Collepardo (Fr)

Collepardo (Fr)
Collepardo (Fr)

sabato 18 ottobre 2014

La corruzione nelle attività discrezionali della P.A. alla luce della riforma di cui alla legge n. 190/2012

La rivista Neldiritto.it di ottobre 2014, pubblicata in estratto su internet, contiene un articolo di Luca Della Ragione dal titolo La corruzione nelle attività discrezionali della P.A. alla luce della riforma di cui alla legge n. 190/2012, di commento alla sentenza Cass. pen., Sez. VI, 4 giugno 2014, n. 23354.
La sentenza affronta la delicata tematica della corruzione avente a oggetto un atto discrezionale, soffermandosi sui presupposti e sulle condizioni che, di volta in volta, consentono di qualificare la corruzione propria ovvero, al contrario, di ricondurre il fatto alla meno grave fattispecie della corruzione impropria, oggi per l’esercizio della funzione. Si delinea così l’ambito di applicazione normativa della corruzione propria, nonché il discrimen con la corruzione impropria. La pronuncia offre lo spunto per analizzare il percorso dottrinale e giurisprudenziale che ha caratterizzato una delle questioni più discusse fra quelle che animano il dibattito sulle fattispecie corruttive, vale a dire l’esatta enucleazione dei criteri atti a reperire una chiara linea di demarcazione fra corruzione per atto discrezionale conforme e corruzione per atto discrezionale contrario ai doveri d’ufficio.
Qui il link all'estratto della rivista, con avvertenza che l'articolo segnalato si trova a pag. 13 del file.

Nessun commento:

Posta un commento