all’erogazione, ivi compresi quelli a carico degli Enti”.
Tuttavia, la giurisprudenza ordinaria chiamata a pronunciarsi su tale problematica è orientata in senso diametralmente opposto, ritenendo sia l’IRAP che gli oneri riflessi alla stregua di somme che non possono gravare sul compenso di competenza del segretario.

martedì 6 febbraio 2018

DIRITTI DI ROGITO per i Segretari degli enti locali - Ebook con rassegna commentata di giurisprudenza e schema di atto di liquidazione

Pubblicato da Maggioli un mio ebook dal titolo: 
DIRITTI DI ROGITO per i Segretari degli enti locali
Guida alla nuova disciplina dopo il D.L. 90/2014 conv. in L. 114/2014
• Rassegna commentata di giurisprudenza
• Schema ragionato di atto di liquidazione

Questo l'abstract:
L’art. 10 del D.L. n. 90/2014, convertito con L. n. 114/2014, ha modificato la norma attributiva della potestà rogatoria ai segretari comunali e la disciplina dei compensi connessi a tale attività, creando non poche difficoltà agli operatori degli enti locali. La norma, infatti, dopo aver modificato la disciplina della destinazione e della ripartizione dei proventi dei diritti di segreteria incassati dai comuni e dalle province, ha previsto che una quota dei proventi dell’attività di rogito debba essere attribuita al segretario comunale rogante, in misura non superiore a un quinto dello stipendio in godimento, “negli enti locali privi di dipendenti con qualifica dirigenziale, e comunque a tutti i segretari comunali che non hanno qualifica dirigenziale”. Tale locuzione normativa ha provocato interpretazioni contrastanti che hanno portato la questione all’esame della Corte dei conti, Sezione delle Autonomie, che con deliberazione n. 21/2015/QMIG ha tentato di mettere fine alla questione interpretativa. In realtà è avvenuto esattamente il contrario in quanto i giudici ordinari, cui i segretari si sono rivolti, si sono pronunciati in senso diametralmente opposto. 

Il responsabile del servizio può presiedere le commissioni di gara nei Comuni

La questione della presidenza della commissione di gara, a quasi due anni dall'entrata in vigore del nuovo codice dei contratti, non trova pace. Nonostante l'Anac abbia affermato l'incompatibilità del responsabile del servizio – che approva la legge di gara – a far parte della commissione (delibera n. 1143/2017), la giurisprudenza non sembra essere dello stesso avviso.

Una posizione non perfettamente adesiva è stata infatti ribadita dalla sentenza del Tar Sardegna, Cagliari, sezione I, n. 32/2018 che afferma, per gli enti locali e, segnatamente per i Comuni, la valenza di norma speciale dell'articolo 107, comma 3, del decreto legislativo 267/2000 che consente la coincidenza tra il responsabile del servizio e il ruolo di presidente dell'organo valutatore.

Dirigenti pubblici, il nuovo contratto riscrive gli stipendi (scatti tra 110 e 150 Euro)

C’è anche la «semplificazione» della busta paga nell’atto di indirizzo per il rinnovo del contratto dei dirigenti pubblici, che dovrebbe produrre aumenti a partire da 120 euro al mese nello stipendio “base” (il tabellare). L’atto di indirizzo, cioè il documento che apre il confronto sui rinnovi contrattuali e ne fissa le istruzioni, è ora al ministero dell’Economia per l’esame preliminare; a breve, insomma, si dovrebbero aprire i tavoli all’Aran.

Bilanci di previsione: il presidente Anci chiede al ministro Minniti la proroga dell’approvazione al 31 marzo

La proroga al 31 marzo dei termini per approvare il bilancio di previsione 2018, ora fissata al 28 febbraio, per permettere un più ordinato processo di approvazione. La chiede il presidente dell’Anci Antonio Decaro in una lettera inviata al ministro dell’Interno Marco Minniti

“A seguito delle importanti novità della Legge di Bilancio 2018 – scrive Decaro – gli enti locali sono ora impegnati nella formulazione dei bilancio 2018-2020 stanno incontrando diverse difficoltà connesse sia alla complessità del quadro finanziario e giuridico di riferimento, che alle procedure codificate dalle norme e dai regolamenti comunali, di esame del bilancio”.

Contributi previdenziali, autoliquidazione Inail, assenze e buona fede del dipendente

Pubblicata sul quotidiano del Sole24Ore Enti Locali & PA la rubrica settimanale di Gianluca Bertagna con le indicazioni sintetiche delle novità normative e applicative intervenute in tema di gestione del personale nelle pubbliche amministrazioni.
Questa settimana i temi affrontati riguardano Contributi previdenziali, autoliquidazione Inail, assenze e buona fede del dipendente.