Collepardo (Fr)

Collepardo (Fr)
Collepardo (Fr)

venerdì 14 ottobre 2016

La risposta da riformaPA@governo.it: la riforma non vuole abolire il segretario comunale ma riqualificarlo in dirigente apicale

In un precedente post avevo riportato il testo di una mia lettera al Ministro Madia, in merito alla nuova finestra aperta sulla riforma Pa riformaPA@governo.it.
Nel corso del Consiglio nazionale dell'Unione mi è giunta la risposta che provvedo a pubblicizzare dopo averne dato lettura nel corso dei lavori del Consiglio Nazionale dell'Unione.
Questo il testo:
Gentile Amedeo Scarsella,
abbiamo sottoposto la sua mail alla Ministra Madia, che la ringrazia per aver scritto a RiformaPA.
Il decreto sulla dirigenza, che sicuramente potrà essere migliorabile anche sulla base del suo suggerimento, si basa su un preciso esercizio del criterio di delega della legge 124/2015, che ha tenuto conto della consultazione pubblica prevedendo di riqualificare i compiti del segretario comunale.
La finalità del decreto non è infatti quella di sopprimere, tout court, la figura del segretario comunale; al contrario, si intende riqualificarla in qualità di dirigente apicale dell’amministrazione al fine di coinvolgerla maggiormente nelle scelte gestionali.
Si tratta di una scelta operata prima di tutto dal Parlamento proprio per accrescere, all’interno delle singole amministrazioni locali, la professionalità degli attuali segretari comunali preservandone i requisiti di imparzialità e competenza.
Restando a disposizione per qualsiasi chiarimento, le porgiamo i nostri più cordiali saluti
La Segreteria

1 commento:

  1. segretario lombardo15 ottobre 2016 09:28

    Collega se ti leggi il parere del consiglio di stato capisci che questi volevano licenziarci sic et simpliciter altro che riqualificazione !!!

    RispondiElimina