Collepardo (Fr)

Collepardo (Fr)
Collepardo (Fr)

martedì 8 luglio 2014

Centrali uniche di committenza: un parere della Corte dei Conti sez. regionale di controllo per la Regione Piemonte (n. 144/2014)

La Corte dei Conti sez. regionale di controllo per la Regione Piemonte con deliberazione n. 144/2014 ha espresso il proprio parere in merito all'interpretazione dell'art. 33, c. 3 bis, del d.lgs. 12 aprile 2006 n. 163, come riformulato dal decreto-legge 24 aprile 2014, n. 66, convertito in legge 23 giugno 2014, n. 89

In assenza di deroghe legislative, si ritiene che i comuni non capoluogo di provincia non possano procedere ad acquisire autonomamente neppure lavori, servizi e forniture d'importo inferiore ad euro 40.000 mediante affidamento diretto, poiché la nuova disposizione di finanza pubblica di cui all'art. 9, c. 4, del decreto-legge 24 aprile 2014, n. 66, convertito in legge 23 giugno 2014, n. 89, che ha novellato il c. 3-bis dell'art. 33 del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 (Codice dei contratti pubblici), assume nell'ordinamento carattere di specialità, e quindi di prevalenza, rispetto alla norma generale di cui all'art. 125, commi 8 e 11, dello stesso Codice. 

Nessun commento:

Posta un commento